IL SANGUE VERDE (FILM SU ROSARNO)

Grazie ad Eleonora per la segnalazione
su Rai3 alle 23.40 il 15 settembre.
 

Gennaio 2010, Rosarno, Calabria. Le manifestazioni di rabbia degli immigrati mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quotidianamente migliaia di braccianti africani, sfruttati da un’economia fortemente influenzata dal potere mafioso della ‘Ndrangheta. Per un momento l’It…

PICCOLI GULAG di CECCO BELLOSI

ripropongo di nuovo (perché merita). Paolo 

Scheda Libro

  piccoli gulag.jpg

Piccoli gulag
Sentieri e insidie delle comunità terapeutiche

Prezzo: 14 €

Autore: Cecco Bellosi

Casa editrice: Derive approdi

Anno di pubblicazione: 2004

ISBN: 88-88738-31-2

I “piccoli gulag” di cui si parla in questo libro sono le comunità terapeutiche, a cui l’autore, che è stato operatore prima e dirigente poi di numerose comunità sparse per l’Italia, rivolge uno sguardo critico, serrato ma dettato da un’esperienza vissuta dall’interno. Cecco Bellosi accompagna il lettore, con un registro narrativo limpido e autentico, in un viaggio alla ricerca di nuovi possibili significati di dignità e libertà in un rapporto sociale che sempre più rischia di morire dentro i ruoli e i paradigmi del controllo. Splendori e miserie di queste istituzioni appaiono in altorilievo attraverso la descrizione delle biografie di uomini e donne incontrati in viaggi che spesso si sono risolti in accompagnamenti verso la morte per Aids o per malattie incurabili. Una densità di esperienze esistenziali colte nel loro bisogno originario di libertà, di felicità e risolte nel tragico giogo della tossicodipendenza assassina che ingrassa gli interessi di profitto dei poteri. Bellosi descrive tutto questo con acuta sensibilità e con lo sguardo fatto forte dalla conoscenza sulla propria pelle delle tecniche di annientamento e «domesticazione» delle menti e dei corpi. «Uno sguardo mai conformista, sempre posizionato dalla parte di chi non ha diritti, ironico, partecipe eppure leggero, da darci il senso forte di una libertà: la libertà di trovare nelle pieghe di ogni esistenza, anche la più dura e la più disperata, la parola della ribellione, della soggettività, dell’individualità irripetibile. La libertà di affermare con le proprie pratiche che ribellione, soggettività e individualità non vanno “curate”, “guarite”, piegate» (Susanna Ronconi).

 

Il registro dei testamenti biologici nel tuo Comune – scopri come ottenerlo

 

Il registro dei testamenti biologici nel tuo Comune – scopri come ottenerlo. | Associazione Luca Coscioni

Paolo Ferrario segnala | 31 agosto 2010 at 09:16 | Categories: Testamento biologico | URL: http://wp.me/peMEr-2uf

 

Il registro dei testamenti biologici nel tuo Comune – scopri come ottenerlo.

Oltre alla petizione rivolta al parlamento affinché vi sia una legge sulle scelte di fine vita che rispetti il diritto all’autodeterminazione dell’individuo, lanciamo un appello perché in tutte le amministrazioni locali – in primo luogo i comuni – siano istituiti dei pubblici registri atti a ricevere le dichiarazione anticipate di volontà (i c.d. testamenti biologici).

Qui di seguito (ed in allegato) riportiamo la bozza di delibera tipo che abbiamo elaborato.

Non aspettare che altri si attivino per te, scarica il documento e presentalo ai tuoi conoscenti al tuo Sindaco, ai tuoi referenti locali e chiedi che venga messo in votazione.

Se non credi vi sia spazio per una iniziativa direttamente in seno al tuo comune organizza una raccolata firme per una delibera di iniziativa popolare (l’Associazione ti auterà per ogni consulenza ed organizzazione info@lucacoscioni.it).

Se ti sei attivato, scarica il modello di delibera, inviaci una mail ad info@lucacoscioni.it indicando il comune presso cui hai preso preso contatti  (specificando con chi, es. Il Sindaco, i Consiglieri comunali), ti risponderemo il prima possibile.

In caso non vi sia nello Statuto la possibilità di presentare una delibera di iniziativa popolare, promuovi la delibera nche attraverso la petizione al Comune (scarica la petizione per il registro)

TESTO DELIBERA TIPO

***************

Nota: la presente bozza di delibera è idonea anche ad essere utilizzata per una proposta di delibera di iniziativa popolare, ma in tal caso è necessario consultare le specificità dei singoli statuti comunali per effettuare le modifiche formali che questi prevedono.

****************

COMUNE DI …………………………………

DELIBERA C. C. N. ….. DEL ………….

Oggetto: ISTITUZIONE DEL REGISTRO TELEMATICO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO)

Il Consiglio Comunale di …………………………………………

Premesso che

Per testamento biologico si intende un documento legale che permette di indicare in anticipo i trattamenti medici che ciascuno intende ricevere o rifiutare in caso di incapacità mentale, di incoscienza o di altre cause che impediscano di comunicare direttamente ed in modo consapevole con il proprio medico. E’ conosciuto anche come “Dichiarazione di volontà anticipata per i trattamenti sanitari”. La persona che redige un testamento biologico nomina un fiduciario per le cure sanitarie che diviene, nel caso in cui la persona diventi incapace, il soggetto chiamato ad intervenire sulle decisioni riguardanti i trattamenti sanitari stessi.

Il testamento biologico (con la denominazione di “Living will”) è stato introdotto per legge negli Stati Uniti nel 1991. Una delle principali affermazioni della legge americana è quella relativa alla idratazione ed alla alimentazione artificiali, che sono considerate a tutti gli effetti come terapie ed in quanto tali possono essere rifiutate attraverso il testamento biologico. Lo stesso principio è seguito nelle leggi esistenti negli altri paesi occidentali ed è stato costantemente ribadito nelle sentenze sull’argomento, oltre che nella valutazione dei più illustri scienziati che hanno studiato il tema delle scelte di fine vita. Da allora, la maggior parte dei paesi occidentali ha legiferato in materia. Dove non esiste ancora una legge specifica, vi è però una giurisprudenza costante che riconosce valore ai testamenti biologici. In Italia, l’articolo 32 della Costituzione stabilisce che “nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge” e che “la legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”. Questa norma costituzionale configura per tutti i cittadini quello che i giuristi definiscono un “diritto perfetto”, che cioè non ha bisogno di leggi applicative per essere esercitato.Parimenti, l’art 13 della Costituzione afferma che “la libertà personale è inviolabile”, rafforzando il riconoscimento alla libertà ed indipendenza dell’individuo nelle scelte personali che lo riguardano. Tuttavia, il problema si pone – come dimostrato dalla drammatica vicenda di Eluana Englaro – nei casi in cui per diverse ragioni il malato perda la capacità di esprimere la propria volontà di rifiutare determinate terapie. Per questo motivo è necessario approvare una legge che stabilisca in modo chiaro le modalità di redazione e di registrazione del testamento biologico e di nomina del fiduciario, così che ciascuno possa dichiarare, ora per allora, la propria volontà circa le terapie da accettare o rifiutare in situazioni come quella descritta, vincolando i medici ad attenersi alla volontà così espressa.

Considerato che:

– la carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea, sancisce che il consenso libero ed informato del paziente all’atto medico è considerato come un diritto fondamentale del cittadino afferente i diritti all’integrità della persona ( titolo 1, Dignità, art 3 Diritto all’integrità personale);

– la Convenzione sui Diritti Umani e la biomedicina di Oviedo del 1977, ratificata dal Governo Italiano ai sensi della Legge n° 145 28 marzo 2001, sancisce all’art. 9 che ” i desideri precedentemente espressi a proposito di un intervento medico da parte di un paziente che, al momento dell’intervento non è in grado di esprimere la propria volontà, saranno tenuti in considerazione”;

Preso atto che:

il nuovo codice di Deontologia medica adottato dalla Federazione Nazionale dei Medici chirurghi ed odontoiatri, dopo aver precisato all’art. 16 che ” il medico deve astenersi dall’ostinazione in trattamenti diagnostici e terapeutici da cui non si possa attendere un beneficio per la salute del malato…”, all’art 35 sancisce che ” il medico non deve intraprendere attività terapeutica senza l’acquisizione del consenso esplicito ed informato del paziente… In ogni caso, in presenza di un documentato rifiuto di persona capace, il medico deve desistere da atti …curativi, non essendo consentito alcun trattamento medico contro la volontà della persona.” Inoltre all’art 38 si afferma che ” il medico deve attenersi,… alla volontà liberamente espressa dalla persona di curarsi…Il medico, se il paziente non è in grado di esprimere la propria volontà deve tenere conto nelle proprie scelte di quanto precedentemente manifestato dallo stesso in modo certo e documentato.”

Valutato altresì che:

il Comitato Nazionale di Bioetica, si è espresso in data 18 dicembre 2003, precisando che ” … appare non più rinviabile una approfondita riflessione, non solo bioetica, ma anche biogiuridica, sulle dichiarazioni anticipate… che dia piena e coerente attuazione allo spirito della Convenzione sui diritti umani e la biomedicina…”. Inoltre il CNB specifica che ” le direttive anticipate potranno essere scritte su un foglio firmato dall’interessato, e i medici dovranno non solo tenerne conto, ma dovranno anche giustificare per iscritto le azioni che violeranno tale volontà”.

Considerato che:

la Magistratura si è più volte espressa in questo senso, esaminando in particolare i casi Welby, Nuvoli ed Englaro, in assenza di una normativa nazionale in materia.

Preso atto che:

secondo l’Eurispes il 74,7 degli italiani esprime parere favorevole all’introduzione del testamento etico.

Considerato che

in questo scenario, l’Ente Comune è nella possibilità giuridica ed amministrativa di farsi promotore di atti amministrativi volti ad introdurre il riconoscimento formale del valore etico delle dichiarazioni anticipate di trattamento di carattere sanitario.

Tutto ciò premesso,

Il CONSIGLIO COMUNALE impegna la GIUNTA COMUNALE :

a predisporre un modulo che raccolga le dichiarazioni anticipate di volontà dei trattamenti di natura medica, nel quale ogni cittadino interessato possa esprimere la propria volontà di essere o meno sottoposto a trattamenti sanitari sia in caso di malattia o lesione cerebrale irreversibile o invalidante sia in caso di malattia che costringa a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscano una normale vita di relazione;

ad istituire un registro telematico che raccolga le dichiarazioni e a definirne il regolamento d’accesso;

a trasmettere periodicamente le dichiarazioni raccolte ai Soggetti Istituzionali delegati per legge alla pubblicizzazione, nelle more della entrata in vigore di una normativa nazionale che regolamenti la materia, in particolare:

Al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali,affinché la dichiarazione venga inserita nella tessera sanitaria personale del dichiarante.

All’ ARSAN e all’Assessorato Regionale alla Sanità della Regione, affinché provveda ad istituire un registro provvisorio regionale, nelle more dell’entrata in vigore di una legislazione nazionale in materia.

Alla ASL competente per territorio, affinché anch’essa istituisca un registro provvisorio , nelle more dell’entrata in vigore delle leggi regionali e nazionali che regoleranno la materia.

Al medico di famiglia della persona che ha sottoscritto la Dichiarazione anticipata di volontà, affinché ne tenga debito conto in ogni momento del percorso medico-assistenziale della persona che ha espresso la volontà.

Si delega il Segretario Comunale a trasmettere la Delibera al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, al Comitato Nazionale di Bioetica, alla Regione, alla Provincia, all’ASL competente per territorio.

La Delibera è dichiarata immediatamente esecutiva.

 

l’omosessualita’ non è una malattia mentale (da un sacco di tempo)

Nicola D’alviano L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha cancellato l’omosessualità dalla lista dei disturbi psichici più di venti anni fa. Chi non è ignorante dovrebbe saperlo. tra i paesi occidentali è soltanto in Italia si fanno ancora tante storie invece di occuparsi di questioni più importanti.
10 minuti fa ·

Nicola D’alviano http://www.who.int/classifications/icd/en/bluebook.pdf
questo è il documento pubblicato sul sito ufficiale dell’OMS che cancella l’omosessualità come disordine psichico e quindi malattia.
E’ in inglese

ciao

Finlandia: in bilico tra welfare e suicidi

 

cafebabel.com

Newsletter | 27/08/10

(Foto: Kettukusu/flickr)

Finlandia: in bilico tra welfare e suicidi

Una ragazza finlandese di 27 anni, laureata in scienze sociali e economia, accetta la nostra sfida di andare oltre le apparenze e tracciare un ritratto del paese in cui è nata, votato dalla rivista americana Newsweek come il “paese migliore del mondo”. Secondo lei i pro superano i contro. Leggere l’articolo

 

 

grazie

Festival della Mente – SARZANA

 

Introduzione | Festival della Mente

venerdì 3 settembre.ore 17.30.piazza Matteotti, 1 – gratuito
APERTURA
Massimo Caleo, Sindaco di Sarzana
Giulia Cogoli, Direzione e Progetto del Festival
Matteo Melley, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia

EVENTO N.1
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE17.45. piazza Matteotti 1 – gratuito

Salvatore Settis – Paesaggio come bene comune, bellezza e potere>> APRI

EVENTO N.2
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE19.00. Chiostro San Francesco 3 – euro 3.50

Achille  Bonito Oliva – I portatori del tempo>> APRI

EVENTO N.3
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE19.00. sala canale lunense11 – euro 3.50

Stefano Bolognini – Alla scoperta della mente: l’eredità di Freud>> APRI

EVENTO N.4
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE19.30. spalti Fortezza Firmafede10 – euro 3.50

Alessandro Barbero – Pensare l’Italia. Cavour>> APRI

EVENTO N.5
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE21.15. piazza d’armi Fortezza Firmafede 2 – euro 7.00

Licia Maglietta, Nicoletta Maragno – La grande occasione (da Alan Bennett)>> APRI

EVENTO N.6
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE21.30. teatro degli Impavidi 5 – euro 7.00

Antonio Ballista – “… e lasciatemi divertire! ” Solo piano?>> APRI

EVENTO N.7
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE23.15. spalti Fortezza Firmafede10 – euro 3.50

Edoardo Boncinelli – La mente e il corpo. Le tre età: la formazione>> APRI

EVENTO N.8
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE10.00. sala delle capriate Fortezza Firmafede 4 – euro 7.00

Ludovica  Lumer – approfonditaMente La bella e la bestia: l’identità tra arte e scienza>> APRI

EVENTO N.9
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE10.00. teatro degli Impavidi 5 – euro 7.00

Laura Bosio – approfonditaMente La ricerca dell’impossibile>> APRI

EVENTO N.10
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE11.30. Chiostro San Francesco 3 – euro 3.50

Enrique Vila-Matas, Andrea Bajani – Da Gutenberg a Google>> APRI

EVENTO N.11
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE11.30. sala canale lunense11 – euro 3.50

Paolo Rumiz – Il racconto che nasce dal cammino>> APRI

EVENTO N.12
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE14.45. cinema Moderno 9 – euro 7.00

Roberto Escobar, Paolo Legrenzi – approfonditaMente Perché crediamo alle storie?>> APRI

EVENTO N.13
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE15.00. sala canale lunense11 – euro 3.50

Maurizio  Ferraris – L’anima e l’iPad>> APRI

EVENTO N.14
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE15.30. teatro degli Impavidi 5 – euro 3.50

Giulio Guidorizzi – Alle origini della ragione: il mito e la follia>> APRI

EVENTO N.15
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE17.00. sala delle capriate Fortezza Firmafede 4 – euro 3.50

Gianvito Martino – Uso e manutenzione del cervello. Staminali e non solo>> APRI

EVENTO N.16
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE17.30. piazza Cesare Battisti12 – euro 3.50

Francesco Tullio Altan, Sergio Staino – Uno nasce e poi muore. Il resto sono chiacchiere>> APRI

EVENTO N.17
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE17.30. Chiostro San Francesco 3 – euro 3.50

John Banville, Ranieri Polese – The Angel of Beauty>> APRI

EVENTO N.18
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE19.00. piazza Matteotti 1 – euro 3.50

Luigi Zoja – Alla scoperta della mente: Jung, l’attualità dell’individuazione>> APRI

EVENTO N.19
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE19.00. teatro degli Impavidi 5 – euro 3.50

Georges Didi-Huberman – I mostri dell’immaginazione>> APRI

EVENTO N.20
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE19.30. spalti Fortezza Firmafede10 – euro 3.50

Alessandro Barbero – Pensare l’Italia. Vittorio Emanuele II>> APRI

EVENTO N.21
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE21.00. piazza d’armi Fortezza Firmafede 2 – euro 7.00

Vincenzo Cerami – Una vita di parole>> APRI

EVENTO N.22
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE21.15. piazza Matteotti 1 – euro 3.50

Ilvo Diamanti – Sicuri di essere insicuri. E viceversa>> APRI

EVENTO N.23
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE23.15. spalti Fortezza Firmafede10 – euro 3.50

Edoardo Boncinelli – La mente e il corpo. Le tre età: la maturità>> APRI

EVENTO N.24
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE10.00. sala delle capriate Fortezza Firmafede 4 – euro 7.00

Alessandro Robecchi – approfonditaMente Satira, l’opinione che ride>> APRI

EVENTO N.25
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE10.00. cinema Moderno 9 – euro 7.00

Giuseppe O. Longo – approfonditaMente Mente e tecnologia: da Frankenstein all’intelligenza planetaria>> APRI

EVENTO N.26
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE10.00. Chiostro San Francesco 3 – euro 3.50

Lella Ravasi Bellocchio – Identità femminile e materna, mondi opposti?>> APRI

EVENTO N.27
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE11.30. sala canale lunense11 – euro 3.50

Paolo Legrenzi – Creatività e stupidità>> APRI

EVENTO N.28
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE11.45. teatro degli Impavidi 5 – euro 3.50

Gianni Celati, Nunzia Palmieri – A proposito dell’attore Vecchiatto>> APRI

EVENTO N.29
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE15.00. sala delle capriate Fortezza Firmafede 4 – euro 7.00

Luca Scarlini – approfonditaMente Pagine fatali: i libri che fanno la storia>> APRI

EVENTO N.30
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE15.00. teatro degli Impavidi 5 – euro 3.50

Alberto Nocentini – L’etimologia come enciclopedia della mente>> APRI

EVENTO N.31
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE16.30. Chiostro San Francesco 3 – euro 3.50

Javier Cercas, Aldo Cazzullo – Fra letteratura e realtà>> APRI

EVENTO N.32
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE17.00. sala canale lunense11 – euro 3.50

Massimo Recalcati – Alla scoperta della mente: Lacan e l’enigma del desiderio>> APRI

EVENTO N.33
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE19.00. Chiostro San Francesco 3 – euro 3.50

Valerio Magrelli – Poesia e cronaca: le parole della tribù>> APRI

EVENTO N.34
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE19.30. spalti Fortezza Firmafede10 – euro 3.50

Alessandro Barbero – Pensare l’Italia. Garibaldi>> APRI

EVENTO N.35
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE21.00. piazza d’armi Fortezza Firmafede 2 – euro 7.00

Avion Travel – MusicalMente>> APRI

EVENTO N.36
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE21.15. piazza Matteotti 1 – euro 3.50

Salvatore Natoli – Liberi nell’agire, capaci di fare>> APRI

EVENTO N.37
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE23.15. spalti Fortezza Firmafede10 – euro 3.50

Edoardo Boncinelli – La mente e il corpo. Le tre età: l’invecchiamento (opzionale)>> APRI


Calendario  per bambini  e ragazzi

Durante tutti i laboratori i genitori possono lasciare i bambini di tutte le età soli. Si prega di accompagnare i bambini almeno 10 minuti prima dell’inizio del laboratorio per l’accredito, è consigliabile fornire il numero di cellulare per la reperibilità. Durante gli spettacoli (n. 38, 52) per i bambini sino agli 8 anni è richiesta la presenza di un adulto (deve acquistare il biglietto), oltre gli 8 anni i bambini possono essere lasciati soli facendo l’accredito almeno 10 minuti prima dell’inizio, è consigliabile fornire il numero di cellulare per la reperibilità.

Per l’incontro serale n. 39 è richiesta la presenza di un adulto per i bambini di tutte le età, l’adulto non paga il biglietto.

EVENTO N.38
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE 18.00. cinema Moderno 9 – euro 3.50
Gek Tessaro – Acquatica. spettacolo per tutti – dai 4 anni – 60 minuti >> APRI

EVENTO N.39
VENERDÌ 3 SETTEMBRE.ORE 21.00. Fortezza di Sarzanello – euro 3.50
Ettore Perozzi – Occhio al telescopio. da 11 anni, accompagnati – 90 minuti – 30 partecipanti >> APRI

EVENTO N.40
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 9.30. fossato Fortezza Firmafede 7 – euro 3.50
Cristina Gabetti – Tondo come il mondo: caccia al tesoro nascosto . dai 9 anni – 120 minuti – 35 partecipanti >> APRI

EVENTO N.41
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 09.30_10.45_11.45. piazza Capolicchio 6 – euro 6.00
Noemi Bermani – Toccare suoni. Costruire rumori. laboratorio 4 – 6 anni – 60 minuti – 20 partecipanti >> APRI

EVENTO N.42
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 10.00_11.15. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Francesco Tullio Altan – Nel fantastico mondo di Pimpa. laboratorio 4-8 anni – 60 minuti 25 – partecipanti >> APRI

EVENTO N.43
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 10.00_11.30. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Ettore Perozzi – Il cielo in una stanza. laboratorio 6 -11 anni – 60 minuti – 20 partecipanti >> APRI

EVENTO N.44
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 11.30_15.00. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Giacomo Cappetta – Animali estremi. laboratorio 7-11 anni 60 – minuti 25 – partecipanti >> APRI

EVENTO N.45
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 16.15_17.30. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Giacomo Cappetta – Super animali. laboratorio 4-6 anni – 60 minuti – 20 partecipanti >> APRI

EVENTO N.46
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 15.00_17.00. piazza Capolicchio 6 – euro 3.50
Carlo Carzan, Sonia Scalco – I giochi della valigia della Fantastica. laboratorio 7-12 anni – 90 minuti – 35 partecipanti >> APRI

EVENTO N.47
SABATO 4 SETTEMBRE.ORE 15.30_17.00. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Carlo Alberto Cavazzoni – Il Castello degli Scacchi. laboratorio 5-8 anni – 60 minuti – 20 partecipanti >> APRI

EVENTO N.48
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE 09.30_10.45_11.45. piazza Capolicchio 6 – euro 3.50
Giorgio Häusermann – La scatola di Einstein. laboratorio 4-6 anni – 60 minuti – 25 partecipanti >> APRI

EVENTO N.49
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE 10.00_11.30_15.00_16.30. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Life Learning Center – Sherlock Holmes tra i geni . laboratorio 11-14 anni – 75 minuti – 25 partecipanti >> APRI

EVENTO N.50
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE 10.00_11.30_15.00_16.30. sala ragazzi Fortezza Firmafede 8 – euro 3.50
Life Learning Center – Acqua in brocca, una goccia d’acqua piena di vita. laboratorio 6-10 anni – 75 minuti – 20 partecipanti >> APRI

EVENTO N.51
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE 15.00_16.30. piazza Capolicchio 6 – euro 3.50
Dino Ticli – Che cosa si sono lasciati dietro i dinosauri …. laboratorio 9 – 12 anni – 60 minuti – 25 partecipanti >> APRI

EVENTO N.52
DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE 18.30. teatro degli Impavidi 5 – euro 3.50
Giorgio Scaramuzzino – Ma che bella differenza!. spettacolo – per tutti dai 9 anni – 60 minuti >> APRI

 

 

CIAO

Le «stanze del buco» in Europa: risorsa o minaccia?

(Foto: Compound Eye/flickr)

Le «stanze del buco» in Europa: risorsa o minaccia?

È necessario che lo Stato controlli in qualche modo il consumo di droghe pesanti? Si tratta di un interrogativo che l’Europa si pone, seppur con differenti livelli di priorità, a seconda dei Paesi. Se, da una parte, alcuni governi più all’avanguardia hanno già istituito le cosiddette shooting rooms, altri preferiscono frenare gli entusiasmi di chi è favorevole a questa soluzione. In nome dell’etica, ovviamente…  Leggere l’articolo

da cafebabel.com

ciao

Pubblicità: ecco le immagini che scandalizzano l’Europa

 BERLUCLOWN.jpg

(Paolo: chi sarà mai?)

Pubblicità: ecco le immagini che scandalizzano l’Europa

La pubblicità fa parte del nostra vita quotidiana. Le immagini sono dappertutto: in televisione, sui cartelloni pubblicitari e sulle riviste. Ci suggeriscono che abbiamo bisogno proprio di quell’auto, di quella vacanza o di abortire. Un attimo: di abortire? Sì, in un mondo di immagini sempre più appariscenti, facciamo sempre meno attenzione a ciò che ci viene proposto. A meno che non venga trattato un certo argomento che inevitabilmente ci indigna. Per alcuni europei, una donna nuda significa già essere andati ben oltre un certo limite, per altri questo meccanismo scatta di fronte alla vista di un feto morto. Adolf Hitler, le malattie a trasmissione sessuale o i Queen: cosa scandalizza l’Europa? Cafebabel.com vi propone una piccola carrellata degli ultimi euro-scandali. Leggere l’articolo

 

da cafebabel.com

ciao

SOLIDARIETA’ AL PROFESSOR ROCCO ALTIERI, IN DIGIUNO NONVIOLENTO DAL 22 AGOSTO 2010

…per l’uguaglianza dei diritti, l’equità sociale, il dialogo interculturale e la PACE…
Tutti noi sosteniamo il Professor Altieri…
 
 
COMUNICATO STAMPA


ESPRIMO SOLIDARIETA’ AL PROFESSOR ROCCO ALTIERI, IN DIGIUNO NONVIOLENTO DAL 22 AGOSTO 2010


Dal 22 agosto il prof. Rocco Altieri ha avviato un digiuno gandhiano per sollevare l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale sulla questione dei corsi serali e della loro funzione di accoglienza verso gli immigrati e di formazione alla cittadinanza.


Il prof. Altieri non è un precario, non rischia il posto e digiuna unicamente per sollevare il problema dei corsi serali sotto il profilo etico e sociale.


I corsi serali sono attualmente in Italia l’unico spazio di accoglienza, formazione ed integrazione dei lavoratori provenienti da tutto il mondo. Questi corsi svolgono un quindi un ruolo di pace e di dialogo interculturale. Sono uno spazio civile indispensabile per educare alla cittadinanza e per l’integrazione nel sistema lavorativo e sociale


Andrebbero potenziati. Ma non è così. I tagli li minacciano. Ad essere potenziate sono invece le strutture di detenzione temporanee e di respingimento. Lì vengono spesi i nostri soldi di contribuenti. Mentre ad essere progressivamente chiusi sono i corsi serali.


Attualmente l’Italia è una delle ultime nazioni europee nella classifica degli iscritti nei corsi per adulti. La scuola italiana in tal modo mina alla radice uno dei cinque indicatori della “strategia europea di Lisbona” che sin prefigge lo scopo di promuovere una “economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale”. 

Ai corsi serali si iscrivono anche operai italiani che possono parlare della loro fabbrica e conoscere i loro diritti. Tali corsi svolgono quindi una funzione sociale sociale di grande rilievo per la cittadinanza attiva. Sono uno spazio di democrazia e conoscenza che continua lo spirito delle “150 ore”, esperienza avviata negli anni ’70 per emancipare i lavoratori tramite l’educazione. Ma proprio questa prospettiva di apprendimento sociale e di difesa dei diritti rischia di essere demolita pezzo dopo pezzo.

Lo sanno tutti i docenti che lavorano nei corsi serali. Il danno arrecato all’intera collettività rischia di essere irreparabile.


Pertanto anche io domani digiunerò assieme al prof. Rocco Altieri e mi dichiaro totalmente solidale con la sua iniziativa.


Prof. Alessandro Marescotti

Presidente di PeaceLink

www.peacelink.it

cell. 3471463719

GRAZIE