UNA FONDAZIONE PER DANILO DOLCI

DA http://www.yesnews.it

Iniziativa del Pd: una fondazione per Danilo Dolci

18 marzo 2011 by Redazione · Leave a Comment 

SICILIA – Tonino Russo, deputato del Partito Democratico , ha presentato una proposta di legge per istituire la fondazione Danilo Dolci.
“Quello di Dolci – dice Russo (Pd) – rappresenta un esempio straordinario di impegno civile, etico e culturale dell’Italia della seconda metà del novecento”.
“La sua trincea fu la Sicilia poverissima degli anni ‘50: senza strade, senza acqua, senza fogne; dove i bambini morivano di fame e la mafia dominava incontrastata. Le sue armi – prosegue – furono il digiuno, le marce, le denunce aperte e documentate contro la mafia ed i suoi legami con il mondo politico. Il Borgo di Dio divenne, a Trappeto (Palermo) un punto di riferimento per numerosi studiosi di tutto il mondo. Il prezioso patrimonio culturale che questo straordinario personaggio ha lasciato alla Sicilia, ed al mondo, la sua originale opera di studio e ricerca rischiano di andare perduti”.
“Il suo archivio personale – denuncia il deputato Pd – è conservato in luoghi angusti e non accessibile al pubblico. Il Borgo di Dio è, da anni, in stato di grave abbandono e degrado”.
“Per questo – conclude Russo (Pd) – proponiamo l’acquisizione, al patrimonio dello Stato, del Centro di formazione per riavviarne l’attività e ricreare quel laboratorio di ricerca che aveva attratto l’attenzione di numerosi studiosi”.

Il testo della proposta di legge

 

 

GRAZIE

appuntamenti sul carcere (da www.ristretti.org)


 

Gli appuntamenti in Italia

Seminario: “La rappresentazione mediatica del carcere” (Milano, varie date fino al 19 marzo 2011)

Presentazione: “Diritto penitenziario” e dibattito “Emergenza penitenziaria e diritti” (Firenze, 21 marzo 2011)

Dibattito promosso dal Garante dei detenuti: “Carcere: diritti e giustizia sociale” (Livorno, 23 marzo 2011)

Mostra: “Essere e tempo, riflessioni su un tempo in-sospeso” (Bolzano, 23 marzo – 9 aprile 2011)

Seminario dell’Ass. La Società della Ragione: “Tossicodipendenti e carcere” (Firenze, 25 marzo 2011)

Convegno: “Modalità di presa in carico delle persone… per un post-carcere” (Genova, 25 marzo 2011)

Corso: “Percorso formativo per volontari all’interno del carcere” (Verbania, fino al 26 marzo 2011)

Presentazione del libro: “ndrangheta made in Germany” (Reggio Calabria, 26 marzo 2011)

Incontro per: “Cinquantesima Giornata Mondiale del Teatro” (Casa Circondariale di Pesaro, 27 marzo 2011)

Tavola rotonda: “Carcere, pena, speranza; per costruzione della società civile” (Alessandria, 29 marzo 2011)

Forum salute: “Tre anni di riforma della sanità penitenziaria. Analisi e proposte”  (Roma, 31 marzo 2011)

Incontro: “Tortura, ergastolo, contumacia, diritto penale dell’emergenza. Caso Battisti” (Roma, 31.03.2011)

Presentazione libro Centro Giustizia Minorile: “Il viaggio. Quando le api vanno a vela” (Napoli, 5 aprile 2011)

Convegno: “Vita inGrata, la drammatica condizione delle carceri in Calabria” (Vibo Valentia, 7 aprile 2011)

Corso di formazione per volontari penitenziari: “I colori dell’identità” (Belluno, varie date fino a 9 aprile 2011)

Convegno nazionale UCPI e Osservatorio Carcere: “Carcere e Costituzione” (Sarzana-SP, 15-16 aprile 2011)

Convegno: “Dipendenze & consumi, 35 anni dopo. Bilancio, letture oggi, nuove sfide” (Torino, 28 aprile 2011)

Corso di formazione: “Carcere e città: bisogni, risposte e progetti” (Firenze, varie date fino 2 maggio 2011)

Premio Letterario “Carlo Castelli”, riservato ai detenuti delle carceri italiane (Scadenza il 31 maggio 2011)

Corso: “Criminalità e devianza giovanile. Aspetti giuridici e psico-sociali” (Empoli, fino a giugno 2011)

 

Corsi universitari e master

Corso di Alta Formazione: “Il giudice onorario minorile… ruolo e funzioni” (Milano, A.A. 2010 – 2011)

Corso di Alta Formazione “Professione docente e carcere: apprendere, educare” (Bologna, A.A. 2010 – 2011)

Ucpi: “Primo Corso nazionale di alta formazione per l’Avvocato penalista” (Roma e Milano, anno 2011)

Istituto per lo Studio delle Psicoterapie: “Corso di formazione in Psicologia Giuridica” (Roma, anno 2011)

Master: “La mediazione strumento in ambito familiare, penale e civico” (Padova e Brescia, A.A. 2010 – 2011)

Corso di Alta Formazione “Il trattamento rieducativo dei minori in area penale” (Napoli, A.A. 2010 – 2011)

Corso di perfezionamento in: “Scienze criminologiche e criminalistiche” (Napoli, A.A. 2010 – 2011)

Master di primo livello “Criminologia Critica, Prevenzione e Sicurezza Sociale” (Padova, A.A. 2010 – 2011)

Master 1° Livello Università di Ferrara: “Tutela, diritti e protezione dei minori” (Ferrara, A.A. 2010 – 2011)

Programma della Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche – Crinve (Mantova, A.A. 2010 – 2011)

 

Bandi e concorsi

Regione Sicilia: bando per contributi a detenuti che intendono avviare un’attività di lavoro autonomo

 

grazie


 

I nostri appuntamenti

Convegno: “Sportelli-Carcere del Veneto e Volontariato in Rete” (Venezia Mestre, 25 marzo 2011)

Incontro della Federazione Nazionale dell’informazione dal carcere e sul carcere (Padova, 4 aprile 2011)

Giornata Nazionale di Studi: “I totalmente buoni e gli assolutamente cattivi” (C.R. Padova, 20 maggio 2011)

[scarica il modulo di iscrizione]

Giustizia: sulla tutela dei diritti dell’uomo l’Italia è ultima in Europa

Condividi di Giorgio Frasca Polara

Terra, 18 marzo 2011

Diritti dell’uomo? Nella difesa di questo fondamento del viver civile l’Italia è in coda all’intera Europa. Lo dimostra il numero e la portata delle sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo pronunciate l’anno scorso (ma andando indietro negli anni il risultato non cambia) in applicazione della Convenzione sottoscritta a Roma dai Paesi fondatori di quella che solo tanti anni dopo sarebbe diventata l’Unione europea, e che ad oggi è firmata da ben 47 Stati.
Ebbene, tra quelle subite da quasi tutti i contraenti (in pratica solo la Danimarca è indenne), le sentenze a dis-favore dell’Italia, con relativa condanna mai solo simbolica, sono ben 95 su 98. Precedono il nostro paese solo la Turchia (con 278 sentenze, e figuriamoci: è una delle ragioni delle molte riserve all’ammissione nell’Ue), la Russia (217), la Romania (143), l’Ucraina (109), la Polonia (107), la Bulgaria e la Grecia, rispettivamente con 81 e 56. A molte lunghezze sotto l’Italia ci sono, tra le grandi nazioni, la Francia (42) e la Germania (36).
Non è solo questione di numeri – anche se pure essi hanno il loro peso, che di grande valore sono le motivazioni delle condanne. Il quadro viene fornito ogni anno da un’autorevolissima fonte terza: l’Osservatorio sulle sentenze della Cedu costituito in seno all’Avvocatura della Camera dei deputati di cui è responsabile l’avv. Vito Cozzoli, con la collaborazione degli avv. Marco Cerase e Francesca Romana Girardi.
L’Osservatorio pubblica ogni anno le sentenze che riguardano l’Italia, con un commento esplicativo. Tra queste sentenze, ne segnalo tre: da un canto per il carattere emblematico (come sacrosanta conclusione di un intreccio tutto italiano di speciosità, ricorsi impudenti e pretese causidiche), per lo spettro assai articolato delle più numerose sentenze (diritto penale con riferimento alle espulsioni, diritto civile sui minori, immunità parlamentare), per la lentezza dei procedimenti giudiziari che ovviamente non ha nulla a che fare con certe riforme “epocali”.

da www.ristretti.org

 

grazie

 

da www.ristretti.org

 

grazie

cina in cucina – alimentazione e armonia

CINA IN CUCINA
ALIMENTAZIONE E ARMONIA. INCONTRO IL 24 MARZO
  
I ravioli al nord, i wanton al sud. Il piccante al centro, il dolce all’est. Non è certo tutta qui la “bussola” della cucina cinese, un patrimonio di sapori e di ricette per il benessere che affonda le radici in una tradizione millenaria. Spesso sottovalutata a causa dei suoi maldestri riadattamenti occidentali, la cucina cinese vanta una varietà di gusti, ricette e ingredienti unica al mondo. Motivo di orgoglio nazionale, è erede di una antica saggezza che affonda le radici nella medicina e nella filosofia tradizionali. Un piacere che soddisfa il palato, ma che punta innanzi tutto a mantenere in salute l’individuo.
L’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano offrirà un “assaggio” della cucina cinese autentica giovedì 24 marzo alle 21, al negozio civico ChiAmaMilano, Largo Corsia dei Servi 11, Milano (MM1 Duomo/San Babila) con l’incontro  Cina in cucina. Alimentazione, dietetica, armonia e bellezza.
Sun Xiaoli, esperta di cucina cinese oltre che docente di lingua cinese all’Università degli Studi di Milano, spiegherà le differenze tra le cucine regionali della Cina, analizzerà il legame tra cibo e salute tipico della tradizione cinese e suggerirà vere e proprie ricette utilizzate come rimedi o per prevenzione dai cinesi di ieri e di oggi. E poiché anche l’occhio, si sa, vuole la sua parte, Sun illustrerà anche le regole del bon ton cinese a tavola, dalla disposizione dei piatti ai brindisi, per essere sempre impeccabili con i commensali d’Oriente. La serata, a ingresso libero, fa parte dell’iniziativa Cena a casa Wang: il corso pratico di cucina cinese organizzato dall’Istituto Confucio presso la scuola di cucina teatro7|Lab, nel cuore del quartiere Isola (via Thaon di Revel 7, MM3 Zara). Un percorso in quattro tappe (martedì 5 e 19 aprile, 3 e 17 maggio, dalle 20 alle 23 con degustazione dei piatti preparati dai partecipanti) per scoprire alcune tra le ricette più amate e diffuse in Cina, eredi di una tradizione millenaria e gustate quotidianamente nelle case di tutto il Paese. 
Per maggiori informazioni e per iscriversi al corso (entro venerdì 25 marzo):
Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano
Tel. 02.50321675 (dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00)
info.confucio@unimi.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

info cestim: antirazzismo, mediazione culturale, processi migratori


Per consultare l’elenco completo degli eventi: http://www.cestim.it/index09news.htm

Convegni, Seminari, Incontri

14-21 marzo 2011: VII settimana d’azione contro il razzismo. Calendario delle iniziative promosse in tutta Italia dal sito dell’UNAR

19 marzo – 2 aprile 2011 – Venezia: Settimana antirazzista VII edizione. La manifestazione è promossa per la prima volta a Venezia. Promuove il comune di Venezia, Assessorato alle Politiche Giovanili e Pace del Comune di Venezia in collaborazione con l’associazione Sos diritti. Informazioni: Centro Pace Comune di Venezia, tel. 041 2747645/71, centropace@comune.venezia.it

22 marzo 2011 – Venezia: tavola rotonda “Accademia e Ong in dialogo“, presso Aula Baratto, Ca’ Foscari, Sede centrale, ore 10.00-17.00. Iniziativa del Master MIM Mediazione inter-mediterranea: investimenti e integrazione, Università di Venezia. Partecipano: Ahmed Benallal La llum del Nord (Ass. per la ciutadania i la cooperaciò entre pueblos), Irene Bono Università di Torino), Paola Chianca (CEFA), Domenico Chirico (Un ponte per…), Massimiliano di Tota (ciss-cooperazione internazionale sud-sud), Francesca Gilli (Oxfam Italia), Tito Sciattella (Africa 70), Marcella Simoni (Università di Venezia), Alvise Vianello (CIDOB). Introducono: Emanuela Trevisan Semi, coordinatrice MIM Università di Venezia, Hocine Zeghbib, coordinatore MIM Università di Montpellier. Per informazioni: mim@unive.it e lasciare un recapito telefonico, tel. 366 6608776, 041 234 8805

8 aprile 2011 – Padova: convegno “Il diritto di famiglia alla prova dell’incontro con la diversità culturale“, presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano, Auditorium, Via Altinate 71, ore 8.30. Promuovono ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione), AIAF (Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori), con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Padova. E’ necessaria la prenotazione all’evento entro e non oltre il 31 marzo 2011. Per gli Avvocati di Padova: attraverso Sistema Riconosco – sezione formazione – banca dati al sito www.ordineavvocati.padova.it. Per gli Avvocati di altri fori: a mezzo mail agli indirizzi: segreteria@slk.pd.it – elisa.chiaretto@gmail.com. L’evento è gratuito e attribuisce 8 crediti formativi

8-9 aprile 2011 – Ferrara: 10° Convegno Nazionale Culture e letteratura della migrazione “Un altro sguardo“, presso Centro di promozione sociale “Il Quadrifoglio”, V.Savonuzzi, 54, Pontelagoscuro (Fe). Promuovono: Cies di Ferrara, Vocidalsilenzio e Associazione Cittadini del Mondo

Esposizioni – Teatro – Rassegne Cinematografiche e Musicali – Festival

19-27 marzo 2011 – Torino: mostra “Sotto lo stesso cielo“, mostra multimediale sui Cinesi in Piemonte, presso Museo d’Arte Orientale, Via San Domenico, 11. Orario 10.00-18.00. Inaugurazione sabato 19 marzo, ore 15.00. Intervengono: Maria Paola Azzario Chiesa, Presidente del Centro UNESCO Torino, Roberta Ricucci (FIERI, Università di Torino) presenterà il volume “Cinesi a Torino: la crescita di un arcipelago”, Giacomo Marchione presenterà il volume “Manuale per lo studio della lingua cinese”. Ingresso gratuito fino esaurimento posti

Premi, Bandi e Concorsi

Concorso di Fotografia “Diversità Urbana”, I° Concorso fotografico lanciato dall’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. “L’intento è quello di far emergere a livello nazionale ogni iniziativa di conoscenza reciproca, che a partire dalla rimozione degli stereotipi che favoriscono la conflittualità, favorisca il dialogo e l’inclusione sociale nei contesti urbani tra cittadini italiani, stranieri, rom, sinti e di altre minoranze etnico-linguistiche e di altre religioni, tra persone disabili, tra giovani ed anziani e tra persone con diverso orientamento sessuale ed identità di genere.” Scadenza: 15 aprile 2011. Destinatari: giovani dai 18 ai 35 anni. Il concorso premierà, con 1.000,00 euro ciascuna, le migliori 6 foto ritenute vincitrici ex-equo dalla Commissione giudicatrice formata da esperti dell’UNAR e dal National Working Group contro le discriminazioni. Le migliori foto (vincitrici e non) saranno selezionate e diffuse nell’ambito di campagne informative e di sensibilizzazione elaborate dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, oltre ad essere pubblicate in un libro fotografico e usate per mostre fotografiche di rilievo nazionale. Si indica il sito www.pariopportunita.gov.it ( sezione “BANDI E AVVISI”) e www.unar.it (sezione “TERRITORIO” categoria “PROGRESS”)

Corsi di Formazione

Alessandria, Novara, Torino, Cuneo, marzo-aprile 2011: percorso formativo “L’azione antidiscriminatoria: normativa, strumenti e lavoro di rete“. Promuovono: UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Regione Piemonte, nell’ambito delle attività previste dal progetto “Rete delle antenne territoriali per la prevenzione e il contrasto della discriminazione razziale” con il supporto dell’IRES Piemonte. Il corso è strutturato in 2 incontri consecutivi, venerdì e sabato mattina, che, per facilitare la più ampia partecipazione e copertura del territorio piemontese, saranno replicati in 4 sedi. La partecipazione è gratuita con l’iscrizione è obbligatoria. Per informazioni: IRES Piemonte – tel. 0116666423 – email: controlediscriminazioni@ires.piemonte.it

Corsi di perfezionamento

Corso di Perfezionamento in Psicologia dei Processi Migratori per operatori sociali e sanitari, Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Parma. Calendario: 28 aprile – 16 dicembre 2011. E’ consentita l’iscrizione a singole giornate tematiche o ai singoli moduli

 

 

grazie

Biodiversidad, le molteplici vite dell’acqua

 Comunicato Stampa

Biodiversidad, le molteplici vite dell’acqua.

Un progetto di gestione eco-sostenibile in Centro America.

Monza, 18.02.2011 – Si chiama

 

 

Biodiversidad

il progetto di gestione eco-sostenibile delle risorse

naturali nel municipio di Santiago Atitlàn in Guatemala coordinato dalla Ong

 

 

Africa’70

in

collaborazione con Legambiente, Agenzia Innova21, ZooPlantLab dell’Università di Milano-Bicocca,

con il sostegno del Comune di Milano.

Il progetto, che avrà una durata di 12 mesi e un costo di 333.000 euro, si propone di contribuire al

recupero e alla valorizzazione della biodiversità nell’area territoriale del Municipio di Santiago

Atitlàn, inserito nel contesto della riserva naturale del Lago di Atitlàn.

Il Municipio ospita due aree di grande interesse ambientale come il Parco Naturale Rey Tepepul,

con la sua grande varietà di specie arboree e la Baia di Santiago.

Si tratta tuttavia di un ecosistema a rischio per la pressione antropica che i 42 mila residenti del

Municipio vi esercitano. I livelli di contaminazione e deterioramento della qualità delle acque si

sono resi manifesti nel 2009 quando si è verificata un’improvvisa proliferazione di cianobatteri con

effetti negativi sulla salute e sulle attività produttive delle popolazioni indigene del lago.

Le strategie di intervento, che coinvolgono anche i settori organizzati della società civile locale,

prevedono:

·

 

 

lo studio

del livello di contaminazione del lago e la valutazione dei rischi conseguenti. Le analisi

saranno condotte dallo ZooPlantLab dell’Università di Milano-Bicocca, attraverso il kit Immediatestacqua

per la misurazione semplificata dei parametri chimici delle acque.

·

 

 

la redazione di sistemi di controllo e di gestione,

rafforzando le competenze delle realtà

locali.

·

 

 

il risanamento ambientale con la pulizia della baia e la sua tutela e la sensibilizzazione

della

popolazione all’utilizzo di saponi per il bucato adatti e l’installazione di lavatoi comunali.

·

 

 

l’organizzazione di percorsi di educazione ambientale

finalizzata anche all’introduzione della

buona pratica della raccolta differenziata dei rifiuti.

·

 

 

il rafforzamento della cultura Maya

, attraverso la protezione di siti ed oggetti del loro

patrimonio culturale, storico ed architettonico.

La Baia di Atitlàn possiede una ricchezza biologico-ambientale straordinaria: un’ingente varietà di

pesci ed uccelli ne compone la

 

 

biodiversità

. La popolazione basa la quasi totalità della sua

sussistenza

 

 

sullo sfruttamento del lago attraverso la pesca e l’estrazione dell’acqua per uso

umano.

Con la vegetazione subacquea vengono realizzati manufatti e nella baia lava il bucato tutta la

comunità. Inoltre, la bellezza del paesaggio

 

 

incentiva il turismo,

importante fonte di reddito per la

popolazione locale. Infine, il lago ricopre un ruolo centrale per la

 

 

spiritualità Maya

,

particolarmente sensibile al rapporto natura-uomo.

Lo sviluppo del turismo, lo sfruttamento eccessivo della foresta e l’inquinamento prodotto dall’uso

dei detersivi chimici minacciano l’ecosistema dell’intera Baia. L’acqua inquinata causa malattie

come dissenteria ed epatite. Il giunco, coltivato per la produzione di manufatti, è a rischio, così

come la sopravvivenza del sapere e delle pratiche tradizionali antiche, quali l’uso di piante

medicinali e per la cucina.

Al progetto è stata riconosciuta la certificazione FSC che convalida la buona gestione delle foreste,

nel rispetto di rigorosi parametri ambientali e sociali tra cui: il riconoscimento e la tutela dei diritti

delle popolazioni indigene; la promozione di un uso efficiente dei prodotti e dei benefici ambientali

e sociali derivanti dalla foresta; la conservazione della biodiversità.

Africa ’70

 

 

è una ONG di cooperazione internazionale nata nel 1971 come movimento civile e

culturale, che interviene in favore delle popolazioni del Sud del mondo. In più di 35 anni di attività,

Africa ‘70 ha dato vita a numerosi progetti di cooperazione in Africa, Asia, America Latina, Medio

Oriente ed Europa Orientale seguendo un approccio integrato e sostenibile.

Agenzia InnovA21

 

 

è un’associazione di comuni e associazioni impegnata nella promozione dello

sviluppo sostenibile a livello locale nel territorio della Brianza ovest.

Legambiente

 

 

è un’ associazione ambientalista impegnata da 30 anni in attività ed iniziative a

favore dell’ambiente e della qualità della vita umana.

ZooPlantLab Università di Milano-Bicocca

 

 

, nato all’inizio del 2007 all’interno del dipartimento

di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università di Milano-Bicocca, coniuga la ricerca di base e quella

applicata, in ambito zoologico e botanico.

Africa’70

Ufficio Comunicazione

Via Manzoni, 32 – 20052 Monza (Mb)

ufficio.comunicazione@africa70.org

 

 

grazie

 

21° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

COE – Centro Orientamento Educativo
nell’ambito del
21° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

è lieto di invitarLa
all’inaugurazione di

What Will Come (Has Already Come)
video-installazione di William Kentridge
courtesy Galleria Lia Rumma Milano/Napoli
in collaborazione con il festival Sguardi Altrove

Domenica 20 Marzo 2011, Ore 11.30
TRIENNALE DI MILANO
negli spazi della mostra Made in Africa
Viale Alemagna, 6

Sarà presente l’autore

RSVP – Studio Sottocorno – tel. 02 20402142

What Will Come (Has Already Come) – realizzata in occasione della Biennale di Sidney 2008 – esplora la guerra d’Abissinia del 1935 attraverso un simbolismo visuale, talvolta surreale ma estremamente toccante. La scelta di Kentridge di concentrasi su questo conflitto appena precedente alla Seconda Guerra Mondiale va molto oltre la documentazione storica e sono decisamente impressionanti i parallelismi con gli attuali conflitti oggi nel mondo, in particolare con l’invasione dell’Iraq da parte degli Usa.

Kentridge in Triennale
Inauguration: Sunday, 29th March, 11.30 am
As part of the tribute to African creativity, “Made in Africa”, presented this year by the Sguardi Altrove Film Festival at the Triennale of Milan, the Festival pays tribute to the South African artist William Kentridge with the video-installation “What Will Come (Has Already Come)”, courtesy of Galleria Lia Rumma Milan/Naples. This work is part of a wider tribute to  Kentridge by the art, opera and theatre scene in Milan to the versatile artist on the occasion of the presentation at La Scala of The Magic Flute which he has directed and choreographed. “What Will Come (Has Already Come)” created for the  Biennial of Sydney 2008 – explores the 1935 War of Abyssinia through a visual symbolism. At times surrealistic but extremely touching.

Un appuntamento ormai storico per gli appassionati del cinema del sud del mondo, l’unico festival in Italia interamente dedicato alla conoscenza della cinematografia, delle realtà e delle culture dei paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina.
Oltre 50 nazioni rappresentate, circa 80 tra film e video proiettati.
Vedi locandina

The only festival in Italy entirely dedicated to the cinema and cultures of countries in Africa, Asia and Latin America is now a long-standing rendezvous for the fans of cinema from the south of the world.
More than 50 countries are represents with about 80 films and videos screened.
View the brochure