Cronache di due anni di ordinario razzismo

Cronache di due anni di ordinario razzismo

 
 
 
Pubblichiamo ampi stralci del saggio di Annamaria Rivera che apre “Cronache di ordinario razzismo”, il secondo libro bianco sul razzismo in Italia (a cura di Lunaria, Edizioni dell’Asino, 2011) che verrà presentato sabato 29 ottobre al Salone dell’editoria sociale di Roma. Il libro bianco è il frutto del lavoro collettivo, coordinato da Lunaria, di Paola […]

  

 
 
Aggiungi a SpecialiCondividiCondividi con notaMantieni come da leggereInvia a

Festival dei Matti: incontri e invenzioni dentro la follia

Festival dei Matti: incontri e invenzioni dentro la follia

 
 
 

cartolina Festival dei mattiTerza edizione: Venezia, 16–19 novembre 2011

Stare fuori Esiste veramente un fuori? – si chiedeva Franco Basaglia nel 1968 – un luogo che ci consenta di incontrare la “malattia” oltre tutte le istituzioni che etichettano, codificano e fissano in ruoli congelati coloro che vi appartengono?

E se non esiste, cosa accade quando proviamo ad inventarcelo e ad abitare la nostra invenzione?

Stare fuori è il tema, la sfida, di cui parleremo quest’anno.

lunedì 14, ore 12 Teatro Goldoni, conferenza stampa alla presenza dell’assessora alle Attività culturali Tiziana Agostini

mercoledì 16 Basilica dei Frari, ore 20.45

 Shadows of colours concerto Suite in nine parts for contemporary organ Claudio Cojaniz organista in collaborazione con Parrocchia dei Frari e Caligola ingresso libero

giovedì 17 Teatro Goldoni

ore 18: Fuori Norma incontro Il conflitto delle passioni Anna Poma Festival dei Matti intervista Umberto Galimberti filosofo e psicoanalista ingresso libero

ore 21: Urge spettacolo recital di Alessandro Bergonzoni ingresso da 13 a 25 euro*

venerdì 18 Teatro Goldoni, ore 21

 Mondi di Fuori strano evento

Dialogo notturno intorno al diventare cavalli Giuliano Scabia regista, scrittore e poeta Peppe Dell’Acqua direttore del DSM di Trieste a proposito del libro Marco Cavallo edito da AB Alpha Beta Verlag 2001 ingresso libero

sabato 19 Teatro Goldoni

ore 11; Entrare fuori uscire dentro incontro a cura della Fondazione Franca e Franco Basaglia i bambini e ragazzi, protagonisti dei Laboratori di cittadinanza, incontrano Marco Cavallo e gli presentano il libro Ma 6 matto?! e i loro corti Ma 6 matto?! e Il Comodino con Alberta Basaglia, Giuliano Scabia e Peppe Dell’Acqua ingresso libero

ore 17 : Fuori luogo. Il divano e altre storie incontro I lavoratori ex Eutelia tra assemblea, auto aiuto e scrittura di sé Tiziana Crostelli, Paola Fontana lavoratrici ex Eutelia Corrado Mandreoli Cgil Milano Massimo Cirri conduttore di Caterpillar ingresso libero

ore 18.30: Fuori tutti! incontro La chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari, un banale atto di giustizia Stefano Cecconi Cgil nazionale – Comitato stopopg Franco Rotelli presidente Conferenza permanente per la salute mentale nel mondo “Franco Basaglia” ingresso libero

ore 21:  La luce di dentro. Viva Franco Basaglia spettacolo regia di Giuliano Scabia in collaborazione con Claudio Misculin e l’Accademia della Follia ingresso da 10 a 20 euro*

 

un progetto di cooperativa Con-tatto

info 338 8962711, 041 5242009 info@con-tattocooperativa.it ; www.festivaldeimatti.org ; www.socioculturale.it www.veneziamarketingeventi.it; www.comune.venezia.it ; www.teatrostabileveneto.it

* prevendita e info Hellovenezia 041 2424 www.geticket.it – www.hellovenezia.com

VENEZIA p.le Roma, tutti i giorni (8.30-18.30) ; VENEZIA Tronchetto, tutti i giorni (8.30-18.30); LIDO DI VENEZIA p.le Santa Maria Elisabetta, tutti i giorni (8.30-18.30); MESTRE via Verdi 14/d, da lunedì a venerdì (8.30-18.30), il sabato (8.30-13.30) ; DOLO via Mazzini 108, dal lunedì al sabato (8.30-18.30): CHIOGGIA piazza Vigo 1, tutti i giorni (8.30-17.30); SOTTOMARINA viale Padova 22, tutti i giorni (8.30-18.30)

 

vendita Teatro Goldoni il giorno dello spettacolo

orari biglietteria 10-13, 15-18.30, 20-21

si ringraziano per la cortese collaborazione e il costante supporto

Basilica dei Frari, Caaf Nord-Est, Caligola circolo culturale, Cgil nazionale , Fondazione Banca Santo Stefano, Fondazione Franca e Franco Basaglia, Hotel Amadeus, Hotel Ca’ Sagredo, Hotel Papadopoli, Hotel Principe, IRE Venezia, Ristorante Al Nono Risorto, Scuola grande San Teodoro, Vela, Venezia Marketing & Eventi

 
 
Aggiungi a SpecialiCondividiCondividi con notaMantieni come da leggereInvia a

news dal museo storico della liberazione

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/25/giudice-condanna-la-germania-a-risarc…

 
 
 
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/25/giudice-condanna-la-germania-a-risarcire-i-familiari-di-un-ex-deportato-nel-lager/166245/


Giudice condanna la Germania a risarcire i familiari di un ex deportato nel lager | Stefano Santachi
www.ilfattoquotidiano.it
#catmenu{ background: url(http://www.ilfattoquotidiano.it/wp-content/themes/ilfatto/img/bg-menutv.gif); padding:0px; margin:10px 0px;} #catmenu a{ background:none; height:20px; padding:0px 15px; float:left; margin:0px; border:1px solid #000; font-weight:bold; color…

 
 
Aggiungi a SpecialiCondividiCondividi con notaMantieni come da leggereInvia a

http://www.veleia.it/download/allegati/fn000087.pdf – un bel saggio di Alice Set…

 
 
 
http://www.veleia.it/download/allegati/fn000087.pdf – un bel saggio di Alice Setti sulle scritte carcerarie, tra le quali quelle del carcere di Via Tasso

http://www.veleia.it/download/allegati/fn000087.pdf
www.veleia.it

 
 
Aggiungi a SpecialiCondividiCondividi con notaMantieni come da leggereInvia a

Autismo, ecco le prime linee guida

Autismo, ecco le prime linee guida

 
 
 

Sono state presentate le prime linee guida per il trattamento dell’autismo. Il documento, elaborato dall’stituto superiore di sanità e pubblicate sul sito del Sistema nazionale per le linee guida, sono state presentate a Milano nel corso di un evento a cura dell’IRCCS Medea – La Nostra Famiglia, che ha presentato anche i risultati del primo Programma Nazionale di Ricerca Strategica in Età Evolutiva.

 

Le linee guida “Il trattamento dell spettro autistico nel bambino e nell’adolescente” si rivolgono a medici e famiglie e rappresentano uno strumento per facilitare un rapido trasferimento delle più recenti conoscenze elaborate dalla ricerca biomedica nella pratica clinica quotidiana. Si tratta di raccomandazioni di comportamento, messe a punto mediante un processo di revisione sistematica della letteratura e delle opinioni di esperti, che possono essere utilizzate come strumento per medici e amministratori sanitari per migliorare la qualità dell’assistenza e razionalizzare l’utilizzo delle risorse.

Le linee guida si basano sull’integrazione tra gli interventi farmacologici e non farmacologici e mirano ad interventi precoci suggerendo modelli di fornitura dei servizi per migliorare la qualità dell’assistenza ai pazienti.

 

Durante l’incontro sono stati presentati altri due studi sull’autismo. Il primo sull’importanza della individuazione dei bambini a rischio di autismo, della diagnosi e del trattamento precoci nell’autismo: un trattamento tempestivo infatti può modificare in modo significativo l’evoluzione del disturbo.

Per l’individuazione tempestiva dell’autismo l’IRCCS Stella Maris, in collaborazione con la Regione Toscana, l’IRCCS Mondino e l’IRCCS Medea, ha pianificato nella Regione Toscana percorsi formativi per i pediatri di libera scelta, ed ha proposto l’utilizzazione della M-CHAT come strumento utile per potenziare la loro capacità di riconoscimento dei casi sospetti nel corso del bilancio di salute del 18° mese. Attraverso tale programma si è reso possibile il riconoscimento tempestivo di bambini a rischio di autismo la cui conferma è avvenuta presso i servizi di NPI regionali. Parallelamente è stata avviata una ricerca sugli interventi terapeutici tesi a ridurre l’impatto di questo disturbo sullo sviluppo globale del bambino.

Il secondo studio (FABIA – FAmily Burden in Infantile Autism) riguardava il carico familiare associato all’autismo. Sono stati reclutati tre campioni stratificati per fasce di età (5-8 anni, 9-12 anni, 13-17 anni) di famiglie con un figlio di età compresa tra 5 e 17 anni affetto rispettivamente da disturbo dello spettro autistico, sindrome di Down e diabete mellito di tipo I esordito prima dei 5 anni. Tutte le famiglie studiate presentano livelli di stress emozionale e di sintomi depressivi e ansiosi sensibilmente superiori a quelli di popolazioni di riferimento valutate con i medesimi strumenti, ma le famiglie in cui è presente un disturbo dello spettro autistico sono sottoposte a un carico soggettivo e oggettivo, anche economico, superiore a quello, pur elevato, delle famiglie con un figlio affetto da sindrome di Down o diabete insulino-dipendente. Il carico familiare è risultato correlato a minor sostegno sociale percepito, peggiore opinione sulla qualità dell’assistenza, presenza di una patologia cronica in uno dei genitori, maggiore gravità clinica e minore funzionamento psicosociale del figlio affetto.

“Movimento lento” diventa associazione

“Movimento lento” diventa associazione

 
 
 

«Dopo tre anni di attività sul web e lungo i sentieri, il Movimento Lento ha deciso di fare il grande salto, costituendosi come Associazione senza scopo di lucro». È questo l’annuncio apparso in rete e firmato Alberto Conte, fondatore di itinerAria (www.itineraria.eu) e consulente nel settore della mobilità “dolce”. «La missione è quella di sempre: diffondere la cultura del viaggio lento come stile di vita, ma l’organizzazione si è allargata comprendendo nuovi amici, nuove idee, nuovi obiettivi.
Stiamo lavorando innanzitutto sui grandi itinerari, con azioni concrete che contribuiscano a risolvere i problemi di percorribilità e accoglienza, e promuovano il viaggio lento nel nostro Paese».

«Vogliamo essere estremamente operativi e costruttivi», prosegue Conte, «presentare le soluzioni prima ancora di segnalare i problemi, collaborare con chi lavora sul territorio ad ogni livello e in ogni settore: politico, associazionistico, professionale. In questo periodo di crisi profonda vogliamo contribuire alla costruzione di un nuovo modello di sviluppo, portando nella vita quotidiana la sensazione di semplice felicità che ci accompagna lungo i nostri cammini».

Approfondisci

 

grazie

stop al consumo di territorio

Eddytoriale 147 (28 ottobre 2011)

 
 
 

Il 29 ottobre, a Cassinetta di Lugagnano, si svolge il “Forum nazionale “Salviamo il paesaggio – Difendiamo i territori”. Confermando la piena adesione di eddyburg al movimento “Stop al consumo di territorio” e all’iniziativa del forum, abbiamo mandato messaggio la cui sostanza riportiamo di seguito.

Pakistan: la satira politica è un fenomeno su Internet

Pakistan: la satira politica è un fenomeno su Internet

 
 
 

Un video musicale caricato di recente su YouTube, da un gruppo di ragazzi di Lahore, sta suscitando molto scalpore su internet. Il testo della canzone è abbondantemente infarcito di satira politica, merce abbastanza rara in Pakistan negli ultimi anni.

Il gruppo si fa chiamare Beghairat Brigade ovvero ‘la brigata del disonore’ — gioco di parole che prende di mira la famosa ‘Ghairat Brigade’ ovvero la polizia morale nota per esercitare una forte influenza in Pakistan. Il video, caricato durante le ore piccole nella notte del 16 Ottobre, ha subito ricevuto migliaia di visite la mattina seguente.

Parlando ai media [ur] il gruppo ha spiegato la scelta di diffondere il video su Internet a causa del probabile rifiuto dei media tradizionali a trasmettere contenuti con messaggi di dissenso. La scelta si è rivelata molto felice ed ha funzionato benissimo per il gruppo; non solo il video ha ricevuto più di due milioni di visite su YouTube ma ha anche attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo, compresa la BBC.

Separa

Il testo ricco di satira unito a un video arguto, si è rivelato un mix perfetto per diventare un successo della rete. Le parole del video affrontano temi come la teoria del cospirazionismo e fanno riferimento all’ipocrisia della gente che plaude a criminali come Mumtaz Qadri, assassino del governatore del Punjab Salman Taseer [en come i link sucessivi eccetto ove diversamente specificato], e Ajmal Kasab, il terrorista implicato nell’attacco di Mumbai, riservando solo indifferenza per Dr. Abdus Salam, l’unico premio Nobel che il paese può vantare, a causa della sua appartenenza a un movimento messo fuorilegge dall’Islam.

Il video termina con una nota ironica, e al contempo di ribellione, con il primo cantante che solleva un cartello in cui è scritto : Se volete che mi sparino in testa, cliccate like per questo video.

Fermo immagine dal video musicale

Fermo immagine dal video musicale

Sul blog, il gruppo si dichiara apertamente a favore della libertà di parola e di espressione:

Abbi fede nell’Umanità, odia solo quelli che ti vogliono far ingoiare la loro religione, razza, cultura o etnia.

“Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo”

Le reazioni sui social media variano da lodi sperticate alla denuncia più totale:

@LutfIslam: Proprio quando sembrava che il popolo pakistano mangiasse se stesso, ecco che arriva la meravigliosa Brigata Baighairat: http://bit.ly/qbRiNb

@Rabeeltariq: @NadeemfParacha: La frustrazione degli adolescenti è venuta fuori ed essi hanno scelto la via più adatta e la più facile per far sentire la loro voce.

@Maria_memon: La Brigata Beyghairat passerà alla storia come quel gruppo di ragazzi che ha finalmente detto che il re è nudo. http://bit.ly/w12iK8

@boghleharsha: ho appena visto aalu anday accanto a quelli della Brigata beyghairat. molto interessante. l’arte c’è sempre quando la società è in subbuglio.

@Zak_: Cos’è questa Brigata Beyghairat’ (la Brigata del Disonore)? una nuova messinscena di pseudo-liberali…………

@TaimoorMalik : Beghairat Brigade sta ricevendo minacce per aver menzionato il Dr Salam nel video – Il nostro unico e solo premio Nobel, e però è un AHMADI! Tutta qui la sua colpa!

@Khandanish_: Grazie #NOT Brigata Beghairat perché siamo diventati famosi in India, con quel parole/pezzo su Ajmal Kasab. Nessuno lo ha mai considerato un eroe!

Raza Habib Raja scrive:

Mentre il testimone del Rock & Roll politico passa ai giovani, alcuni dei quali hanno il coraggio di dire ciò che andava detto molto tempo fa, ci sono tutti i presupposti per credere che, anche se in frange sparse, la sanità mentale esiste ancora. Complimenti Brigata Baighairat.. Ci hai dato la speranza..

La maggior parte dei commenti contenenti minacce è stata rimossa dal video su YouTube. In ogni caso, l’effetto complessivo del video è stato lodevole. Il tentativo della Brigata Beghairat di fare satira ha creato un precedente per l’uso dei social media per l’attivismo politico.

scritto da Sana Saleem · tradotto da Mariateresa Varbaro · articolo originale [en] · commenti (0) 
condividi: facebook · twitter · reddit · StumbleUpon · delicious · Instapaper



da Global Voices

Corso di Fotografia: catturare il mondo con sensibilità e rispetto

Corso di Fotografia: catturare il mondo con sensibilità e rispetto

 
 
 
Giovedì 3 novembre si chiudono le iscrizioni al corso di fotografia organizzato dalla Biblioteca del Confine della Fondazione Casa della carità.  Si tratta di un corso teorico – pratico per apprendere le principali tecniche fotografiche e per imparare a scattare immagini in contesti sociali difficili nel rispetto della dignità delle persone. Al corso parteciperanno anche i vari ospiti di Casa della carità.
Gli incontri previsti sono cinque: 9, 16, 23, 30 novembre e 14 dicembre, a cui seguirà un’uscita pratica da concordare con i partecipanti.
Gli orari del corso prevedono due distinte sessioni: I sessione 17.30 – 19.30; II sessione 20.30 – 22.30.Per iscriversi è sufficiente inviare una mail con i propri dati anagrafici, specificando a quale delle due sessioni si desidera iscriversi a: biblioteca.confine@casadellacarita.org .

 

 
 
Aggiungi a SpecialiCondividiCondividi con notaMantieni come da leggereInvia a