Chiudono gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari o riaprono i manicomi?


StopOPG chiede un incontro a Governo e a Conferenza delle Regioni, nell’imminenza dell’emanazione del Decreto, previsto dalla legge, relativo ai requisiti delle “nuove” strutture sostitutive gli attuali OPG.

Una tesi sul conflitto in Palestina (dedicata a Vittorio Arrigoni)

LE COSE BELLE VANNO DIFFUSE.

Buongiorno,
Sono uno studente in Psicologia clinica all’Università della Valle d’Aosta. Per la tesi ho scelto di occuparmi del conflitto che ancora oggi insaguina la Palestina, spinto anche dalla figura di Vittorio, dal suo impegno e dall’impatto che aveva avuto la sua visita qui ad Aosta parecchi anni fa. La tesi non si è concentrata solo sulla sua figura, ma si focalizza sull’importanza del gruppo per arrivare ad elaborare i conflitti, avendo anche avuto la possibilità di partecipare personalmente ad un progetto di mediazione con ragazzi israeliani e palestinesi in valle d’aosta, Voci di pace, alla sua seconda realizzazione, ma già da anni avviato in Italia. 
Scrivo questa mail per rendervi partecipi di quanto la figura di Vittorio sia stata importante.

ricordiamo un eroe, Peppino Basile

A 4 anni dal suo omicidio ricordiamo un eroe, Peppino Basile, consigliere comunale e provinciale dell’IDV in Puglia, ucciso nel giugno 2008 per le sue battaglie contro la speculazione edilizia sulle coste salentine.

Astuzia italiana e prestanza africana: il mix (perfetto) 2g di SuperMario


Mai come in quest’anno mi sono informata tanto di calcio: sentendo parlare di strategie e campionati. Inaspettatamente ho realizzato che certi aspetti del calcio sono più avanti del mondo civilizza…

l’adozione e balotelli

Di  Gabriella Meroni

GIOVANI. L’altra lezione di Mario

Condividi
Segnala a un amico
 

 

Stampa articolo

29 giugno 2012

Griffini: «Balo, un esempio per tanti ragazzi adottati»

 

Che sia un campione in campo, ormai non si discute più. Ma che fosse un campione anche fuori, qualche dubbio c’era, almeno fino a giovedì 28 giugno dopo la semifinale vinta contro la Germania, quando Mario Balotelli è corso ad abbracciare la madre Silvia in tribuna, e poco dopo in tv ha detto parole toccanti: “L’unica cosa che speravo era fare contenta mia mamma. Questi gol sono per lei, in assoluto”. Una mamma, che come hanno visto tutti gli italiani in diretta, ha la pelle di un colore diverso. SuperMario infatti è un figlio adottivo, e per i ragazzi adottati come lui “è un vero idolo, in tantissimi si identificano in lui”, come dice Marco Griffini, presidente di AiBi.

leggi tutto qui:http://www.vita.it/news/view/121285