29/12 : MILLI DAL BANGADESH

giorni di pacchia!

Milena Benedetta Rota 29 dicembre alle ore 15.02 Rispondi
Carissimi,
Qui ogni giorno che passa avrei un miliardo di cose da raccontarvi!
In questi giorni siamo in vacanza anche qui nel lontano Bangladesh e devo dire che a Santo Stefano e domenica me la sono spassata anche io!
Sono andata allo zoo di Khulna, che era in una zona militare (chissa’ perche’ le zone militari sono curatissime e bellissime!!!!) e allo zoo ho finalmente visto la tigre del Bengala che e’ una cosa enorme, neanche da immaginare! Saranno state lunghe due metri per 1,50 di altezza…quella li’ se ti prende altro che farti a pezzetti! Poi ho visto un boa o un pitone non so bene, ma cacchio, sembrava un’anaconda…sara’ stato lungo 4 metri per 10 cm di diametro…per fortuna erano tutti in letargo e comunque in gabbia…ma vi lascio pensare alla sicurezza della gabbie bangalesi…hhahahahahaha! Tuttavia, strano ma vero, la vera attrazione allo zoo non erano gli animali, ma io!!! C’era la gente che faceva di tutto per riuscire a farmi una fotografia, si nascondevano persino dietro agli alberi! Ahahahahahahha! E io ridevo un sacco!
Accanto allo zoo invece c’era Banglaland (l’equivalente di Gardaland versione benglaese)! Anche qui vi lascio immaginare la sicurezza dei giochi…quelli di Celadina sono di gran lunga meglio mantenuti…un’ammasso di ferro tutto arrugginito con degli ingranaggi che secondo me risalgono all’era glaciale! Comunque tranquilli, non sono salita su nessun gioco…anzi su uno si! Haahhaahha! Adesso ve la spiego. C’era sto trenino che dovrebbe equivalere a quei trenini che entri nei tunnel e ci sono gli spiriti e gli ululati. Dunque questo trenino passava attraverso una galleria lunga circa 5 metri in cui c’era una gabbia…per fare paura avevano ingaggiato due bambini che stavano dentro a questa gabbia a saltare e urlare…io continuavo a ridere…ma come cacchio si fa!!! Comunque I bambini si sono divertiti un sacco! E a quanto pare anche io!
L’altro giorno invece sono andata con padre Carlos in un villaggio qui vicino da una famiglia Bengalese di cui e’ molto amico e ci siamo fermati la a mangiare. Una figata! A parte che il mangiare Bengalese e’ squisito, si un po’ piccante, ma se lo sopporto io vuol dire che lo puo’ mangiare chiunque, comunque, per la prima volta ho mangiato come una vera Bengalese: seduta in terra su un materassino (messo apposta per me, se no era una stuoia), un bel piatto di riso, patate, pollo e un sughetto delizioso e via a mangiare CON LE MANI! Ragazzi e’ stata un’esperienza liberatoria al Massimo! E’ una figata mangiare con le mani!!! Certo I bengalesi sono composti a mangiare anche se mangiano con le mani, io invece sembravo un animale, mi cadeva roba da tutte le parti! Avranno pensato “che zozzona sta europea!” hahahahahahahahah! E a proposito, per chi pensava che venivo a rigenerarmi…non sono mai stata cosi’ messa male: ho le occhiaie fino ai piedi perche’ non dormo, ho messo su 4 kg in 20 giorni e non ho ne’ il tempo ne’ un posto dove fare attivita’ fisica! Ditemi voi! Comunque ho deciso che me ne sbatto e recupero quando torno in Italy!
Poi ho un’altra grande notizia: non ho piu’ schifo delle piaghe, delle ferite, delle mani e dei piedi monchi, delle ustioni e quant’altro. Riesco a prendere in braccio I bambini monchi, senza avere il minimo schifo. Riesco ad abbracciare e baciare le donne ustionate. Riesco a guardare le ferite aperte nelle gambe dei malati. E per me questa e’ un’enorme conquista…ho capito che non c’e’ niente che non possa cambiare nelle persone…penso che ognuno di noi sarebbe capace di fare qualsiasi cosa, di fronte alla necessita’ e nel quotidiano contatto con tutto questo.
Ho anche preso il pulman di linea per la prima volta…un’esperienza sconvolgente. Quando vedrete le foto dei pulman mi chiederete come ho fatto!
Inizio ad avere qualche difficolta’ con I bambini perche’ sono dei grandi casinisti e anche pasticcioni. Non nel senso che mi da fastidio che pasticciano, anzi, sono qui per quello, ma nel senso che qualsiasi cosa prendono in mano, se non sto attenta la riducono uno schifo. Questa e’ una cosa che non riesco a sopportare. Qui manca completamente la cura delle cose. E’ una cosa fastidiosissima. Pero’ d’altro canto non posso giudicare loro in base al mio modo di vedere, qui probabilmente c’e’ tutto un altro stile, che io devo ancora capire e provare fino in fondo. L’unica cosa che ho capito e’ che, se possono, ti fregano sempre! Soprattutto io che sono una donna Bianca! Ma non hanno capito bene con chi hanno a che fare! Io sono una donna Bianca sgamata! Ahahahahhaahahha!
L’altro giorno ho assistito a una cerimonia Indu. C’erano delle ragazze che facevano un rito per chiedere la fertilita’ e portavano le loro offerte a una statua con un pene gigantesco. E io ovviamente ho dovuto girare l’angolo per non ridere…ma stavo male perche’ dovevo rimanere seria e non ce la facevo. Finita la cerimonia si e’ avvicinata una donna e ha invitato me e padre Carlos nella sua casa. Suo marito e’ un artista e aveva dei dipinti bellissimi. Troppo bello. Ma la cosa bella e’ che questa donna nel salutarmi mi ha abbracciato e mi ha dato un bacio sulla guancia…e’ la prima volta da quando son qui che qualcuno mi abbraccia (bambini a parte) e mi sono commossa…mi stavo mettendo a piagere, ma quell cavron di padre Carlos ne ha dette una delle sue e son scoppiata a ridere!
Ultima cosa, dopo domani mi trasferisco in un altra casa e poi vado a Dhaka (la capitale) per due o tre giorni.
Quindi non mi resta che farvi un augurio speciale, perche’ il 2010 inizi bene e continui ancora meglio…quello che mi sento di dire in questo momento e’ che davvero non c’e’ nulla che non possa cambiare e nulla che non si possa risolvere, quindi avanti! Iniziamo questo nuovo anno con un gran bel sorriso, che e’ la cosa piu’ bella del mondo e non conosce differenze di razza ne’ di lingua!! E dopo questa predica stile padre saveriano (mi stanno contagiando) (in piu’ le suore mi hanno dato il tovagliolo ufficiale con il mio numero e mi chiamano “suora”) (hahahahahahah) (adesso basta parentesi) vi saluto!!
Un forte abbraccio a tutti, ma forte forte davvero!

29/12 : MILLI DAL BANGADESHultima modifica: 2009-12-29T18:56:42+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento