TRISTI SALUTI DALL’ ITALIA ALL’ AMAZZONIA

 

 

 

…………

Somoza: «Ho conosciuto Francesco, è autentico»

fra
 
 
 
Intervista al presidente dell’ong italiana Icei, al quale il nuovo pontefice insegnava Letteratura spagnola nel liceo in cui i gesuiti accoglievano i dissidenti della dittatura. «È l’arcivescovo che ha tenuto uniti gli argentini nel default del 20…
 
 
 
 
 
Io di Alfredo mi fido ciecamente!
Paolo

news sul Papa (Alfredo Somoza; Don Gallo)

 

 

www.infobae.com

El premio Nobel de la Paz celebró la designación de Jorge Bergoglio como nuevo l…Visualizza altro


Alfredo Luis Somoza E’ un conservatore teologico, socialmente molto sensibile. antiliberista e fustigatore del FMI.
 
 
 
 
Don Gallo (Don Andrea Gallo) - Genova, Italy
 

Don Gallo commenta la nomina di Jorge Mario Bergoglio. «Spero che Papa Francesco cambi la chiesa»genova.mentelocale.it
Genova – Il prete da marciapiede scive su Facebook le prime impressioni sul nuovo pontefice. «Basta ai pontificati europeisiti. Arriva un sudamericano». Con la speranza che sia riformista

Latinoamericana, di E. Che Guevara

  Titolo    Latinoamericana  Autore    Ernesto Che Guevara  Edizione    Universale Economica Feltrinelli  Pagine    130  Tre righe sul libro  (o quasi)Gli appunti di viaggio di uno dei più grandi r…
 
 
 
 
 
 
………….

Perù: parte la Grande Marcia per l’Acqua

Perù: parte la Grande Marcia per l’Acqua

 
 
 Logo della Gran Marcia per l'Acqua

Nell’ambito delle manifestazioni [it] contro il progetto minerario Conga [es, come tutti i link che seguono tranne ove diversamente indicato] che minaccia la sopravvivenza delle sorgenti e delle lagune sulle alture nei pressi di Cajamarca, nel nord del Paese, rientra anche un’azione di mobilitazione e sensibilizzazione nazionale denominata “La Grande Marcia per l’Acqua”. Attraverso la pagina Facebook dedicata, i promotori ne illustrano le caratteristiche salienti:

 
 
GRAZIE

Folk, spiritualità e tradizione nativo americana: intervista a Edgar Muenala

Folk, spiritualità e tradizione nativo americana: intervista a Edgar Muenala

 
 
 
Il mio bagaglio culturale mi aiuta a sopravvivere. Non solo nella mia carriera musicale, ma anche nella mia vita quotidiana. Non appartengo alla società nordamericana, quindi abbracciare le mie radici native è l’unico modo per superare uno stile di vita che non sento mio.