5/9 – 15/9 18° MILANO FILM FESTIVAL

 

L’appuntamento con il Milano Film Festival è dal 5 al 15 settembre 2013; per tutti gli aggiornamenti è sempre consultabile il sito www.milanofilmfestival.it


18° MILANO FILM FESTIVAL

Milano, 5-15 settembre 2013

 

sabato 7 settembre alle 21

Spazio Oberdan Milano

 

EVENTO SPECIALE

in collaborazione con Naga

Diego Star di Frédérick Pelletier in ANTEPRIMA ITALIANA

 

ingresso gratuito

 

Il Milano Film Festival rinnova la collaborazione con Naga per dedicare una serata al tema dell’immigrazione e, in questa edizione, ai migranti lavoratori. L’appuntamento, a ingresso libero fino a esaurimento posti, è allo Spazio Oberdan sabato 7 settembre alle 21.

 

Mentre i flussi migratori rallentano e cambiano rotte, gli immigrati sono sempre più spesso lavoratori che lottano per i loro diritti.

Come raccontano Diego Star, storia di discriminazione, lotta e protagonismo, in anteprima italiana dopo la presentazione al Rotterdam Film Festival, e il video La logica del logista, appositamente prodotto dal Naga per questa occasione, che sarà proiettato prima del film, storia di Luis Seclén, 56 anni, economista in Perù, qui in Italia carrellista e “animatore” della lotta all’Esselunga di Pioltello.

 

Diego Star

Frédérick Pelletier / Canada, Belgium / 2013 / HD / 87’

La nave cargo russa Diego Star, su cui lavora il meccanico africano Traoré, è ferma per un guasto sul fiume San Lorenzo, in Canada: le autorità stanno indagando sull’origine del problema e l’equipaggio viene dislocato presso gli abitanti della zona. Traoré si ritrova così a vivere da Fanny, una giovane madre sola e a poco a poco i due diventano amici. Intanto il capitano, per non incorrere in sanzioni incolpa il meccanico promettendo all’equipaggio di pagare gli arretrati se confermeranno la sua accusa. Il tema del capitalismo e della corruzione sono lo sfondo per la vicenda profondamente umana di due sconosciuti che si ritrovano uniti a causa delle condizioni che governano oggi il mondo del lavoro.

 

sab 07 alle 21, Spazio Oberdan, ingresso gratuito

 

Milano Film Festival è una produzione esterni*

 

*esterni è un’impresa culturale che dal 1995 progetta spazi pubblici, disegna servizi per piccole e grandi comunità, promuove e realizza eventi di aggregazione, sviluppa campagne di comunicazione necessaria e partecipata. Lavora con enti pubblici e privati in Italia e all’estero, condividendo competenze, progetti e risorse.

www.esterni.org

 

 

Informazioni

info@milanofilmfestival.it tel/fax +39 02 713613

Ufficio stampa

Francesca Gerosa_+39.340.2350215_francesca@milanofilmfestival.it

Valentina Calabrese_+39.338.3905642_valentina.calabrese87@gmail.com

Naga: Info: www.naga.itnaga@naga.it – 349.1603305





…………..

-- 


Milanocinemambiente: il 15, 16 e 17 luglio al parco Teramo di Milano

 >>> SCARICA IL REPORT “LATINOS” IN PDF 

Milanocinemambiente: il 15, 16 e 17 luglio al parco Teramo di Milano i film premiati al festival internazionale di Torino
Per la prima volta in città, tra le panoramiche dei grandi festival arriva Milanocinemambiente, una selezione delle produzioni più significative che arrivano al festival di Torino attraverso l’”environmental film festival network”, dove confluiscono da tutto il mondo i migliori film e documentari a tematica ambientale. Anche la possibilità di realizzare l’iniziativa in un parco di periferia, dove Milano confina col parco sud ci sembra particolarmente adatta. Potremmo riassumere i temi che verranno affrontati nei tre giorni della panoramica con: acqua,energia e cibo per tutti. Il programma delle tre giornate si snoda tra questi tre argomenti, e si interroga sulle risposte possibili. Le proiezioni verranno sempre precedute da presentazioni e dibattiti e durante la giornata sarà possibile approfondire la conoscenza di quello che si muove a Milano sui temi della sostenibilità ambientale grazie alle associazioni che aderiscono all’iniziativa. La giornata di domenica, in particolare, sarà articolata con una serie di iniziative dedicate ai bambini e alle famiglie, contribuiranno alla realizzazione le numerose associazioni che partecipano a Milanocinemambiente. I film presentati sono anteprime assolute per la città ma già sottotitolati, per una fruizione più semplice e per rendere il contenuto accessibile a tutti. E L’INGRESSO E’ LIBERO!

 >>> TUTTE LE INFO E IL PROGRAMMA SUL SITO BARRIOS.IT 

The Lady”, il film di Luc Besson su Aung San Suu Kyi

Il 23 marzo arriverà nelle sale italiane il film “The Lady”, che racconta la vicenda umana e politica della leader birmana e premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi. Lanciata …

HAI UN CORSO DA SEGNALARE ?

 


Avete organizzato un corso di fotografia, di grafica, di cinema, di recitazione…?corsi formazione

La AB Film mette a disposizione delle associazioni che ne faranno richiesta, uno spazio sul proprio sito per pubblicizzare i vostri corsi (solo se attinenti al mondo della grafica, cinema,  fotografia…) e purché siate un’associazione culturale, quindi non a fini di lucro, registrata in provincia di Monza Brianza. 

E allora cosa aspettate? Avanti c’è posto!!



Per info e segnalazioni scrivere a redazione@abfilm.org

 

http://www.abfilm.org/segnalazione-corsi/hai-un-corso-da-segnalare


grazie

I film italiani visti da un corrispondente straniero. Questa settimana Lee Marshall, collaboratore di Condé Nast Traveller e Screen International. Separa Là-bas

I film italiani visti da un corrispondente straniero. Questa settimana Lee Marshall, collaboratore di Condé Nast Traveller e Screen International.

Separa
Là-bas
Di Guido Lombardi. Con Moussa Mone, Esther Elisha. Italia 2011, 100’

Due film italiani sul tema dell’immigrazione, due approcci molto diversi. Terraferma di Emanuele Crialese era una storia drammaticamente ben costruita, visivamente ricca, ma la sua visione dell’immigrazione clandestina era esterna. E come molte visioni da fuori, era anche assai sentimentale. In questi giorni è uscito (in pochissime sale) Là-bas di Guido Lombardi, che prende spunto dalla strage di Castel Volturno del 2008 per raccontare la storia di Yssouf, giovane africano che approda nella Pomodoro valley a nord di Napoli pieno di speranze e sogni di ricchezza. Lombardi racconta la vicenda dall’interno, con attori (bravi) provenienti dalla comunità africana locale, con dialoghi prevalentemente in francese. S’immedesima con una naturalezza rara, che mi ricorda Saimir di Francesco Munzi, unico altro film italiano che è riuscito ad andare sotto la pelle di una comunità emarginata. Perfino la struttura narrativa di Là-bas, nonché la sua bella colonna sonora, sembra determinata, almeno in parte, dalla comunità che raffigura, rifacendosi a un certo filone picaresco del cinema africano. Il risultato forse a tratti sarà un po’ naif, ma è tutto fuorché liberal-sentimentale.

Internazionale, numero 928, 16 dicembre 2011

e’ morto vittorio de seta

ZaLab si unisce al dolore dei documentaristi italiani e di tutto il mondo per la scomparsa di Vittorio di Seta, maestro insuperato di poesia del reale.

Vittorio De Seta, la grammatica del documentario



di Alberto Bougleux. Videointervista, Spagna 2008, 10 min Prod. Quaderni del CSCI-ZaLab, 2008

Scorsese ha detto di lui che era un antropologo che si esprimeva con la voce di un poeta. A noi invece ha detto che dell’antropologia non gli importava proprio niente, e tutto quel che cercava era la poesia, “che è come il sale, conserva le cose”. In questa videointervista, realizzata da ZaLab a Barcellona nel 2008*, Vittorio De Seta, padre del documentario italiano, ripercorre gli elementi fondamentali della sua personalissima cinematografia, dal suono, al montaggio, al rapporto con i personaggi e i loro ambienti. Un appello alla resistenza per un mestiere difficile e necessario, un richiamo alla sfida del reale, che può tornare a imporsi anche quando sembra ormai troppo tardi.

 

*pubblicata in Quaderni del CSCI, n. 4, 2008, Barcellona.


da za lab

Adda film festival, corti da tutti i fiumi del mondo: 4 Dicembre 2011a Cornate D’Adda

Adda film festival, corti da tutti i fiumi del mondo: 4 Dicembre 2011a Cornate D’Adda

 
 
 

Domenica 4 Dicembre 2011 alle ore 16.00 presso la Sala Pluriuso del Municipio di Cornate d’Adda verrà presentato Adda Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi dedicato a tutti i fiumi del mondo, voluto ed organizzato da Comune di Cornate d’Adda, Città di Trezzo sull’Adda e Comune di Brivio con il patrocinio della Provincia di Monza e della Brianza e in collaborazione con Bmovies, associazione culturale già ideatrice di BrianzaFilmCorto, che farà da madrina al lancio di questa prima edizione proiettando i corti vincitori di BrianzaFilmCorto 2011.