Microcredito in comune

BackHome

 

7

 
  • Font Size Decrease font size Increase font size 
  •  
 
Rate this item

(0 Voti)
 
 

Prestiti per pagare bollette dell’acqua, Tia (tariffa di igiene ambientale), multe e imposte locali attraverso il microcredito. Il tutto sotto la garanzia del Comune, che diventa così allo stesso tempo garante e creditore del denaro dovuto. L’amministrazione laziale di Civitavecchia è la prima inItalia ad aver firmato un protocollo con l’Ente italiano per il microcredito per consentire a persone, ditte e piccole imprese di accedere a prestiti per il pagamento dei tributi comunali arretrati.

“È un intervento sociale della banca e del Comune in favore del cittadino in difficoltà”, spiega il sindaco di Civitavecchia Pietro Tidei, in quota Pd. “In questo modo – aggiunge – l’amministrazione non si pone più come un ente impositivo ma a fianco del cittadino”. Il traguardo in realtà è doppio: in questo modo si aiutano le fasce deboli a sanare le proprie pendenze arretrate, ma si permette ai conti in rosso del Comune di prendere subito una boccata di ossigeno. “Noi vogliamo risanare un bilancio con debiti di 30 milioni. È ovvio che in questo momento il Comune non può rinunciare a riscuotere i propri debiti – afferma il primo cittadino. – Abbiamo trovato tributi di tre anni di acqua e Tia mai riscossi, e siamo costretti a inviare bollette molto salate, fino a 4mila euro che molti cittadini non sono in grado di saldare”.

Così interviene il microcredito. Il funzionamento è semplice: il Comune fa una cessione di credito alle banche e si pone come garante istituendo un fondo. I cittadini, ma anche ditte individuali, piccole imprese e cooperative possono avere accesso al finanziamento, fino a 5mila euro, fissato da un ufficio tributi. Il destinatario del prestito può scegliere le modalità di restituzione dell’importo (Rid, carta prepagata, bollettino postale) in rate sino a 80 euro per un totale di 60 mesi. Il progetto, che riguarderà tra le 7mila e le 9mila persone, per un debito medio di 2mila euro di Tia e 2mila di acqua, ha come obiettivo di “riportare nelle casse del Comune fino a 7 milioni di euro”. “Per le banche – illustra Tidei – con la garanzia del fondo rotativo, che si alimenta grazie a una percentuale delle entrate delle bollette, non c’è nessun rischio”.

Comunque, in caso di insolvenza, gli istituti creditizi verranno risarciti con il fondo di garanzia del Comune, mentre verso i cittadini, in caso di rottura del patto fiduciario con il comune, verranno attuati i procedimenti di riscossione coattiva che invece gli vengono evitati attraverso questo sistema “di rientro nella regolarità a basso costo”. La data di partenza è fissata per la fine dell’estate, quando verranno identificate le banche aderenti al progetto. In questo senso, Mario Baccini, presidente dell’Ente nazionale per il microcredito fa sapere di aver “incontrato il presidente dell’Associazione bancaria italiana, Antonio Patuelli, per avere massimo sostegno da tutta l’Abi affinché anche nell’area gli istituti possano rispondere con la massima premura ai bandi promossi”. Il ruolo dell’ente nel progetto è quello, infatti, di “essere un collettore tra istituzioni e territorio e di fornire un servizio di tutoraggio e sostegno alle imprese per la realizzazione del piano con un basso default”.

Un modo per permettere ai cittadini di “tornare ad essere contribuenti senza debiti nei confronti della municipalità ed evitare quei traumi psicologici dovuti al recupero dei crediti in modo coatto che in questo periodo di crisi non sono sostenibili. Questa è una strada percorribile ed alternativa che auspichiamo – conclude Baccini – possa essere riproducibile anche in altre realtà territoriali”.

Tratto da “Il Fatto Quotidiano

16/6 A CONCOREZZO TORNA IL BARATTO

CONCOREZZO – In tempi di crisi economica come questi occorre ingegnarsi, anche nello shopping.Sta tornando di moda il riciclo, gli oggetti vintage ancora in buono stato, i mercatini dell’usato che…

I GAS (gruppi d’acquisto solidale)

Si chiamano G.a.s., Gruppi di acquisto solidale. Sono presenti in tutt’Italia. Permettono di acquistare soprattutto generi alimentari, ma anche prodotti di altro tipo. Hanno grande attenzione alla qualità e alla sostenibilità… 

LEGGI QUI: http://bit.ly/QlJ5jM




———–




Otto metri quadri al secondo, zero cibo per 19 persone ogni ora

Consumo di suolo non è solo devastazione del paesaggio e della natura. E’ anche minaccia all’alimentazione. Una riflessione per eddyburg sollecitata dal rapporto ISPRA presentato lo scorso …
 
 
 
 
 
 
 
…….

Microcredito, piccoli prestiti per grandi scopi

Microcredito, piccoli prestiti per grandi scopi
Considerato dai più una forma di finanza etica, il microcredito è stato reso celebre a livello internazionale da Muhammad Yunus. Scopo del microcredito è favorire l’inclusione finanziaria per combattere la povertà e l’esclusione sociale.

LEGGI QUI: http://www.abcrisparmio.it/guide/investimento-sicuro/microcredito-piccoli-prestiti?rffp

 
 
 
 
 
 
 
………….

Krugman: l’austerità dell’Europa e di Monti è un salasso medioevale

 
Le dimissioni di Mario Monti sono un sintomo del fallimento delle politiche di austerità europee. E’ l’opinione di Paul Krugman, il Premio Nobel per l’Economia che da ormai molto tempo critica aspr…
Dec 12, 2012 2:58:28 PM
 
 
 
 
……

News dalla associazione dei comuni virtuosi



News dai comuni associati:

Monsano, un altro passo verso la sostenibilità
Ponte nelle Alpi: un archivio di storie
Pontebba: Presentazione, in anteprima nazionale, del “Muro Solare”
Energia sostenibile per Corchiano
L’EMAS di Avigliana (TO)
Mirabello: Un esempio per il territorio
Malegno: Il rifiuto migliore è quello non prodotto!
Mirabello in festa
Il centro anziani di Mirabello

News dal mondo

Un appello da Lampedusa
Finlandia: emissioni in calo dell’80% entro il 2050
Omm, moltiplicazione estremi meteo
Hedegaard, a Doha non si accettano passi indietro
Acqua: i consumi nelle città
Le Energiadi di Milano
Gas serra: nuovo record mondiale nel 2011
Confcommercio a Clini: sospendere nuova tassa rifiuti
Eurispes: il riciclo è la strada maestra per l’Italia
Sei idee originali “made in Italy” dalla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2012
Porta a porta anche nel Centro Storico di Mantova
La Valle d’Aosta dice NO a qualunque modo di bruciare i rifiuti
Milano: finanziati due nuovi itinerari ciclabili
Torino: il car sharing compie 10 anni
Smog: che cosa c’è nel nuovo piano per la qualità dell’aria di Parigi
Fiab scrive agli Europarlamentari italiani: Eurovelo nella Rete TEN-T
Cagliari: in bici sul tram
Il Portogallo condannato per smog
Ha un eco-manager il 40% delle aziende italiane
Appunti di viaggio
Le verdi innovazioni della Venezia del Nord

BLABLACAR: OFFRI O TROVA UN PASSAGGIO!

 

 

  • da Daniele Biella

     

    ciao paolo, conosci questo? che ne pensi? (se ti va condividi pure l’articolo)

 

  • Blablacar, la rivoluzione è già iniziata

Mettiamo in contatto conducenti e passeggeri

Trova un passaggio

 

Scegli tra le offerte di passaggio di 822,234 conducenti in tutta Europa

 

 

 

 

……….