festival della filosofia di modena – lezioni complete (2009- 2010)

dal sito di Paolo Ferrario:
 
Vincenzo Vitiello – Cristianità (2010)www.mediafire.com/?zcfnz4dy9rwpmppRemo Bodei – De fato di Cicerone (2010)www.mediafire.com/?m75b6dbba6mibfdMilad Doueihi – Mi sento fortunato (2010)www.mediafi…
Fernando Savater – Libertà (2009)www.mediafire.com/?aoi0k4394u0x846Maurice Olender – Razza (2009)www.mediafire.com/?1v769n6rjljvtwwUmberto Curi – Straniero (2009)www.mediafire.com/?patogadqpg9w2alE…
vai a: FESTIVAL FILOSOFIA MODENA (lezioni magistrali complete) – PODCAST FILOSOFIA. Filed under: CONVEGNI, INCONTRI, FESTIVAL

Abitatori del Tempo: sul tema dell’ERRARE. Riflessione sull’oggi nell’incontro con grandi filosofi

Abitatori del Tempo: sul tema dell’ERRARE. Riflessione sull’oggi nell’incontro con grandi filosofi, da 3 febbraio al 30 marzo 2012, in 9 Comuni della Provincia di Monza

 
 
 
Dal 3 febbraio al 30 marzo 2012 tornano gli appuntamenti con i grandi filosofi contemporanei. Riparte la rassegna “Abitatori del tempo”, ciclo itinerante di incontri in Brianza dedicati alla riflessione sull’oggi con i grandi filosofi. Abitatori del tempo: 10 Incontri in 9 comuni della Provincia, per riflettere insieme sul tema dell’ “Errore”. La VIII edizione di Abitatori […]

I libri citati da Bauman

An Italian journalist writes about perspective, a notion that Italy sort of invented and then forgot. Because the future is the consequence of what we do today. Subjects: knowledge economy and happiness, social media and information ecology, value and vision. ABOUT ME. CHI SONO. RSS

I libri citati da Bauman

Luca De Biase
on June 6, 2011 11:07 AM
 

Ieri a Trento, Zygmunt Bauman ha tenuto una lezione straordinaria, chiarissima, sincera. Al centro, la descrizione di una società contemporanea nella quale la misura di ogni aspirazione è il consumo, la causa delle grandi sofferenze (la fine delle risorse, l’esplosione del prezzo del cibo, la crescita inaccettabile dell’ineguaglianza) è il consumo, lo strumento che placa il dolore del senso di colpa morale dovuto alla distrazione con la quale si vivono le relazioni sociali è il consumo.

Il consumo. Il consumo che non risponde più solo ai bisogni, ma che sollecita e risponde nello stesso tempo ai desideri. Il consumo fatto per crescere all’infinito. Che agisce come una droga, crea dipendenza e soddisfa solo in dosi sempre più grandi.

Il momento della verità, però, dice Bauman, è vicino. Resta da capire, aggiunge, se arriverà per via di una tragedia o per via di una presa di consapevolezza.

Tra i suoi regali alla platea tre libri, citati nei passaggi decisivi.

Tim Jackson, Prosperity without growth: un libro che Bauman ha presentato come un vero e proprio evento culturale decisivo, concentrato sull’argomento fondamentale di come aumentare la felicità senza dipendere dalla crescita.

Elinor Ostrom, Governing the commons: come gestire le fondamentali risorse comuni in un’epoca che quasi non sa più riconoscerne il valore. (cfr. Scott London)
Hans Jonas, The imperative of responsiblity: un classico per la discussione etica nell’era della tecnologia, che tra l’altro mostra come in un mondo tanto interconnesso da ridiscutere ogni confine la nostra visione morale sia ancora quella che funzionava quando il vicinato era il principale spazio di relazione e la principale piattaforma di social networking.
 

Emanuele Severino e il pensiero occidentale

»
Paolo Ferrario

Emanuele Severino individua il tratto comune del pensiero occidentale: credere che le cose non siano eterne, che tut…
Paolo Ferrario

Emanuele Severino parla del senso greco della “verità” analizzando le parole aletheia (ἀλήθεια) ed epistème (επιστήμ…

grazie