“EMERGENZA” FREDDO? VERGOGNA ITALIANA

Clochard Alla Riscossa

IN AULA A MONTECITORIO,L’ON. CITTADINA Eleonora Bechis HA FATTO QUESTO INTERVENTO :

Onorevoli colleghi
Apprendo dagli organi di stampa che in Piazza Risorgimento a Torino è stato dato fuoco ai giacigli dei Barboni che sono costretti a dormire all’addiaccio nelle lunghe e fredde notti torinesi.
In Italia l’esistenza dei senzatetto viene scoperta ogni anno in questo periodo, quando con i primi freddi arrivano anche le notizie dei primi decessi. Vi svelo una verità millenaria, dopo l’autunno arriva l’inverno e d’inverno fa freddo.
La vera EMERGENZA è la completa mancanza di volontà politica di affrontare la vita quotidiana, che OGGI prevede periodi di difficoltà dove la gente sta perdendo tutto.
I senzatetto chiedono poco:
la residenza che gli viene illegalmente negata dai comuni che dovrebbero dargliela;
Delle strutture dove potersi lavare ed espletare decorosamente i propri bisogni;
un posto sicuro e caldo dove passare la notte;
Invece trovano:
le amministrazioni Indifferenti che invece di fornire aiuto, pongono ulteriori ostacoli, impedendo l’ utilizzo degli unici ripari disponibili, seppur improvvisati
e dei vigliacchi che danno fuoco ai loro giacigli di fortuna;
Trovano la morte, perché nel 2013 si muore ancora per il freddo.
E lo stato cosa fa? Dov’è nel momento del bisogno?
La buona notizia è che i cittadini onesti e gli stessi Clochard, senza tetto, senza fissa dimora, comunemente chiamati barboni, si stanno organizzando dando fondo agli ultimi centesimi che hanno in tasca per far sopravvire al freddo dell’inverno più persone possibili, con l’unico strumento salvavita d’emergenza: il sacco a pelo.
Mi auguro che molti cittadini seguano tale esempio, perchè lo stato è fatto di cittadini e i cittadini, in una comunità, si aiutano a vicenda perché nessuno deve rimanere indietro.