ARUNDHATI ROY: L’IMPERO E IL VUOTO

Arundathi Roy è una scrittrice indiana (keralese), autrice del best seller “Il dio delle piccole cose” in cui denuncia l’insensatezza delle divisioni castali. Molto del suo impegno civile è speso all’interno del movimento no global mondiale.

“L’Impero e il vuoto” è uno dei libri dedicati a  questo tema.

Clicca sui file allegati :

Limperoeilvuoto1.doc.doc 

limperoeilvuoto_2.doc.doc

 

 

grazie

 

 

                                

MAL BIANCO – DI LEELA MARAMPUDI

Ancora un libro di autrice indiana. Leela, una ragazza che condivide con le mie figlie l’esperienza dell’adozione e dello stare “tra due rive”.

Riporto un breve brano dalla sua intervista: “Per quanto mi riguarda, la mia condizione di adottiva mi ha portata inconsciamente a cercare delle origini.
“Quella che noi chiamiamo rosa / con qualunque altro nome profumerebbe con la stessa dolcezza”, scriveva Shakespeare: ma il profumo forse viene percepito in modo diverso a seconda della cultura? Mah… mi sembrava che alcune sfumature del mio profumo, qui, non venissero percepite come le percepivo io.
Mi sono cercata più coscientemente attraverso viaggi di ritorno, nella speranza di poter trovare un posto in cui stare a piedi nudi, perché avere le scarpe, forse, vuol dire essere di passaggio e mi sono accorta che anche in India accadeva lo stesso per altre sfumature ancora.
Nella totalità non mi ritrovavo da nessuna parte. Condizione questa che mi dava una sensazione di grande libertà, ma anche di tortura, perché credo che pure il più grande zingaro abbia bisogno almeno di poter fare casa negli occhi di qualcuno e così credo di aver fatto.
Ora mi sembra di poter dire che la mia patria è in ciò che amo.”

Sii felice! Paolo

 

E’ LA VITA, DOLCEZZA – DI GABRIELLA KURUVILLA

Segnalo il libro “E’ la vita, dolcezza” di Gabrilla Kuruvilla, scrittrice e pittrice di padre indiano e madre italiana. Non è un libro consolatorio. Il contenuto è duro e la prosa tagliente. E’ una raccolta di racconti che mettono il luce il disagio e la sofferenza dell’essere “a metà”, sospesi fra due mondi cui non si appartiene mai appieno.

Come forse sapete ho due figlie indiane, anzi keralesi (e anche il padre di Gabriella è keralese, come dice il cognome). Come le mie figlie Gabriella è a cavallo fra due mondi. Una posizione scomoda e a volte dolorosa ma che evidentemente ha stimolato in lei passione, curiosità, creatività.

A volte “non appartenere a due mondi” consente di sfuggire ad una visione monocorde, ai pregiudizi e ai limiti di una cultura e ai dogmi e ai preconcetti dell’altra. Non si è del tutto indiani e neppure del tutto italiani, ma forse si può essere così, “più umani”. 

Auguro alle mie ragazze e a tutti i “G2” (i ragazzi di seconda generazione) di scoprire e valorizzare questo scomodo ma straordinario patrimonio. C’è da dare a questo paese che si sta arroccando in difesa e tingendo di grigio una bella mano di colori.

Intanto Vi giro un articolo di Repubblica sul libro e sulla sua autrice.

Cliccare su :  http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/spettacoli_e_cultura/passaparola/gabriella-kuruvilla/gabriella-kuruvilla.html

 

grazie

 

 

 

 

SE LA GLOBALIZZAZIONE FOSSE UN ROMANZO

di Shafique Keshavjee – IL PROFETA E LA PRINCIPESSAEinaudi – Milano – 2004 Milano

L’autore è di origine indiana, nato in kenia nel 1935 da famiglia musulmana, poi emigrata in Europa. Ha frequentato l’islam durante l’infanzia. Poi ha vissuto in India avvicinandosi alla cultura induista. Infine in Europa si è convertito al cristianesimo divenendo pastore protestante. Oggi vive in Svizzera, a Ginevra, dove anima un importante centro internazionale per il dialogo interreligioso.

Il profeta e la principessa è un romanzo pieno di pathos ma che ha anche il pregio di spiegare (non a caso il sottotitolo è:”se la globalizzazione fosse un romanzo…”) i meccanismi dell’economia globale, dei conflitti sociali e religiosi e le posizioni di chi lotta contro questo sistema di mercato che poggia sull’ingiustizia e lo sfruttamento.

clicca sul file :                  Il Profeta e la principessa.doc

 

GUIDA ALL’IMPERO PER LA GENTE COMUNE – DI ARUNDHATI ROY

Un’altra opera di A.R. straordinaria scrittrice e donna impegnata per i diritti delle donne e dei contadini e contro i meccanismi distruttivi della globalizzazione.

clicca sul file                         Guidaallimperoperlagentecomune.doc.doc

 

 

ciao

ALTRI LIBRI PER INDIANOFILI

Vi segnalo una serie di libri di romanzieri indiani che meritano di esser letti. Sono diversi  e trovo inutile anticiparvi notizie sui contenuti. Tutti condividono alcuni aspetti specifici della letteratura indiana che vi butto lì sommariamente.

E’ l’incontro con un universo antropologico incredibile e caleidoscopico (lingue, etnie, caste, professioni, tradizioni diversissime) che la letteratura indiana ci restituisce con una incredibile dovizia di particolari (minuziose descrizioni di abbigliamento, riti, cibi, sapori, profumi, odori…).

E’ un mondo a volte astorico, sospeso nella dimensione del racconto mitico. I personaggi spesso  fluttuano in questo spazio di sogno. Ma poi in questi luoghi sospesi in una dimensione atemporale irrompe la storia coi suoi conflitti devastanti: le feroci lotte nate dalla spartizione, la guerra con la Cina , i conflitti per il Kashmir, la guerriglia fra indu’ e mussulmani degli anni 90. C’è l’India arretrata e lenta dei villaggi e l’ammassarsi spaventoso ma vitalissimo degli uomini nelle metropoli come Bombay. C’è la vena distaccata di chi ridimensiona gli eventi quotidiani e li legge all’interno di una visione ciclica della vita umana  e del cosmo. C’è una passione tutta indiana per l’ironia. C’è l’eroico impegno di molti operatori sociali che spendono la vita per combattere la discriminazione e la povertà. C’è la famiglia, cardine della società. Ma la famiglia spesso impone anche tradizioni ingiuste. C’è una spaventosa corruzione e una contraddizione stridente fra nuovi modelli di sviluppo ed una cultura millenaria.

Soprattutto ci sono migliaia di storie!!!!

Insomma…cercate questi libri e leggeteli!

 

per trovare i titoli clicca su: LIBRI INDIANOFILI.doc

           

GRAZIE

.

 

VINOBA, L’EREDE DI GANDHI

VI SEGNALO IN BREVE SINTESI UN BELLISSIMO LIBRO DI LANZA DEL VASTO CHE DESCRIVE LA VITA DI VINOBA, GRANDE DISCEPOLO DI GANDHI. OVVIAMENTE LA SINTESI E’ SOLO UN INVITO A LEGGERE IL TESTO COMPLETO CHE CI ILLUSTRA LA STRAORDINARIA SAGGEZZA DELL’APPROCCIO GANDHIANO ALLA VITA E ALLA SOCIETA’.

PAOLO

clicca su    Vinoba.doc

GRAZIE