29/5 – AMNESTY A SARONNO: ROM E SINTI, SGOMBERI FORZATI: LA RISPOSTA SBAGLIATA

“Il gruppo 135 Saronno di Amnesty International è lieto di invitarvi a questa conferenza:

ROM E SINTI: ESCLUSI, EMARGINATI, “ABUSIVI”
SGOMBERI FORZATI: LA RISPOSTA SBAGLIATA
UN ALLOGGIO ADEGUATO E’ UN DIRITTO UMANO

Sabato 29 Maggio ore 21:00

Saronno, Auditoriun Aldo Moro, Viale Santuario 13

Ingresso libero

Negli ultimi anni, le Autorità italiane hanno adottato una serie di misure discriminatorie, che hanno contribuito alla stigmatizzazione dei Rom residenti nel nostro paese.
Gli sgomberi forzati sono diventati ancora più frequenti dopo la conclusione di accordi in materia di sicurezza tra il governo centrale e le municipalità, a seguito dei quali alcuni poteri sono stati trasferiti dal ministero dell’Interno alle autorità locali.
Nell’ambito della campagna “Io pretendo dignità”, Amnesty International chiede ai governi di prendere tutte le misure necessarie, compresa l’adozione di leggi e procedure in linea col diritto internazionale dei diritti umani, per proibire e prevenire gli sgomberi forzati.
Per chiarire l’argomento si terrà un incontro di approfondimento sul Piano Nomadi varato dal Governo nella capitale

Intervengono:

Alessandra Meloni Coordinatrice per il diritto all’abitare Amnesty International sez. Italiana

Dijana Pavlovic Federazione Rom e Sinti insieme

Fabrizio Casavola Redazione Mahalla

Introduce e modera l’incontro: Davide Franchi Responsabile gruppo 135 Saronno Amnesty International

Argomenti di discussione:

Verrà approfondito il Piano Nomadi varato dal Governo nella capitale.
Verranno analizzati gli sgomberi in corso nella città di Milano.
Sarà presentata la situazione dei Rom e dei Sinti nel resto d’Europa.
Verrà trattata la questione importante della comunicazione nei mezzi di informazione
Si discuterà di quali risposte potrebbero essere fornite dalle politiche pubbliche in merito all’accesso al lavoro e alle questioni abitative

Saranno presenti come testimoni persone ROM che hanno subito l’esperienza degli sgomberi forzati.
Nel corso della serata verranno proiettati dei filmati.

Blog Mahalla: WWW.SIVOLA.NET

Dijana Pavlovic (vedi Wikipedia)

Gruppo Amnesty 135: Eventi gruppo 135 su Facebook

Sperando di aver fatto cosa gradita, vi aspettiamo numerosi.

Gruppo Amnesty International 135 – Saronno

via Antici, 5 SARONNO
Tel: 3479282282

Mail: gr135@amnesty.it”

CIAO

a proposito del campo rom di via idro

A proposito del campo di via Idro

Ricevo da Tomas e vi propongo (perché non è giusto dare solo immagini edulcorate della realtà dei campi):

“Parlo di una esperienza di vita per due mesi la…come tutti i campi Rom da
chiudere subito…come dice la mia compagna-promessa sposa rom “il campo Rom
peggiore che ho visto nella mia vita” con i Rom più degenerati…
Meno male che non tutti sono così

Saluti libertari dall’italia

Tomas

E poi Tomas mi allega uno scritto dell’amico Mihai pubblicato a suo tempo su Internazionale!!! (il mondo è piccolo!)

clicca su: Due euro per la fortuna.doc

 

grazie

 

6 maggio: festa del Gurgevdan

Da Alberto Maria Melis
6 maggio: festa del Gurgevdan

Condividi

Il Gurgevdan

Roger Bastide, nel volume «Ethnologie Général, EncycIopedie de la Pléiade», dice che ogni rito «… è un ricominciare ciò che è accaduto nei tempi primordiali, ma non è una semplice commemorazione, abolisce il tempo profano per fare penetrare l’uomo nell’eternità. Il mito rivive, il tempo mistico viene restaurato, ridi viene presente, con tutta la sua forza attiva. Cosicché tutte le feste, tutte le cerimonie, non sono altro che il ricominciare di ciò che è accaduto… La natura e la storia vengono rigenerate mentre sono reintegrate in questo “illo tempore “, che in effetti ha fondato all’inizio del mondo sia la natura che la storia».
Il rivivere di questo mito, la restaurazione di questo tempo mistico, esplode con incommensurabile vitalità quando i Romà khorakhané cagliaritani festeggiano alcune ricorrenze di carattere religioso, delle quali la più importante e la più sentita è certamente la Festa di Primavera, che si svolge il 6 Maggio e che viene anche chiamata Gurgevdan, cioé Festa di San Giorgio.
È parere di alcuni ziganologi che gli Zingari festeggino le ricorrenze in qualche modo assimilate dalle popolazioni cristiane e islamiche che hanno incontrato lungo la strada dall’India.
Di questa assimilazione sarebbero un esempio i festeggiamenti più noti tra gli Zingari di fede cristiana, quelli cioè relativi al pellegrinaggio che ogni anno essi fanno sino al Santuario di Saintes-Maries-de-la-Mer, in Camargue, dove la leggenda vuole che nel 40 d.c. fossero approdate tre donne, insieme a San Lazzaro resuscitato, a Massimino e a Sidone, su una barca abbandonata in alto mare dagli Ebrei.
Delle tre donne, le cui reliquie sarebbero state riportate alla luce da Re Renato di Provenza nel 1448, i rom ne venerano in particolare una, Santa Sara l’Egiziana, la santa di pelle nera che essi hanno adottato come loro patrona e che dicono fosse della loro stessa “razza”.
Secondo il De Foletier è probabile che questo culto abbia avuto inizio solo in tempi non troppo remoti e grazie all’identificazione in una santa che come loro era «Kalé», cioè di pelle scura.
Nel caso del Gurgevdan invece le origini sono probabilmente assai più lontane nel tempo e se assimilazioni vi sono state è altrettanto probabile che esse si siano innestate alla perfezione su ricorrenze ancora piu antiche.
Il San Giorgio, la Festa di Primavera, come cadenza temporale, si collega ad un periodo che per i rom ha un’importanza fondamentale: viene a morire l’inverno e la Primavera dà inizio ad un nuovo ciclo vitale, le tenebre vengono sostituite dalla Luce, cessa il sonno della natura che si risveglia nella sua nuova esistenza.
Può essere un fatto casuale, o da ricollegarsi ad altre usanze rituali, ma appare opportuno ricordare che anche nel Peloponneso, e parliamo di più di seicento anni fa, gli Zingari del Feudo degli Acingani, nel mese di Maggio, si recavano in festante corteo sino alla residenza del feudatario e qui, tra balli e canti, rizzavano l’Albero di Maggio.
E sono proprio l’albero e l’acqua, come vedremo più avanti, i simboli primordiali della vita, che ritornano con puntualità nelle celebrazioni della Festa di Primavera e in quella, per gli i rom cristiani, del San Giorgio Verde (altra ricorrenza che si svolge in primavera).
Nel San Giorgio Verde un ragazzo viene «vestito» con rami e foglie di salice, quasi a diventare un albero vivente il cui compito sarà quello di esorcizzare, tra le altre cose, i corsi d’acqua.
Nel Gurgevdan invece i corsi d’acqua e gli alberi trovano una diversa collocazione. Prima di descrivere nei particolari lo svolgersi della festa occorre dire due parole sulla figura di San Giorgio, che nella mistica cristiana è il simbolo della lotta del bene contro il male e di cui si sa, ma con poca certezza, che potrebbe essere stato un guerriero martire a Lydda, in Palestina, sotto l’impero di Diocleziano.
Ma San Giorgio è un santo particolare anche per un altro motivo: egli è l’unico riconosciuto tale sia dai cattolici, sia dagli ortodossi e sia dai musulmani. Viene festeggiato anche nella ex-Jugoslavia e più in generale in tutti i Balcani. Nel Kosovo, il 6 Maggio di ogni anno, i pellegrini si recano alla Roccia di Drahovco, luogo in cui, secondo le leggende locali, San Giorgio arrestò il proprio cavallo sul finire di una dura battaglia. Perito ed assetato venne salvato dall’ animale, il quale, battendo gli zoccoli su una grande roccia nera, ne fece sgorgare l’acqua che lo dissetò.
Nei Campi di Cagliari i preparativi per la ricorrenza cominciano solitamente alcuni giorni prima. Tutte le famiglie, anche quelle più povere nelle quali di norma i pasti non sono certo abbondanti, si sono costrette al risparmio perché per il giorno della festa niente venga a mancare.
Gli uomini hanno provveduto per tempo ad ordinare una o più pecore, il piatto più importante dei banchetti, presso i pastori che pascolano le greggi nelle campagne circostanti la città.
La mattina presto, appena sorge il sole, le donne, gli uomini e i bambini più grandi, preparano i fuochi. Mentre il Campo prende vita e il fumo dei fuochi si confonde con la bruma, tutti si scambiano i saluti augurali: un abbraccio e un bacio sulle labbra ripetuto alcune volte.
Poi, mentre le auto sono state agghindate con fiori e pezze di tessuto colorato, ci si prepara ad un breve viaggio: la sua meta è un corso d’acqua, un fiumicciatolo, sito ad una ventina di chilometri dalla città. Quando la carovana di auto giunge sul posto è ancora molto presto e le acque del piccolo fiume sono molto fredde.
Nonostante questo tutti fanno in modo di bagnarsi almeno le gambe; per alcuni minuti, tra grida di gioia e grandi risate, si cammina o si corre nell’acqua, poi ci si avvicina agli alberi che cingono le rive del fiume e ognuno prende alcuni ramoscelli.
Anche i ramoscelli vengono immersi nell’acqua.
Prima di andar via si effettua un brindisi e si scambiano altri saluti augurali. Rientrati al Campo i ramoscelli vengono offerti a quelli che non hanno potuto recarsi al fiume (gli anziani, i malati, le donne rimaste a custodire i bambini più piccoli) e altri vengono posti sulla porta di ogni baracca. L’intera mattinata verrà poi trascorsa nei preparativi per la festa vera e propria, che comincerà nelle prime ore del pomeriggio.
Le pecore vengono uccise, appese sui pali o sui rami degli alberi e accuratamente scuoiate. Poi, ripulite, vengono infilzate su lunghi pali e lasciate un paio d’ore ad asciugare al sole.
Sulla tarda mattinata gli uomini, che hanno già preparato i tappeti di brace, sistemano le pecore sui fuochi e ne curano la cottura, girando ogni tanto i pali per far sì che essa sia ben uniforme. Nel pomeriggio, quando anche gli ospiti gagé sono ormai arrivati al Campo, si dà inizio alla festa.
Non si tratta, in questo caso, di un unico grande banchetto: ogni famiglia prepara nella sua baracca il proprio personale pranzo, che viene sistemato o su lunghi tavoli o su grandi piatti circolari chiamati Tevsie e direttamente poggiati sui tappeti: la pecora arrosto, E Bakri, riveste un significato particolare. Il suo sacrificio, secondo i Roma più anziani, ricorda l’episodio di Abramo e Isacco presente nel Vecchio Testamento ed in qualche modo funge da ringraziamento per le grazie ricevute. Se queste vengono ritenute particolarmente importanti allora il Kurbano (il sacrificio), assume un significato più solenne e con la carne della pecora viene cucinata la Shastimace, il cibo della guarigione.
Esso viene poi offerto a tutte le famiglie del Campo perché ognuno possa partecipare alla gioia del ringraziamento(…)

da La terza Metà del Cielo di Alberto Melis

Paolo: chi sa dirimere la questione?

9/5 – LAPRIMAVERASCUOLA. I bambini di Rubattino e altre storie

LAPRIMAVERASCUOLA. I bambini di Rubattino e altre storie

Tipo:
Festa –
Data:
domenica 9 maggio 2010
Ora:
11.00 – 19.00
Luogo:
piazza Leonardo da Vinci, Milano

Descrizione

il Comitato di zona 3 per una Scuola di Qualità invita:
ore 11: la gara di biglie
mostra fotografica scuole Pini e Feltre (Rubattino)
ore 12.30/14: cibi e sapori dal mondo
ore 14: musica, teatro, interventi-Orchestra di via Padova, Muzikanti di Balval, Blue Cacao,Brincadera, Contrabbanda, Rosa dei Venti, Rhapsodija Trio, Cabaret Migrante e altri
video e laboratori
informazioni su tagli agli organici, bilanci e mense, tutto sulla scuola
promuove: Comitato di zona 3 per una Scuola di Qualità

links da “Voice of Rom”

03/22/10 23:06 PDT

about Rom-related websites (quoted from americangypsy.com):

“Since the Rom are a truly international people, the world wide web has proven an ideal tool for them to keep in contact with each other. There are hundreds of websites, chatrooms and e-mail lists operating in Romani and/or the language of their home country. Here are a few different sites (mainly in English) which provide an overview of Romani culture, history, politics, language, music and plain everyday life. Most of these sites have links to other sites if you want to take your research further.”

 

Newest Web Resources

GypsyTown.com – “GypsyTown.com™ is a Romani community where you can find Roma friends, shop at the Gypsy store, & learn about everything Roma.”
  www.gypsytown.com

NRADO – National Romani Anti-descrimination Organization. Focuses on defending against slurs and other racist behavior against Romani people, especially in North America.
  www.gypsytown.com

List-servers and Discussion Groups

Roma_in_Americas – Yahoo Group – Hosted by Prof. Ian Hancock, Roma_in_Americas features discussions of the Romani experience, plus news and personal reports about things observed and happening both here and abroad.
   groups.yahoo.com/group/Roma_in_Americas

Roma_Daily_News – Yahoo Group – “Cultural, political and other news from Roma communities around the world.”
   groups.yahoo.com/group/http://groups.yahoo.com/group/Roma_Daily_News

Khere – Adopted Roma and Families Information Network (KARFIN) – This Yahoo Group, moderated by a Romani woman and another adoptive mother with close ties to Roma, is primarily intended for adoptive and foster parents… a VoR project
  http://groups.yahoo.com/group/karfin

Culture

Romani Archives and Documentation Center (RADOC) – at University of Texas, the leading USA facility for Romani Studies (under the direction of Ian Hancock)
  www.radoc.net

Mundi Romani – the world through Roma eyes – documentary series by Roma film maker Katalin Barsony, co-produced by Duna Television Hungary and the Romedia Foundation
  www.radoc.net

Gypsy Lore Society – Scholarly association, founded 1888, however, controversial among Romanies.
  www.gypsyloresociety.org

ROMLEX – Romani lexical database – massive online vocabulary – 27 dialects, translations to 16 other languages, 121758 words and word-fragments.   romani.kfunigraz.ac.at/romlex/

Patrin Web Journal – the oldest web resource, since 1996…

Documentation and Cultural Centre of German Sinti and Roma
  www.sintiundroma.de

Toronto Roma Community Centre
  www.rcctoronto.org

Amala School – school for Romani culture – Galbeno, Serbia
  www.galbeno.co.yu

Little Dust Productions – film makers for “Gypsy Caravan” and “American Gypsy”
  www.littledust.com

Esma Redzepova-Teodosievski (“Esma”) – Beloved Macedonian singer and humanitarian. Appx. 63 albums
  www.esma.com.mk

News and Political Organizations

Romanian National Office for Roma
  www.rroma.ro/

Institute for Race Relations (UK) – “Educating for Racial Justice,”search archive for Roma and Gypsy news reports
  http://irr.org.uk

Romano Them/Chachipe – aim of this website is to inform about the situation of Roma in Kosovo and Kosovo Roma in Diaspora
  kosovoroma.wordpress.com

Rroma – focusing on the situation in the Southern Europe and Hungary
  www.rroma.org

Rom News Network – from Germany, large archive of news reports, currently intermitantly active
  romnews.com/community/index.php

Roma Center for Social Intervention and Studies – website in Romanian (Centrul Romilor pentru Interventie Sociala si Studii)
  www.romanicriss.org/

Amnesty International
  www.amnesty.org

Commission on Security and Cooperation in Europe – US Helsinki Commission
  www.csce.gov/

Dom Research Center – Middle East and North African Gypsy studies
  www.domresearchcenter.com

European Roma Rights Center
  www.errc.org

Human Rights Watch
  www.hrw.org

International Movement Against All Forms of Descrimination and Racism – “empowerment, solodarity, advocacy”
  www.imadr.org/

Open Society Institute and Soros Foundations Network
  www.soros.org

Organization for Security and Cooperation in Europe
  www.osce.org

Project on Ethnic Relations – dedicated to reducing inter-ethnic conflict in Central and Eastern Europe and in the former Soviet Union
  www.per-usa.org

Dženo Association (CZ) – independent Roma media news and information service
  www.dzeno.cz/?r_id=28

Roma Press Center – in Hungarian
  www.romapage.hu

Balkan Human Rights – Roma page (items older than 11-2004)
  www.greekhelsinki.gr/special-issues-roma.html

Union Romani – in Spanish
  www.unionromani.org

Holocaust – Porrajmos (other links often have info on this topic)

Holocaust – Documentation and Cultural Centre of German Sinti and Roma
   www.sintiundroma.de/content/index.php?navID=154&tID=74&aID=0

“Genocide Of European Roma (Gypsies), 1939-1945” – article in online Holocaust Encyclopedia, University of Minnesota
   www.chgs.umn.edu/histories/victims/romaSinti/jewishResponses3.html

“Jewish Responses to the Porrajmos” – article at Center for Holocaust & Genocide Studies, University of Minnesota
   www.ushmm.org/wlc/article.php?lang=en&ModuleId=10005219

 

Links from americangypsy.com

DMOZ open directory – comprehensive lists of Rom-related sites clearly organized in all categories: arts, education, news etc.
http://dmoz.org/Society/Ethnicity/Romani/

Romani Org homepage – lots of links and historical / political essays
http://www.romani.org/

Gypsies and Travellers, books published by the University of Hertfordshire Press
http://www.herts.ac.uk/UHPress/Gypsies.html

CD lists – an incomplete list of generally available Romani music
http://home3.swipnet.se/~w-39932/cdlists/genre/gypsy.html

World Wide Web Virtual Library: Roma/Gypsies
http://www.geocities.com/Paris/5121/vlib

The Romany Language
www2.arnes.si/~eusmith/Romany

The Roma: Myth and Reality by Ian Hancock
www.geocities.com/Paris/5121

We are Roma and Not Gypsies by Zara Russell
www.peak.sfu.ca/the-peak98-2/issue6/feature.htm

Assaults on Truth and Memory: Holocaust Denial in Context by Ward Churchill
www.lbbs.org/Zmag/articles/cot96church.htm

Roma Around the World:

Canadian journal about Romani events and culture – Romani Lil
http://romani.org/toronto/RomanoLil.html

Czech Republic Roma – a comprehensive and regularly updated website run by a team from Radio Prague
http://www.radio.cz/roma/

French site dedicated to Romani culture – Balval
http://perso.wanadoo.fr/balval/

Hungarian Romani website
http://www.romapage.c3.hu/

Italian website about Roma worldwide
http://perso.infonie.fr/mayvon/prefere.html

Spanish site about Roma – Union Romani
http://www.unionromani.org/

Swedish Roma – a small website with a couple of essays.
http://home6.swipnet.se/~w-69051/romapeople.html

Human Rights Watch: Abuses Against Serbs and Roma In the New Kosovo
www.hrw.org/hrw/report/1999/kosovo2

The Gypsies of Kosovo
www.decani.yunet.com/gypsies.html

ciao

 

A PROPOSITO ORIGINI INDIANE DEI ROM

Indo-Roma Cultural Centre in India

Indo-Roma Cultural Centre in India
This is my pleasure to inform all of you that India Inter-Continental Cultural Association, Chandigarh (registered under Government of India’s Registration of Society Act) is engaged in promoting art, literature and culture at international level by organising literary and cultural programmes.
During the last 10 years we have also […]

Rajan Zed nominated as senior fellow

Rajan Zed nominated as senior fellow Correspondent
03/03/2010 – RELIGIOUS STATESMAN Rajan Zed has been nominated as Senior Fellow of ‘Foundation for Interreligious Diplomacy’, who will also act as religious advisor on Hindu issues to the foundation, as per a press statement.
Headquartered in New York, United States of America and launched in […]

Hindus & Jews want European Union to officially declare Roma maltreatment as “ap

Hindus & Jews want European Union to officially declare Roma maltreatment as “apartheid”
22/02/2010 – Hindus and Jews have asked European Union to officially declare Roma maltreatment as “apartheid” and then make all out effort to resolve it.
Rajan Zed, acclaimed Hindu statesman; and Rabbi Jonathan B. Freirich, prominent Jewish leader in Nevada and California […]

Romani Radio Program – Indian Interview

Interview by Yvonne and Dave Slee on the Romani Radio Program in Perth (WA, Australia) with an Indian couple about similarities between Romani and Indian culture, religion and language.
Link: http://www.youtube.com/watch?v=Rc9bEQBG7EI

National Party representative charged over Roma “study”, party falling apart

National Party representative charged over Roma “study”, party falling apart
Prague, 6.12.2009, 09:09, (ROMEA)
South Bohemian police detectives have charged the author of a publication entitled “The Final Solution to the Gypsy Question” (“Konečné řešení otázky cikánské”), the main idea of which is that the Roma should be deported to India. The […]

Happy Deepawali – the Festival of Lights!

Dear Roma brothers, sisters and friends
I wish all of you a very Happy Deepawali – the Festival of Lights.
Let the darkness of mind is washed away and body & soul is enlightened.
_______________________
Join us at our 5th. International Writers Festival-India
going to be held on 14-15, November, 2009
at Jaipur (Rajasthan)-India
For more details visit:
www.indianwriters.org
www.writersclubinternational.org
or email to:
writer_dev@hotmail.com
editorkafla@yahoo.com
_______________________
With Love from […]

Bangladesh – Grambangla Unnayan Committee and Jajabar Bede Porishad

Grambangla Unnayan Committee and Jajabar Bede Porishad (Gypsy Bede Council)
House No. 93, Road No.1, Mohammadia Housing Society, Mohammadpur, Dhaka-1207, Bangladesh
Telephone:0088 01715 020055, 0088 02 9114094
E-mail: grambangla.bd@gmail.com; grambangla@yahoo.com
www.grambanglabd.org
DESCRIPTION OF ONGOING PROGRAM
Mobile School Program for the Gypsy Bede Children: More than 95 percent of the 800,000 nomadic Bedes are illiterate in Bangladesh. Children of […]

Gypsies of Bangladesh (Bedes) need information, communication and replicable ide

To:
Mr. Valery Novoselsky
Roma Virtual Network (RVN)
Str. Yehuda Halevi 4/14.
Kiryat-Shemona 11572.
Israel
From:
A K M Maksud
Executive Director
Grambangla Unnayan Committee & ASHOKA Fellow
Dhaka, Bangladesh
Subject: Gypsies of Bangladesh (Bedes) need information, communication and replicable ideas for their own human development
Dear Mr. Valery Novoselsky,
Grambangla Unnayan Committee (GUC), is a non-profit and non-governmental organization (NGO) working with the gypsies of […]

Punjab govt ignores Padamshree awardee on his birth anniversary on September 23

Punjab govt ignores Padamshree awardee on his birth anniversary on September 23
GURPREET SINGH MEHAK
Tuesday, 22 September 2009
FATEHGARH SAHIB: There is no sort of respect that awaits the birth anniversary of former Padamshree awardee W.R. Rishi by the Punjab government and district Fatehgarh Sahib administration who have nothing to mark the […]

Hindus & Jews pinning hopes on Pope for highlighting Roma apartheid in Czech Rep

Hindus & Jews pinning hopes on Pope for highlighting Roma apartheid in Czech Republic
Hindus and Jews are hopeful that Pope will not stay apathetic to apartheid conditions faced by Roma people in Czech Republic and will strongly take-up their cause during his September 26-28 visit.
Rajan Zed, acclaimed Hindu statesman; and Rabbi Jonathan B. Freirich, prominent […]

1/5 NOTTE GIALLA DI SOLIDARIETA’ CON IL POPOLO ROM

jovica.jpg

1 MAGGIO serata con JOVICA JOVIC e TRIO MIRKOVIC

Inizio:
sabato 1 maggio 2010 alle ore 21.00
Fine:
domenica 2 maggio 2010 alle ore 0.00
Luogo:
ARCIMETROMONDO VIA ETTORE PONTI 40 MILANO

Descrizione

sabato 1 maggio
NOTTE GIALLA DI SOLIDARIETA’ CON IL POPOLO ROM

ore 21.00

Cena dell’est

Antipasto di lecsò di verdure e uova con ungheresi.

Piatto unico di gulasch e patate.

Dessert al cioccolato.

prenota on-line oppure tel. 02.89159168

La cucina è a cura di “Q-di QUOCO” – www.qdiquoco.it

e poi… musica, parole, spettacolo e ballo con
Jovica Jovic

Jovica Jovic è un grande maestro della fisarmonica, è rom ed è nato nel 1952 a Belgrado in una famiglia di musicisti. Mentre suo nonno e suo padre suonavano il violino, Jovica, all’età di 9 anni, ha deciso di dedicarsi alla fisarmonica, che ha imparato a suonare senza spartiti…Dopo pochi anni ha iniziato a suonare a feste e matrimoni e con la maggiore età ha deciso di lasciare la Serbia per cercare maggiore fortuna in qualche altro paese europeo. Da più di 30 anni suona in Italia con la sua fisarmonica cromatica, cioé con i bottoni al posto della tastiera, acquistata a Stradella nel 1971. Da quell’anno ha suonato e fatto concerti in tutta Europa, suonando con la sua band I Muzikanti e accompagnando talvolta altri artisti noti come Moni Ovadia, Dario Fo, Vinicio Capossela e Piero Pelù. Dal 2007, anno in cui è scaduto il suo visto, ha dovuto iniziare una doppia vita: artista acclamato sul palco e clandestino costretto a nascondersi giù dal palco. Ora sembra che finalmente sia arrivato il nuovo permesso di soggiorno per Jovica; cosi potrà continuare tranquillamente la sua vita di artista e maestro qui in Italia.
Mirkovic Trio
Dall’incontro tra l’italiano Raffaele Kohler e i fratelli serbi Kristina e Ivan Mirkovic nasce il trio Mirkovic – un trombettista, una violinista – ed una voce – ed un musicista compositore.
L’approccio è del 2007 e la vicenda creativa si sviluppa tra Milano e Belgrado. Ne scaturiscono sonorità in ibridazione – citazioni dai contesti pop, matrici balcaniche, note morbide e avvolgenti di repertori antichi, e lampi nitidi di folk-rock aulico e festoso – non senza alcune ricche venature poetiche che sanno di Francia.
Oro d’oro è il primo CD del Trio Mirkovic. E’ costituito da 10 canzoni risultate dalla tromba di Raffaele, dalla voce e dal violino di Kristina, dalle rielaborazioni, dalla chitarra, dal basso elettrico e dal buzuki di Ivan – cui si sono accompagnati la batteria di Ivan Ciccarelli, la tastiera di Zika Filipovic, il piano di Massimo Caroldi, il flauto di Massimo Caroldi e la darbuka di Davide Marzagalli.
Testimonianza solidale di MARIA LUISA AMENDOLA, mamma di Rubattino, su persecuzione dei rom a Milano, interviene un esponente di Opera Nomadi.

Mostra fotografica di PAOLO POCE.
Parte del ricavato verrà devoluto a favore di bambini rom

ingresso (con tessera ARCI) :
cena + concerto 15,00 euro – concerto 5,00 euro