cogito ergo sum (fondazione franceschi)

bann_cogito.jpg

 

 

Abbiamo, ad oggi, pubblicato oltre 2000 pezzi di 800 autori su vari aspetti della realtà quotidiana, Cultura, Economia, Arte, Letteratura, Cinema ecc. Tutti i materiali pubblicati e le biografie degli autori possono essere liberamente consultati nell’archivio, all’indirizzo http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum

_________________________________________________________

Cogito, ergo sum – idee e riflessioni contemporanee – n° 152

_________________________________________________________

 

Chiara Saraceno: Le strutture religiose accolgano gli immigrati

In un periodo di tagli alla spesa sociale, tutti devono fare la loro parte, soprattutto chi è beneficiario di sostanziosi sconti fiscali

Barbara Spinelli: Il crimine dell´indifferenza

Una vera discussione sulla democrazia è in corso, e a questa discussione gli occidentali non partecipano, per ignoranza o disprezzo.

Eugenio Scalfari: Gran confusione nei cieli d’Europa

E’ soprattutto in Europa che la confusione ha raggiunto il massimo.

Roberto De Mattei: L’«eretico» del Cnr: «I terremoti? Un castigo divino»

Roberto de Mattei, vicepresidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) : «Riaffermo solo la tradizionale dottrina cattolica»

Emilio Carnevali: Fukushima e l’Isola di Pasqua

Senza una seria riflessione sui rischi di questo modello di sviluppo, la nostra civiltà sembra destinata a ripercorrere – in grande – il cammino degli abitanti dell’Isola di Pasqua: abbattuto l’ultimo albero, è cominciata una lunga e inesorabile decadenza.

Guglielmo Ragozzino: Nucleare, tre domande e tre risposte

“Non facciamoci prendere dalle emozioni”, hanno detto a caldo i governanti di fronte alla tragedia di Fukushima. Prendiamoli alla lettera: ragioniamo.

Vincenzo Comito: Non passa lo straniero?

Caso Parmalat, Tremonti alza tardive difese contro l’assalto francese alle imprese italiane. Barricate di carta, che non possono certo arginare una crisi di sistema

Marzio Galeotti: Quello strano dibattito intorno all’atomo

Dopo Fukushima va ripensata interamente la nostra politica energetica

Oliver Sacks: Missione 2011 impariamo a cambiare la nostra mente

Allenare il cervello è essenziale al benessere cognitivo.

Eugenio Scalfari: Fratelli d´Italia un Paese in cerca dell´età adulta

La memoria del Risorgimento ci può aiutare a maturare l’idea di nazione ma tutto dipende da noi, qui e ora.

Fabrizio Galimberti: Perché l’Italia non cresce

Da 40 anni manca in Italia una vera “politica industriale”

Nadia Urbinati: Quando la giustizia è alle dipendenze del governo

Il meccanismo dell´equilibrio dinamico dei pesi e contrappesi ha per obiettivo quello di far sì che nessun potere dello Stato prevarichi gli altri

Tito Boeri: Se i giovani fuggono dalle università

Che bisogno c´è di studiare dopotutto quando si può guardare più di 200 canali alla tv?

Roberta De Monticelli: A chi l’esclusiva dei diritti umani?

Una raccolta di testi sulla genesi del concetto dei Diritti Umani

Elisabetta Ambrosi: Elogio della disobbedienza

La trasgressione del senso comune sembra finalmente tornare un valore.

Hans Küng: Il mondo sul baratro dell’irresponsabilità

La religione del libero mercato e i limiti profondi del capitalismo

Chantal Mouffe: Questa rivolta muterà la nostra idea di Islam

Una sinistra moderna contro il neoliberismo globale, banche, multinazionali.

Antonio Gnoli: La sottile linea scura tra noi e il corpo dell’anima

Storia dell´ombra da Platone alla modernità

Cesare De Seta: I preraffaelliti Burne-Jones e Rossetti innamorati dell’italia

Alla Galleria Nazionale d´Arte Moderna di Roma, i maestri inglesi dell´800 che si ispirarono ai grandi del nostro Rinascimento

Pippo Ranci Ortigosa: Il nucleare dopo la catastrofe giapponese

L’uscita immediata dal nucleare è una decisione di tale importanza da non doversi adottare né sulla spinta dell’emozione della tragedia giapponese né sotto la pressione degli interessi.

Leonardo Becchetti: La “big society”. Ecco come realizzarla

Le attuali ristrettezze devono diventare un’opportunità per creare sinergie tra pubblico, privato profit e privato sociale.

Annalisa D’Orazio: Energie rinnovabili abbandonate all’incertezza

L’incertezza sul futuro va quindi eliminata al più presto per ridare certezza a consumatori e imprese, ma soprattutto credibilità alle politiche del governo.

Lucio Caracciolo: Comunque vada noi non potremo uscirne vincitori

Nella guerra libica, l’Italia ha una certezza. Comunque andrà a finire abbiamo perso

Roberto De Mattei: Il terremoto un castigo di Dio?

Roberto De Mattei, vicepresidente del Cnr (il più grande ente di ricerca italiano) parla del terremoto a Radio Maria

Eduardo Di Blasi: Avvocati in piazza. Ecco la “trappola” della mediazione

Dal 20 marzo parte della giustizia civile sarà amministrata da privati.

Lucio Caracciolo: Affidiamoci allo Stellone

“Guerra” è vocabolo espunto dal nostro gergo istituzionale.

Lucia Annunziata: La campagna d’Africa di Barack Obama

A differenza di quel che appare, questa è una guerra tutta americana e ha come obiettivo non il Medio Oriente ma l’Africa.

 

cogito ergo sum (fondazione franceschi)ultima modifica: 2011-03-29T14:31:10+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento