dopo il flop ronde lo spionaggio di vicinato

IL CONTROLLO DEL VICINATO

Il controllo delle strade con militari, carabinieri, poliziotti, truppe antisommossa, finanzieri, vigili, guardie municipali, guardie private, camionette, mitra, giubbotti anti proiettili, manganelli, caschi e le indimenticabili ronde non riesce più a garantire la sicurezza del cittadino. La Regione Lombardia è corsa ai ripari. L’assessore del Pdl Stefano Maullu ha introdotto il controllo del vicinato. A Milano, associazioni e amministratori di condominio potranno indicare eventuali sospetti alle forze dell’ordine. Saranno istituite: “Zone di Controllo del Vicinato” con appositi cartelli stradali. Si potrà finalmente mandare in galera il vicino di casa: il sogno di tutti gli italiani. … [continua]

 

dopo il flop ronde lo spionaggio di vicinatoultima modifica: 2009-11-23T13:43:16+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento