FEMMINICIDIO – TRE STORIE

DA SAVERIO TOMMASI (ricevo e pubblico con piacere)


Di femminicidio e violenza sulle donne si parla spesso, con il rischio di finire con l’associare “femminicidio” a un titolo di giornale o di Tg. Per questo ho deciso di proporvi queste tre storie, perché il femminicidio, e la violenza sulle donne, sono soprattutto le espressioni, gli occhi e i cuori di chi le ha subite e, in alcuni casi, è riuscita a uscirne.
Quelle di Anita, Rosaria e Lorenzo sono tre storie molto diverse fra loro. Diverse per età, per provenienza geografica, per contesto familiare e anche per i loro sviluppi. Ma sono tutte e tre storie che ci riguardano, storie nostre, per così dire. E noi che le ascoltiamo, noi tutti, abbiamo il compito di continuare a raccontarle, sottovoce, con rispetto, perché mai più accadano. Perché Anita, Rosaria e Lorenzo hanno deciso di condividerle con noi proprio nella speranza che qualcuna di quelle migliaia di donne che ogni giorno vengono picchiate e vessate dai propri mariti e compagni possa salvarsi, trovando la forza di denunciare, di scappare. Di capire i segnali.
Ecco il mio video con le loro storie:
http://www.youtube.com/watch?v=wP0yXkMgRAs (Anteprima)
——————-
Nel video non c’è tutto, ci sono delle parti. Non c’è il ringraziamento di Anita al buddismo, lei ad esempio la sua forza l’ha trovata lì.
Nel video non c’è la storia della poetessa americana Anne Sexton che mi ha raccontato Rosaria, attraverso le numerose similitudini con la sua storia. Nel video non dico neanche che Rosaria è una poetessa (o “una poeta”, come preferisce dire lei), però siccome lo è fate conto che ve l’abbia detto: Rosaria è una poeta ed è pure brava.
Nel video non c’è neanche il blog di Lorenzo, il blog che ha dedicato alla sorella Beatrice, “la sorellona Cice”, come è scritto nell’input stesso del blog, che comunque è questo, fateci un giro e magari anche due: http://cicecice.blogspot.it/.
——————-
E dopo il video non pensate che quelle tre storie siano finite così. Sono tre storie in cammino. Sono spunti su cui riflettere. Sono mattoni che Anita, Rosaria e Lorenzo hanno deciso di mettere a nostra disposizione per costruire insieme delle storie migliori partendo dai loro racconti, restituendo così alla parola il suo valore più alto e nobile di “narrazione con uno scopo”: non dimenticare, non ripetere.
——————-
Il video, come ogni mio lavoro, è prodotto da www.fanpage.it, il miglior portale di informazione in Italia. Fateci un giro 🙂

Saverio Tommasi
http://www.saveriotommasi.it

 

 

 

………….

 
FEMMINICIDIO – TRE STORIEultima modifica: 2013-08-25T22:00:35+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento