GRACIAS A LA VIDA – VIOLETA PARRA

il 5 febbraio del 1967 se ne volò via, VIOLETA PARRA, cantante, poetessa e pittrice cilena « Nei giardini umani che adornano tutta la terra mi sforzo di comporre un bouquet
d’amore e di condiscendenza ». All’età di cinquant’anni, colpita da una grave forma di depressione, Violeta Parra mette fine ai suoi giorni. La sua canzone Gracias a la vida è considerata il suo testamento spirituale ed è stata interpretata da numerosi cantanti.
violeta.jpg
http://www.youtube.com/watch?v=w67-hlaUSIs
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
Mi ha dato due stelle*, che quando le apro
Distinguo perfettamente il nero dal bianco
E nell’alto del cielo, il suo sfondo stellato
E nella folla, l’uomo che amo
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
Mi ha dato l’orecchio che per tutta la sua ampiezza
Registra notte e giorno, grilli e canarini
Martelli, turbine, latrati, temporali
E la voce così tenera del mio tanto amato
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
Mi ha dato il suono e l’alfabeto
Con esso, le parole che penso e dichiaro
Madre, amico, fratello, e luce che illumina
L’itinerario per l’anima di colui che sto amando
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
Mi ha dato la marcia dei miei piedi stanchi
Con loro ho camminato per città e pozzanghere
Spiagge e deserti, montagne e pianure
E la tua casa, la tua strada e il tuo giardino
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
Mi ha dato il cuore che agita la sua cornice*
Quando guardo il frutto del cervello umano
Quando guardo al bene così lontano dal male
Quando guardo profondamente nei tuoi occhi chiari
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
Mi ha dato il riso e mi ha dato il pianto
Così io distinguo la felicità dal rimpianto
I due materiali che formano il mio canto
E la vostra canzone che è il mio stesso canto
E la canzone di tutti che è il mio proprio canto
Grazie alla vita che mi ha dato tanto
 
 
——-
 
GRACIAS A LA VIDA – VIOLETA PARRAultima modifica: 2013-02-04T23:34:00+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento