GRAMSCI: LETTERE DAL CARCERE

ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK

CLICCA : http://www.facebook.com/group.php?gid=276680177515 

Facciamo adottare a scuola le “Lettere dal carcere” di Antonio Gramsci
Descrizione:
Perché proprio questa opera?
Perché l’autore, che la storia rivela di anno in anno più moderno e con piena autonomia di pensiero, ha la capacità di coinvolgere gli animi a livello emotivo, intellettuale e morale.
In questa nostra società sempre più povera di riferimenti etici, proprio questa piccola-grande opera profondamente formativa, tanto fervida di fermenti, suggerimenti e speranze di prospettive future, è una lettura aperta a decifrare passato, presente, futuro.
Una pioggia nel deserto, il primo mattone per svecchiare della scuola almeno i programmi di italiano delle ultime classi degli istituti superiori tutti. E anche il primo passo per rifondare dal basso una vera democrazia.

La proposta è di Margherita Pinna (ex docente di Lettere nelle Scuole secondarie e Premio Gramsci per la Letteratura 2009) e di Radio Rai 1 (che l’ha presentata in una trasmissione del giugno u.s, relatrice Anna Longo).

Per firmare la petizione: http://firmiamo.it/letteredalcarcere (visualizza meno contenuto)

http://www.liberliber.it/biblioteca/g/gramsci/lettere_dal_carcere/pdf/letter_p.pdf

 

GRAZIE

GRAMSCI: LETTERE DAL CARCEREultima modifica: 2010-04-30T16:56:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento