nl di cogito ergo sum (fondazione franceschi)

Abbiamo, ad oggi, pubblicato oltre 2800 pezzi di 800 autori su vari aspetti della realtà quotidiana, Cultura, Economia, Arte, Letteratura, Cinema ecc. Tutti i materiali pubblicati e le biografie degli autori possono essere liberamente consultati nell’archivio, all’indirizzo http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum

_________________________________________________________

Cogito, ergo sum – idee e riflessioni contemporanee – n° 165

_________________________________________________________

 

Ilvo Diamanti: Il movimento che rende visibile il cambiamento del Paese

Due mesi di consultazioni – elezioni amministrative e referendum – hanno rivelato un cambiamento profondo nel clima d’opinione

Eugenio Scalfari: Una zattera in tempesta senza timoniere

Le esperienze antiche e recenti dovrebbero averci insegnato che il popolo sovrano esiste soltanto se la sovranità viene esercitata ogni giorno, da tutti e da ciascuno, operando al meglio nel proprio privato e partecipando alla costruzione del bene pubblico.

Luciano Gallino: La crisi greca e le colpe della UE

Non avendo riformato il sistema finanziario, ed avendolo anzi aiutato a diventare più potente di prima, i governi Ue si trovano ora esposti alle sue pretese.

Giovanna Ricoveri: Beni comuni

Se la nostra Costituzione ha un limite da questo punto di vista, non è tanto il mancato riconoscimento della proprietà comune, ma il mancato riconoscimento della Natura come soggetto di diritti

Paola Capriolo: I piccoli «errori» e l’assenza del caso

Quei gesti quotidiani che Sigmund scrutava in famiglia

Amartya Sen: Quando le regole rendono più liberi

Un´economia di mercato ideale deve avere come obiettivi la lotta alla povertà, mantenere alta l´occupazione e continuare a garantire un welfare sociale

Alessandro Piperno: Vargas Llosa, la storia è solo menzogna

Ne «Il sogno del celta» lo scrittore peruviano ripropone le contraddizioni dell’esistere

Dario Antiseri: I campioni della laicità. Cittadini della società aperta

La società aperta è aperta al maggior numero possibile di idee e ideali diversi e magari contrastanti, ed è chiusa solo ai violenti e agli intolleranti.

Marzio Galeotti: Sviluppo verde? L’Italia non ci crede

La scarsa sensibilità verso il tema della sostenibilità fa trascurare anche i potenziali vantaggi rispetto al ciclo economico.

Roberta De Monticelli: Don Milani il Vangelo secondo Socrate

Anti-idolatrico e anti-ideologico, il priore di Barbiana vedeva se stesso come il maestro che deve risvegliare la libertà e lo spirito critico dei futuri cittadini

Tullio De Mauro: Il Paese cresce se studiano tutti

Tagliare nell’istruzione compromette il futuro

Norberto Bobbio: Il rifiuto totale della violenza fa prosperare la razza dei violenti

Una lettera del 1993: “Sono un uomo pacifico, non un pacifista assoluto Se per strada vedo un uomo che maltratta un bambino, devo stare a guardare?”

Luigi Guiso, Massimo Morelli: Riformiamo il referendum

Sembra quasi paradossale che alcune forze politiche invitino gli elettori a non votare sui quesiti referendari. Ma è un effetto del modo in cui la legge sul referendum è disegnata

Serge Latouche: La rivoluzione senza consumi

La crescita economica è stata realizzata: ma per fare cosa, per chi, a quali costi, e per arrivare dove?

Valentina Arcovio: Oltre il buco nero

Tre cervelli in fuga realizzano la prima simulazione completa dello scontro tra stelle di neutroni

Gabriele Beccaria: Il giorno che scoprimmo le gambe

I due più celebri cacciatori di fossili si incontrano a New York: “Ecco come siamo diventati umani”

Maurilio Orecchi: La psiche sotto l’occhio di Darwin

Alcuni elementi offerti dall’evoluzionismo stanno cambiando anche il quadro teorico attraverso il quale l’uomo interpreta se stesso.

Massimo Livi Bacci: La crescita? Dipende cosa cresce

l’aumento di popolazione non è un problema globale ed è in frenata. Il vero problema è l’impatto ecologico, vanno frenati i consumi

Federico Rampini: Le 13 idee che possono salvare il capitalismo

Non è un libro dei sogni, è il risultato di una vasta consultazione avvenuta in America tra imprenditori, innovatori, giuristi, studiosi di ogni disciplina, dalla finanza alla proprietà intellettuale.

Barbara Spinelli: Il potere della verità

I governi annaspano tra crisi e indignazione, accecati dalla miopia e calpestando la dignità istituzionale dell’Europa.

Nadia Urbinati: Finisce la stagione della docilità

Di irrazionalità ed emotività in questi cittadini che si sono recati a votare nonostante gli sgambetti dei poteri centrali se ne vede poca.

Goffredo Fofi: Questo tempo ha perso la speranza

La dittatura del quotidiano implica la dimenticanza del passato e il rifiuto di interrogarsi sul futuro

Leonardo Becchetti: Perché l’economia è “etica”

La visione tecnicistica dell’economia è assolutamente fuorviante. Non esistono contesti economici nei quali le condizioni del modello di concorrenza perfetta sono tutte contemporaneamente valide.

nl di cogito ergo sum (fondazione franceschi)ultima modifica: 2011-06-27T12:06:33+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento