africa – fondazione corti

LA SUA AFRICA. Guarda cosa si è inventato quel brianzolo di mio padre.

pubblicata da VITA non profit il giorno venerdì 14 gennaio 2011 alle ore 6.44

Dominique Corti, 48 anni, è la figlia del chirurgo canadese Lucille Teasdale e del pediatra italiano Piero Corti. Nata e cresciuta nel Nord dell’Uganda, ha vissuto insieme ai genitori al St. Mary’s Lacor Hospital di Gulu che oggi cura 330 mila malati ed è gestito da medici locali ed è uno dei pochi presidi efficenti della sanità di base africana.

Laureata in medicina, dal 2003, anno della morte del padre, è diventata presidente della fondazione intitolata ai genitori e si occupa a tempo pieno delle attività di fund raising e sensibilizzazione per garantire la sopravvivenza dell’ospedale. In una lunga intervista  a Vita, racconta la storia dei suoi genitori, un’esperienza di volontariato fra le più belle e importanti che si sono compiute e che continuano tuttora in Africa. Qui sotto un estratto dell’intervista in uscita con il nuovo numero di Vita

 

«In quarant’anni si sono accumulanti contatti e relazioni. Tutto è cominciato in modo artigianale, tanto che a mio padre dicevano che stava perseguendo la “via brianzola alla cooperazione allo sviluppo”. Ci si è mossi imparando poco a poco, con la consapevolezza di sapere bene cosa serviva e cercando di lavorare per questo. È stato possibile soprattutto perché i miei genitori sono rimasti in Africa per quarant’anni, con continuità.

La soddisfazione più grande è stata veder crescere medici e infermieri ugandesi. A partire dagli anni 80 il Lacor è diventato ospedale di riferimento per i tirocinii universitari, e alcuni di questi studenti si sono poi fermati. Mio padre aveva scelto fra loro il direttore sanitario, Mattew Lukwiya, che nel 2000 ha dato la sua vita per fermare un’epidemia di ebola.

 

 

Cosa puoi fare tu

 Ci sono tanti modi per sostenere la Fondazione Piero e Lucille Corti, dalla scelta di devolvere il 5 per mille ai lasciti testamentari. E c’è anche la possibilità di acquistare regali solidali (oggetti di artigianato ugandese come borse o collane, libri e gadget della Fondazione Corti). Per diffondere i valori che hanno dato vita al Lacor Hospital, far conoscere la sua storia e promuovere una cultura di solidarietà, la Fondazione Corti svolge inoltre attività di sensibilizzazione per le scuole primarie e secondarie.

È possibile richiedere un singolo incontro o progettare insieme ad alunni e docenti percorsi didattici più complessi adatti all’età degli allievi e alle esigenze delle classi.

Per richiedere un incontro: Chiara Paccaloni, info@fondazionecorti.it, tel. 02.8054728

 

Anche con un viaggio puoi aiutare il Lacor Hospital. Per chi ha sempre sognato l’Africa, per chi non ama i circuiti turistici tradizionali e intende il viaggio come avventura umana, la Fondazione Piero e Lucille Corti ha creato due speciali pacchetti viaggio con tappa al Lacor, realizzati appoggiandosi a un tour operator italiano e a uno ugandese. L’itinerario inizia dal Lago Vittoria e prevede tappe ad Entebbe, l’antica capitale coloniale, a Bugungu, alle tombe Kasubi una volta palazzo reale del re di Buganda, al tempio Bahai. Segue visita di Gulu e tappa di due giorni al Lacor, per conoscere la realtà dell’ospedale. Poi si prosegue con una escursione in battello sul fiume Nilo fino alle suggestive cascate Murchison e safari nel parco nazionale. Info: www.fondazionecorti.it

 

grazie

nl di nigrizia

 

22/10/2010
Cari lettori,
vi segnaliamo alcune delle notizie pubblicate su Nigrizia.it e vi invitiamo a venirci a visitare per leggere gli altri approfondimenti.
Buona lettura!


Rwanda: Ingabire in pericolo
Arrestata a Kigali giovedì scorso, con l’accusa di «affiancare dei terroristi», l’esponente politica è tenuta in carcere in condizioni disumane. In audio vi proponiamo l’intervista che l’oppositrice ha concesso a Nigrizia lo scorso 8 ottobre. 

 
Alla ricerca della libertà
I paesi africani sono in fondo alla classifica stilata da Reporters sans frontières sulla libertà di stampa. L’Eritrea, da 4 anni, resta il fanalino di coda. Ma la peggior ‘performance’ è del Sudan, sceso al 172esimo posto. Aspra la critica al Rwanda.


La banca mobile, un successo africano proibito dagli Al-Shabaab
I gruppi islamisti in Somalia hanno vietato, nei territori da loro controllati, l’uso dei sistemi di money transfer offerti dagli operatori di telefonia mobile. Le società attive nel paese avranno tre mesi per sospendere il servizio. 


Il governo vuol mutilare la 185
L’esecutivo Berlusconi intende modificare da solo la legge sull’export di armi (185 del 1990), attraverso una legge delega che recepisce una direttiva dell’Unione europea. A rischio trasparenza e informazione, necessarie anche per la campagna ‘Banche armate’. Rete Disarmo si mobilita per una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e del Parlamento.

E ancora:

Verona 28 ottobre: due eventi migranti
Un’occasione per approfondire e per riflettere. Centrata sul tema delle migrazioni. Affidata alle parole e alle immagini. 
Scarica i pdf:
          Invito presentazione libro ‘Chiesa e migranti’
               Invito presentazione mostra ‘Corpi migranti’
                                          Volantino mostra

Concorso per giovani artisti
‘Africa e Daniele Comboni: appassionante avventura’

Leggi il regolamento e scarica la scheda di partecipazione


Nigrizia di ottobre in versione digitale:
accesso ad Area riservata per scaricare il Pdf sul computer o sfogliarla direttamente online.

Registrati e acquista ora!
Oppure abbonati a 11 numeri (1 anno con noi).

27/8 NL DI NIGRIZIA

27/08/2010
Cari lettori,
vi segnaliamo alcune delle notizie pubblicate su Nigrizia.it e vi invitiamo a venirci a visitare per leggere anche gli altri approfondimenti.
Buona lettura! 

Approvata con referendum il 4 agosto, la nuova carta è stata promulgata oggi dal presidente Kibaki. Un’analisi dei problemi in campo.

Oltre 80 morti in tre giorni, tra cui anche alcuni parlamentari. È l’accoglienza riservata alle truppe di rinforzo dell’Unione Africana, che, da lunedì, sono iniziate ad arrivare in Somalia. L’offensiva lanciata dai miliziani islamisti di Al Shabaab e la risposta dei caschi verdi.

Oggi il presidente egiziano ha deciso che la prima centrale nucleare del paese sorgerà sulla costa mediterranea, vicino alla città di Al-Dabaa.

In Sudafrica, i lavoratori dei servizi pubblici chiedono aumenti salariali e scioperano per il sesto giorno consecutivo. Tensioni e scontri con la polizia. Una mobilitazione che chiama in causa anche il presidente Zuma.

 

Mostra
‘Cento cuori per amare l’Africa – 
L’avventura missionaria di San Daniele Comboni’

22-28 agosto 2010
Padiglione A3, Fiera di Rimini

E’ arrivata…

Nigrizia
di luglio-agosto in versione digitale:
accesso ad Area riservata per scaricare il Pdf sul computer o sfogliarla direttamente online. 
Acquista ora!

Oppure abbonati a 11 numeri (1 anno con noi).

CIAO

 

nl di nigrizia

 NIGRIZIA.png

13/08/2010
Cari lettori,
vi segnaliamo alcune delle notizie pubblicate su Nigrizia.it e vi invitiamo a venirci a visitare per leggere anche gli altri approfondimenti.
Buona lettura! …
e buona festa di Ferragosto


Kagame presidente: un voto-farsa
Lo sostiene Victoire Ingabire, oppositrice del regime rwandese alla quale è stato impedito di candidarsi. E chiede alla comunità internazionale di non accettare i risultati dello scrutinio. Critiche al voto anche dagli osservatori del Commonwealth e da Human Rights Watch. 


Lo Sparviero? Paghi l’affitto!
Il dispositivo militare francese Epervier, attivo in Ciad dal 1986, non può più rimanere ‘gratis’ nel paese africano. Lo ha detto il presidente Idriss Déby, dimenticandosi che solo due anni fa lo Sparviero gli ha salvato la poltrona.


La minaccia delle ‘grandi dighe’
L’ultimo rapporto dell’organizzazione internazionale per la difesa dei popoli indigeni Survival lancia un allarme sulla ripresa degli investimenti per la costruzione di grandi dighe in Africa, Asia e nelle Americhe. Progetti che si sviluppano spesso nelle terre ancestrali e che rischiano di creare, tra l’altro, masse di nuovi rifugiati dipendenti dagli aiuti.


Grano, torna la speculazione
Inondazioni in Canada e in Asia, siccità e caldo torrido. Tutti fattori che hanno portato il prezzo del grano a salire fino a quasi raddoppiare da giugno. Un record mai visto dal 2008. Gli incendi in Russia e il seguente blocco dell’export, danno un nuovo slancio alla bolla speculativa. Crescono le preoccupazioni in Egitto, a pochi giorni dall’inizio del Ramadan.

nl di nigrizia

Cari lettori,
vi segnaliamo alcune delle notizie pubblicate su Nigrizia.it e vi invitiamo a venirci a visitare per leggere anche gli altri approfondimenti. Buona lettura!


Lacrime di platino
L’impatto ambientale e sociale dell’industria mineraria nella provincia sudafricana del Nord Ovest. La condizione dei migranti e il basso profilo del partito di governo.


La speranza nell’urna
E’ un voto carico di speranza quello che attende i guineani il 27 giugno. Un voto percepito come l’occasione per cambiare le sorti del paese. Un voto annunciato come il primo libero e democratico dall’indipendenza dalla Francia, datata 1958. E che esclude dal potere, per la prima volta, i militari.


Nkurunziza corre da solo
Prosegue la maratona elettorale in Burundi. Lunedì si vota per le presidenziali e l’unico candidato è l’attuale presidente Pierre Nkurunziza. Continuano le contestazioni dell’opposizione, mentre i vescovi tentano la mediazione tra le parti.


Svizzera, banche chiuse ai dittatori
Berna ha varato una legge che faciliterà la restituzione dei fondi acquisiti illecitamente dai politici corrotti. Invertito l’onere della prova, che spetta ora a chi si serve delle banche svizzere o ai suoi eredi.

NL DI NIGRIZIA (AFRICA)

Care Lettrici cari LettoriAmici,

in occasione della Pasqua che si avvicina vogliamo porgerVi i nostri più sinceri auguri ed aggiornarVi sulle ultime notizie pubblicate su Nigrizia.it


Guinea Bissau: colpo di mano dei militar

Un gruppo di militari ha arrestato ieri a Bissau, il primo ministro Carlos Gomes Junior, invaso la locale sede dell’Onu e liberato l’ex ammiraglio Na Tchuto, accusato di un tentato golpe nel 2008. I soldati avrebbero anche sostituito il capo dell’esercito, ma tutto rimane ancora annebbiato in un paese crocevia del traffico di cocaina verso l’Europa.


Sudan, Juba ritira il candidato presidente
Yasser Arman, principale avversario del presidente Omar Hassan El Bashir, ha deciso di ritirare la sua candidatura alle prossime elezioni. Ad annunciarlo è stato il suo partito, il Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese. Le formazioni minori accusano il gli ex ribelli sudisti di aver stretto un accordo con Bashir. 



Ci siamo tanto armati
Dal Rapporto annuale sull’import ed export di armi in Italia emerge non solo un boom di autorizzazioni nel 2009, ma anche un costante flusso di denaro che affluisce nei conti delle banche che appoggiano il business. È poi dichiarata la volontà dell’esecutivo di modificare la legge 185 del 1990, togliendo molti vincoli al commercio armato. A rischio la trasparenza del mercato.


C’è l’India al telefonino

L’India entra nel settore africano della telefonia mobile, uno dei più dinamici del continente. Bharti Airtel ha acquisito, per oltre 10 miliardi di dollari, le attività di Zain Africa, gruppo del Kuwait. 15 i paesi africani coinvolti.



CONNESSIONI


Nigrizia è ora anche su Facebook: da oggi potrai essere sempre aggiornato sulle ultime notizie, sulle iniziative e gli appuntamenti di Nigrizia!
Diventa fan


Segui Nigrizia su Twitter!

 

CIAO