Salvare il mondo. Cosa puoi far da subito: dieci suggerimenti

DA WWW.CRITICAMENTE.IT 

Salvare il mondo. Cosa puoi far da subito: dieci suggerimenti

Cambiamento5Dieci consigli di Harald Welzer, professore all’Istituto di scienze culturali di Essen

1) Pensa con la tua testa.

2) Abbi fiducia, una buona volta, nella sensazione che provi di trovarti in un grande teatro delle illusioni. E’ vero che la scena simula stabilità, ma il pezzo è una farsa. Sul palcoscenico appaiono continuamente uomini grassi che gridano “Crescita!”, speculatori che giocano a domino con i Paesi, ragazze che con i loro balletti disegnano catastrofi. Il pubblico è irritato e…

Leggi tutto…

gruppo energia

Chi siamo

Siamo membri dei gas (gruppi di acquisto solidale) di Milano e Provincia cha all’inizio del 2009 hanno dato vita al gruppo energia di Intergas Milano, con l’intento di cercare di dare risposte e sbocchi concreti alla voglia di fare che cogliamo nei nostri gas di appartenenza.

Come gruppo di Intergas, oltre a promuovere incontri pubblici dedicati all’approfondimento del tema dell’energia e alla diffusione di una maggiore consapevolezza sull’importanza del risparmio energetico, abbiamo attivato un progetto pilota per la produzione di energia elettrica dal fotovoltaico basato su un modello d’intervento che – auspichiamo –  possa poi essere replicato con successo.

clicca su http://www.gruppoenergia.org/

 

ciao

INSIEME PER L’ENERGIA VERDE

dal sito
http://www.promiselan…

Nove paesi europei hanno varato il primo progetto di Interconnessione Ecoenergetica
16-01-2010 – Fonte: Progettogaia.it

Insieme per l’energia verde

Nove paesi europei, mancano Italia e Spagna all’appello, si sono accordati per creare un mega-network che si propone di collegare diversi impianti e generare energia pulita a gran parte d’Europa.

Detto e fatto: nove paesi europei hanno varato il primo progetto di Interconnessione Ecoenergetica, 6000 chilometri di cavi ( parte sottomarini) collegheranno centrali eoliche, marine ed idroelettriche, la Norvegia funzionerà da “Batteria ricaricabile” (170 milioni gli abitanti serviti, 30 miliardi gli Euro investiti, entro quest’ anno i piani operativi, entro un decennio il completamento). In Italia, invece…

Sono piuttosto sfortunati i nove paesi del Nordeuropa (Irlanda, Gran Bretagna, Norvegia, Svezia, Danimarca, Germania, Belgio, Olanda, Francia e Lussemburgo) perché non hanno il sole mediterraneo: in compenso, però, hanno vento, pioggia, e maree, con cui già producono ecoenergia: centrali eoliche, centrali marine, centrali idroelettriche.

Però hanno anche un grosso problema logistico: l’ energia prodotta da ciascun impianto non è sincronizzata con i consumi degli utenti (vento, pioggia e maree sul territorio hanno ritmi e tempi ben diversi dai… consumi elettrici umani)

E allora se la sono fatta da soli… la prima “Rete Elettrica intelligente”, che risolverà brillantemente il problema. Così:

– preleverà l’ energia da dove viene prodotta e la trasporterà fin dove viene consumata, anche a grandi distanze
– accumulerà i “Surplus Energetici” caricando acqua nei grandiosi Invasi Idrici di cui è ricca la Norvegia
– nei momenti di “Deficit Energetico”, preleverà tutta l’ energia necessaria dagli Impianti Idroelettrici Norvegesi

NB: mentre la nuvolosissima e fredda Germania partecipa al grandioso progetto con l’ energia prodotta dai suoi pannelli solari… nella e calda e fin troppo assolata Italia, invece, Berlusconi e Scaiola continuano ancora a trastullarsi con un (sempre meno probabile) Nucleare Italiano.

Modificato da michela scognamiglio il 17-gen-2010 20.04

TERRA RELOADED GRATIS PER LE SCUOLE

Il post di Beppe Grillo
TERRA RELOADED @SCHOOL

Il cambiamento parte dalla scuola, dai ragazzi. Il documentario Terra Reloaded è disponibile gratuitamente per ogni scuola che lo richiederà. In Terra Reloaded alcuni opinion leader mondiali: Stiglitz, Rifkin, Sachs, Wackernagel, Brown, Pollan spiegano la follia che stiamo vivendo. Che sta uccidendo noi, l’umanità, non certo la Terra che sopravviverà comunque.

[continua]