LE STORIE DI VITA

Altro importante strumento di lavoro sono le storie  di  vita (dell’ utente, dell’ operatore e della comunità stessa).

Tagliare col passato é un errore (spesso nell’  immaginario ingigantisce). Il passato, per esser reso modificabile, deve essere reso presente. L’ attitudine a valorizzare la memoria deve divenire consuetudine lavorativa. Troppo spesso invece si trascura l’ importanza di creare anche una memoria professionale (es. tenuta archivio – lavoro di follow up).

Analizzando molte situazioni tratte dalla nostra esperienza lavorativa si é evidenziata la necessità di fare domande su tutto quello che può inquadrare il passato non solo tossicologico ma anche socio-cultural-politico dell’ utente (e la sua personalità).

Il passato tossicologico può essere illuminante in caso di ricaduta (“ricadute controllate” o pilotate. In tal caso l’ eroinomane può utilizzare alcool, mentre il cocainomane tende a delinquere). In caso di sieropositività é fondamentale conoscere la modalità del contagio e inquadrare psicologicamente l’ evento rispetto alla persona (é una persona  che cercava lo “sballo” o era attento alla propria salute? Quali ricadute psicologiche avrà provato?. Oltre tutto la malattia da una connotazione temporale particolare. Il tempo del sieropositivo si velocizza!)

 

                       

PREMIO: RACCONTARE L’EUROPA

 

Raccontare l’Europa

Concorso Europeo dell’Autobiografia e delle Storie di Vita

Organizzatore::
Tipo:
Rete:
Globale
Inizio:
martedì 6 ottobre 2009 alle ore 16.25
Fine:
lunedì 30 novembre 2009 alle ore 19.25
Luogo:
http://ita.europeanmemories.eu/content/view/full/2264
E-mail:

Descrizione

“Raccontare l’Europa!”
Il progetto European Memories, coordinato da Unieda di Roma, al quale partecipa l’Archivio dei diari di Pieve insieme con altri cinque partner internazionali provenienti da Bulgaria, Germania, Portogallo, Danimarca, Spagna, è lieto di invitare i cittadini europei, donne e uomini, di ogni età e provenienza culturale, al concorso auto-biografico “Raccontare l’Europa”. Attraverso questa iniziativa si vuole contribuire a rendere visibili le migliaia di esperienze e i mille volti che compongono la nostra Europa. Storie del passato e del presente quindi, ma anche sogni, desideri e utopie che ci possano aiutare a immaginare e realizzare un’altra Europa possibile.
Quali storie?
Gli argomenti che il concorso propone si suddividono in tre aree tematiche:
• Esperienze di appartenenze all’Europa: momenti di vita ed esperienze che hanno contribuito a creare in noi – un senso dell’Europa.
• Percorsi in Europa (attraverso le diversità): Storia, culture e tradizioni dell’Europa vista attraverso le narrazioni di sé.
• Un’altra Europa è possibile: storie di impegno e di cambiamento sociale in Europa….

Narrazioni
È possibile utilizzare diversi formati e modalità di narrazione: testi, foto narrazioni, video e audio narrazioni, altri linguaggi (fumetto, poesia, teatro, ecc.)

Studi e ricerca
Oltre ai racconti di sé (autobiografici o biografici), potranno partecipare anche lavori di studi e ricerche realizzati attraverso interviste e storie di vita, come anche ricerche realizzate negli archivi europei di memorie.

Modalità invio lavori
Per partecipare all’edizione 2009-2010 del premio è necessario inviare i lavori entro il 30 Novembre 2009. Sarà comunque possibile inviare i lavori al Premio anche oltre questa scadenza, per la partecipazione all’edizione successiva. È possibile inviare le opere attraverso le seguenti modalità:
Attraverso il sito del progetto, www.europanmemories.eu, registrandosi al sito, compilando la scheda di descrizione del lavoro e caricando i lavori (pulsante ” Invia/Modifica”).
Per posta ordinaria, presso le segreterie del premio nei diversi paesi, allegando la scheda di partecipazione e di descrizione dell’opera (che si possono scaricare dal sito, o richiedere alle segreterie). In caso di invio per posta il materiale dovrà, comunque, essere fornito in versione digitale, in cd rom o altro supporto.
Per posta elettronica, all’indirizzo stories@europeanmemories.eu, allegando la scheda di partecipazione, e la scheda di descrizione del lavoro, scaricabili dal sito.

Per informazioni
http://ita.europeanmemories.eu/content/view/full/2264

 

 

grazie