nl di global voices

Stefano Ignone 11 ottobre alle ore 11.35
Un saluto agli 831 iscritti alla newsletter di Global Voices in italiano! Questa settimana ci occupiamo di Pakistan, Bangladesh, Cina, Venezuela, Azerbaigian, Zimbabwe e Russia.
Prima di passare agli articoli, vi segnaliamo un post apparso questa settimana su Vociglobali.it, il sito dell’associazione nata Global Voices e Voci Globali, la nostra rubrica quotidiana sul sito de La Stampa: realizzato da Antonella Sinopoli, il post tratta dell’elevatissimo tasso di povertà degli Stati Uniti. Lo potete leggere qui:
http://vociglobali.it/usa-potenza-mondiale-con-44-milioni-di-poveri/

1. Pakistan: il misterioso caso di Aafia Siddiqui, il “fantasma di bagram”
Il recente verdetto della corte federale di New York, che commina 86 anni di reclusione alla scienziata pakistana Aafia Siddiqui, è stato oggetto di accese discussioni, anche oltre i confini del Pakistan e degli Stati Uniti: ricostruiamo la sua vicenda e riportiamo i commenti più rappresentativi.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/pakistan-il-misterioso-caso-di-aafia-siddiqui-il-fantasma-di-bagram-2/

2. Parteciperà anche il Bangladesh alla missione in Afghanistan?
Dopo la buona reputazione per numerose operazioni di peacekeeping, l’esercito del Bangladesh ha ricevuto la richiesta USA per l’invio di truppe in aggiunta alle forze NATO in Afghanistan. La questione suscita un acceso dibattito tra i netizen locali.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/partecipera-anche-il-bangladesh-alla-missione-in-afghanistan/

3. Cina: come fa un giornalista a restare fedele ai suoi princìpi in un sistema autoritario?
Nel clima liberticida dell’informazione cinese, Zhang Ping è un giornalista che appartiene alla rara specie dei liberali. Ecco alcuni stralci da un’intervista in cui racconta del conflitto innato fra i suoi valori liberali e il suo lavoro all’interno dei media controllati dallo Stato.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/cina-come-fa-un-giornalista-a-restare-fedele-ai-suoi-principi-in-un-sistema-autoritario/

4. Venezuela: analisi e reazioni alle elezioni legislative
Le ultime elezioni legislative venezuelane fanno registrare un’avanzata dell’opposizione, e la maggioranza chavista contiene i danni solo grazie alla recente riforma elettorale. Confrontiamo le diverse opinioni apparse sul web a commento dei risultati.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/venezuela-analisi-e-reazioni-alle-elezioni-legislative/

5. Azerbaigian: elezioni alle porte, e molti già segnalano irregolarità di ogni tipo…
Con l’approssimarsi delle elezioni legislative, si susseguono notizie di irregolarità da parte del Governo, provocando grande frustrazione tra candidati, attivisti e osservatori. Immediati i rilanci via twitter e nella blogosfera.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/azerbaigian-con-lavvicinarsi-delle-elezioni-aumentano-le-segnalazioni-di-irregolarita/

6. Dopo il Kenya, anche lo Zimbabwe affronta il processo per la nuova cosituzione
È in corso la definizione della bozza di nuova Costituzione, che andrà poi ratificata tramite un referendum nazionale. Varie organizzazioni del Paese, governative e non, sono impegnate per informare e coinvolgere al meglio i cittadini in quest’importante fase costituente.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/dopo-il-kenya-anche-lo-zimbabwe-affronta-il-processo-costituente/

7. Russia: esiste davvero tutta questa libertà sul web e tra i social media?
Spesso l’Internet russa viene presentata, soprattutto da varie testate occidentali, come uno dei pochi “forum” democratici del Paese. Tuttavia non poche tra queste analisi andrebbero prese con le pinze…
http://it.globalvoicesonline.org/2010/10/russia-e-veramente-libero-il-web/

Con questo si conclude la newsletter di questa settimana: se avete gradito, condividete il nostro gruppo con i vostri contatti! Potrete trovare nuovi articoli ogni giorno all’indirizzo:
http://it.globalvoicesonline.org/
Per seguire i blog dal mondo anche nel progetto partner di Voci Globali, in collaborazione con La Stampa, andate all’indirizzo: http://www.lastampa.it/vociglobali
Inoltre, vi ricordiamo che è partito il nostro progetto di raccolta fondi su YouCapital.it: è possibile contribuire con donazioni da 5 euro in su. Trovate tutte le informazioni per contribuire a questo indirizzo: http://www.youcapital.it/?p=1006

Alla prossima settimana con una nuova newsletter!

milli dal bangladesh

Milena Benedetta Rota ha inviato un messaggio ai membri di Milli goes to Banlgadesh – In Khulna ai lupi.

——————–
Oggetto: in risalita

Ciao ragazzi,
allora??? come state???
Io direi che me la cavo e sono in netta risalita. Mi sto riprendendo anche grazie al fatto che mi hanno affiancato una maestra bengalese e questo ha contribuito a creare ordine nel lavoro e tra i bambini. Nel senso che finalmente riusciamo a capirci e le consegne passano facilmente. Poi alcuni pomeriggi a settimana vado nell’orfanotrofio femminile e li’ il lavoro e’ molto piu’ semplice perche’ alcune ragazze parlano l’inglese e fanno da intermediario. Con i padri e le suore va abbastanza bene, anche se devo stare sempre molto attenta a parlare…per un’eretica contestatrice come me e’ molto dura tenere a bada la lingua! 🙂
Finalmente ho fatto conoscenza con le manguste!!! In realta’ non sono poi cosi’ male…e’ vero  che sembrano degli enormi topoloni, ma hanno il pelo lungo e grigio molto setoloso (come direbbe Diego Abatantuono) e quindi non fanno ne’ schifo ne’ paura!
Dovete sapere poi che qui fa un freddo cane! La mattina e la sera ci sono 5 6 gradi e se non esce il sole di giorno non supera i 10 gradi…io, che non ho pensato a questa eventualita’ e ho con me solo vestiti legger, mi sono ammalata e ho passato qualche giorno con la febbre, ma ora sto bene. Per prevenire futuri malanni ho acquistato un giubbino rosso, con il cappuccetto rosso e il pelo di pecora all’interno…sembro un misto tra un pastore e Cappuccettorosso quando vado in giro, ma, come si dice da queste parti “sciomoscia nei” (non c’e’ problema)! Tanto messa peggio di cosi’ non si puo’!
E’ arrivata la nuova equipe di dottori e sono ben 20 persone, tra cui due ragazze che ora vivono con me, ma che non sono dottoresse. Sono molto carine e simpatiche. C’e’ anche un bel dottore americano di New York, ma io me lo sono giocato quando gli ho detto che sono un’appassionata di Sex and the City!!! hahahhahahahah! Mi ha guardato schifato come per dire “che cacchio di stupidate guarda questa!”. E comunque sciomoscia nei!
Ieri sera io e i nove nani abbiamo preparato una festa a sorpresa per padre Carlos che festeggiava i suoi 10 anni in Bangladesh e quel cacchione si e’ un po’ commosso, anche se non voleva darlo a vedere.
IO e i ragazzi ci stiamo divertendo un sacco, sono davvero fantastici.
Con l’arrivo delle altre due ragazze sono andati fuori testa, si sono innamorati e fanno i timidoni, allora chiedono  a me di dire le cose alle altre girls…non vi dico quanto li prendo in giro e quanto me la rido! hhahahahhaha! Poveretti, un giorno o l’altro me le suonano di santa ragione! Domani andiamo a fare un pic nic dove dicono si vedono i coccodrilli…inutile dirvi che mi sto cagando sotto, ma ho deciso di andare lo stesso, perche’ per me lo dicono solo per prendermi in giro.
Ieri ho dovuto salutare due donne che sono state qui in ospedale un mese e mezzo e a cui mi ero particolarmente legata. Una era una musulmana di 22 anni quasi completamente ustionata…una ragazza di una dolcezza indescrivibile…quando e’ partita ho pianto. Non so perche’ ma non riesco a fare a meno di affezzionarmi… L’altra era una signora musulmana di 50 anni circa che pesera’ un quintale a dire poco!!! Penso sia la donna piu’ grassa che ho visto da quando sono qui. Sta signora ride peggio di me…e ci vuol tutta a ridere piu’ forte di me. Quando e’ partita lei ci siam fatte la nostra bella risata e ci siamo scambiate i numeri di telefono. Vi salutop perche sa;lta la connessione
——————–

29/12 : MILLI DAL BANGADESH

giorni di pacchia!

Milena Benedetta Rota 29 dicembre alle ore 15.02 Rispondi
Carissimi,
Qui ogni giorno che passa avrei un miliardo di cose da raccontarvi!
In questi giorni siamo in vacanza anche qui nel lontano Bangladesh e devo dire che a Santo Stefano e domenica me la sono spassata anche io!
Sono andata allo zoo di Khulna, che era in una zona militare (chissa’ perche’ le zone militari sono curatissime e bellissime!!!!) e allo zoo ho finalmente visto la tigre del Bengala che e’ una cosa enorme, neanche da immaginare! Saranno state lunghe due metri per 1,50 di altezza…quella li’ se ti prende altro che farti a pezzetti! Poi ho visto un boa o un pitone non so bene, ma cacchio, sembrava un’anaconda…sara’ stato lungo 4 metri per 10 cm di diametro…per fortuna erano tutti in letargo e comunque in gabbia…ma vi lascio pensare alla sicurezza della gabbie bangalesi…hhahahahahaha! Tuttavia, strano ma vero, la vera attrazione allo zoo non erano gli animali, ma io!!! C’era la gente che faceva di tutto per riuscire a farmi una fotografia, si nascondevano persino dietro agli alberi! Ahahahahahahha! E io ridevo un sacco!
Accanto allo zoo invece c’era Banglaland (l’equivalente di Gardaland versione benglaese)! Anche qui vi lascio immaginare la sicurezza dei giochi…quelli di Celadina sono di gran lunga meglio mantenuti…un’ammasso di ferro tutto arrugginito con degli ingranaggi che secondo me risalgono all’era glaciale! Comunque tranquilli, non sono salita su nessun gioco…anzi su uno si! Haahhaahha! Adesso ve la spiego. C’era sto trenino che dovrebbe equivalere a quei trenini che entri nei tunnel e ci sono gli spiriti e gli ululati. Dunque questo trenino passava attraverso una galleria lunga circa 5 metri in cui c’era una gabbia…per fare paura avevano ingaggiato due bambini che stavano dentro a questa gabbia a saltare e urlare…io continuavo a ridere…ma come cacchio si fa!!! Comunque I bambini si sono divertiti un sacco! E a quanto pare anche io!
L’altro giorno invece sono andata con padre Carlos in un villaggio qui vicino da una famiglia Bengalese di cui e’ molto amico e ci siamo fermati la a mangiare. Una figata! A parte che il mangiare Bengalese e’ squisito, si un po’ piccante, ma se lo sopporto io vuol dire che lo puo’ mangiare chiunque, comunque, per la prima volta ho mangiato come una vera Bengalese: seduta in terra su un materassino (messo apposta per me, se no era una stuoia), un bel piatto di riso, patate, pollo e un sughetto delizioso e via a mangiare CON LE MANI! Ragazzi e’ stata un’esperienza liberatoria al Massimo! E’ una figata mangiare con le mani!!! Certo I bengalesi sono composti a mangiare anche se mangiano con le mani, io invece sembravo un animale, mi cadeva roba da tutte le parti! Avranno pensato “che zozzona sta europea!” hahahahahahahahah! E a proposito, per chi pensava che venivo a rigenerarmi…non sono mai stata cosi’ messa male: ho le occhiaie fino ai piedi perche’ non dormo, ho messo su 4 kg in 20 giorni e non ho ne’ il tempo ne’ un posto dove fare attivita’ fisica! Ditemi voi! Comunque ho deciso che me ne sbatto e recupero quando torno in Italy!
Poi ho un’altra grande notizia: non ho piu’ schifo delle piaghe, delle ferite, delle mani e dei piedi monchi, delle ustioni e quant’altro. Riesco a prendere in braccio I bambini monchi, senza avere il minimo schifo. Riesco ad abbracciare e baciare le donne ustionate. Riesco a guardare le ferite aperte nelle gambe dei malati. E per me questa e’ un’enorme conquista…ho capito che non c’e’ niente che non possa cambiare nelle persone…penso che ognuno di noi sarebbe capace di fare qualsiasi cosa, di fronte alla necessita’ e nel quotidiano contatto con tutto questo.
Ho anche preso il pulman di linea per la prima volta…un’esperienza sconvolgente. Quando vedrete le foto dei pulman mi chiederete come ho fatto!
Inizio ad avere qualche difficolta’ con I bambini perche’ sono dei grandi casinisti e anche pasticcioni. Non nel senso che mi da fastidio che pasticciano, anzi, sono qui per quello, ma nel senso che qualsiasi cosa prendono in mano, se non sto attenta la riducono uno schifo. Questa e’ una cosa che non riesco a sopportare. Qui manca completamente la cura delle cose. E’ una cosa fastidiosissima. Pero’ d’altro canto non posso giudicare loro in base al mio modo di vedere, qui probabilmente c’e’ tutto un altro stile, che io devo ancora capire e provare fino in fondo. L’unica cosa che ho capito e’ che, se possono, ti fregano sempre! Soprattutto io che sono una donna Bianca! Ma non hanno capito bene con chi hanno a che fare! Io sono una donna Bianca sgamata! Ahahahahhaahahha!
L’altro giorno ho assistito a una cerimonia Indu. C’erano delle ragazze che facevano un rito per chiedere la fertilita’ e portavano le loro offerte a una statua con un pene gigantesco. E io ovviamente ho dovuto girare l’angolo per non ridere…ma stavo male perche’ dovevo rimanere seria e non ce la facevo. Finita la cerimonia si e’ avvicinata una donna e ha invitato me e padre Carlos nella sua casa. Suo marito e’ un artista e aveva dei dipinti bellissimi. Troppo bello. Ma la cosa bella e’ che questa donna nel salutarmi mi ha abbracciato e mi ha dato un bacio sulla guancia…e’ la prima volta da quando son qui che qualcuno mi abbraccia (bambini a parte) e mi sono commossa…mi stavo mettendo a piagere, ma quell cavron di padre Carlos ne ha dette una delle sue e son scoppiata a ridere!
Ultima cosa, dopo domani mi trasferisco in un altra casa e poi vado a Dhaka (la capitale) per due o tre giorni.
Quindi non mi resta che farvi un augurio speciale, perche’ il 2010 inizi bene e continui ancora meglio…quello che mi sento di dire in questo momento e’ che davvero non c’e’ nulla che non possa cambiare e nulla che non si possa risolvere, quindi avanti! Iniziamo questo nuovo anno con un gran bel sorriso, che e’ la cosa piu’ bella del mondo e non conosce differenze di razza ne’ di lingua!! E dopo questa predica stile padre saveriano (mi stanno contagiando) (in piu’ le suore mi hanno dato il tovagliolo ufficiale con il mio numero e mi chiamano “suora”) (hahahahahahah) (adesso basta parentesi) vi saluto!!
Un forte abbraccio a tutti, ma forte forte davvero!

MILENA DAL BANGLADESH

Milena Benedetta Rota 18 dicembre alle ore 11.53 Rispondi
Ciao ragazzi,
scusate se non sempre rispondo ai messaggi o alle mail, faccio del mio meglio, ma lo sapete che sono svanita e a volte mi dimentico!
Dunque, ecco una grande novita’: l’altro ieri ho provato a mungere le mucche!!! hahahahahah! Che roba! C’era la mucca che mi sa che si e’ un po’ incazzata perche’ devo avergli fatto male 😉 Comunque per mungere 1 centilitro di latte ci ho impiegato un quarto d’ora, finche’ Raphael, uno dei signori che lavora qui, ha preso in mano la situazione e ha munto non so quanti litri in pochissimo tempo!
Ieri sono andata a visitare un orfanotrofio delle suore di Madre Teresa di Calcutta, che e’ proprio qui in parte…se pensavo di aver visto il peggio del peggio mi sono proprio sbagliata…il peggio doveva ancora arrivare…e l’ho visto ieri. Bambini abbandonati, ma nel vero senso della parola, a se stessi…bambini di cinque mesi grandi come quelli appena nati, qualcuno con il viso completamente deforme…che botta nello stomaco…Ma dovevate vederli…a descriverlo non si puo’ immaginare. Sono uscita di li e mi sono veramente ma veramente sentita fortunata. Ho proprio pensato quello che avrebbe pensato chiunque, ma che io non pensavo avrei mai pensato…che noi abbiamo tutto, ma veramente tutto quello che serve per vivere: delle persone che ci vogliono bene, prima di tutto, secondo da mangiare, terzo un posto dove dormire, quarto la salute. |Che cazzo ci serve di piu’? Niente! Io pensavo di partire dall”Italia avendo gia’ un bagaglio abbastanza buono per capire ed affrontare queste situazioni, ma mi sono resa conto che non e’ cosi’. Ci devi sbattere il naso per renderti conto. E io sono doppiamente fortunata perche’ sono qui e posso viverlo sulla mia pelle. Spero lo possiate vivere anche voi, attraverso quello che vi scrivo. Scusate il tono mesto, ma veramente penso che valga la pena condividere questi pensieri con voi.
Adesso vi lascio meditare 😉 scherzooooooo1!!!!!
A proposito, la prima equipe di dottori se n’e’ andata e adesso ho un attico di 150 mt quadri tutto per me 😉 Se solo potessi mandarvi le foto della camera e del bagno farei invidia a tutti! ahahhahahahaha!
Vi mando un forte abbraccio!!!!