Biodiversidad, le molteplici vite dell’acqua

 Comunicato Stampa

Biodiversidad, le molteplici vite dell’acqua.

Un progetto di gestione eco-sostenibile in Centro America.

Monza, 18.02.2011 – Si chiama

 

 

Biodiversidad

il progetto di gestione eco-sostenibile delle risorse

naturali nel municipio di Santiago Atitlàn in Guatemala coordinato dalla Ong

 

 

Africa’70

in

collaborazione con Legambiente, Agenzia Innova21, ZooPlantLab dell’Università di Milano-Bicocca,

con il sostegno del Comune di Milano.

Il progetto, che avrà una durata di 12 mesi e un costo di 333.000 euro, si propone di contribuire al

recupero e alla valorizzazione della biodiversità nell’area territoriale del Municipio di Santiago

Atitlàn, inserito nel contesto della riserva naturale del Lago di Atitlàn.

Il Municipio ospita due aree di grande interesse ambientale come il Parco Naturale Rey Tepepul,

con la sua grande varietà di specie arboree e la Baia di Santiago.

Si tratta tuttavia di un ecosistema a rischio per la pressione antropica che i 42 mila residenti del

Municipio vi esercitano. I livelli di contaminazione e deterioramento della qualità delle acque si

sono resi manifesti nel 2009 quando si è verificata un’improvvisa proliferazione di cianobatteri con

effetti negativi sulla salute e sulle attività produttive delle popolazioni indigene del lago.

Le strategie di intervento, che coinvolgono anche i settori organizzati della società civile locale,

prevedono:

·

 

 

lo studio

del livello di contaminazione del lago e la valutazione dei rischi conseguenti. Le analisi

saranno condotte dallo ZooPlantLab dell’Università di Milano-Bicocca, attraverso il kit Immediatestacqua

per la misurazione semplificata dei parametri chimici delle acque.

·

 

 

la redazione di sistemi di controllo e di gestione,

rafforzando le competenze delle realtà

locali.

·

 

 

il risanamento ambientale con la pulizia della baia e la sua tutela e la sensibilizzazione

della

popolazione all’utilizzo di saponi per il bucato adatti e l’installazione di lavatoi comunali.

·

 

 

l’organizzazione di percorsi di educazione ambientale

finalizzata anche all’introduzione della

buona pratica della raccolta differenziata dei rifiuti.

·

 

 

il rafforzamento della cultura Maya

, attraverso la protezione di siti ed oggetti del loro

patrimonio culturale, storico ed architettonico.

La Baia di Atitlàn possiede una ricchezza biologico-ambientale straordinaria: un’ingente varietà di

pesci ed uccelli ne compone la

 

 

biodiversità

. La popolazione basa la quasi totalità della sua

sussistenza

 

 

sullo sfruttamento del lago attraverso la pesca e l’estrazione dell’acqua per uso

umano.

Con la vegetazione subacquea vengono realizzati manufatti e nella baia lava il bucato tutta la

comunità. Inoltre, la bellezza del paesaggio

 

 

incentiva il turismo,

importante fonte di reddito per la

popolazione locale. Infine, il lago ricopre un ruolo centrale per la

 

 

spiritualità Maya

,

particolarmente sensibile al rapporto natura-uomo.

Lo sviluppo del turismo, lo sfruttamento eccessivo della foresta e l’inquinamento prodotto dall’uso

dei detersivi chimici minacciano l’ecosistema dell’intera Baia. L’acqua inquinata causa malattie

come dissenteria ed epatite. Il giunco, coltivato per la produzione di manufatti, è a rischio, così

come la sopravvivenza del sapere e delle pratiche tradizionali antiche, quali l’uso di piante

medicinali e per la cucina.

Al progetto è stata riconosciuta la certificazione FSC che convalida la buona gestione delle foreste,

nel rispetto di rigorosi parametri ambientali e sociali tra cui: il riconoscimento e la tutela dei diritti

delle popolazioni indigene; la promozione di un uso efficiente dei prodotti e dei benefici ambientali

e sociali derivanti dalla foresta; la conservazione della biodiversità.

Africa ’70

 

 

è una ONG di cooperazione internazionale nata nel 1971 come movimento civile e

culturale, che interviene in favore delle popolazioni del Sud del mondo. In più di 35 anni di attività,

Africa ‘70 ha dato vita a numerosi progetti di cooperazione in Africa, Asia, America Latina, Medio

Oriente ed Europa Orientale seguendo un approccio integrato e sostenibile.

Agenzia InnovA21

 

 

è un’associazione di comuni e associazioni impegnata nella promozione dello

sviluppo sostenibile a livello locale nel territorio della Brianza ovest.

Legambiente

 

 

è un’ associazione ambientalista impegnata da 30 anni in attività ed iniziative a

favore dell’ambiente e della qualità della vita umana.

ZooPlantLab Università di Milano-Bicocca

 

 

, nato all’inizio del 2007 all’interno del dipartimento

di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università di Milano-Bicocca, coniuga la ricerca di base e quella

applicata, in ambito zoologico e botanico.

Africa’70

Ufficio Comunicazione

Via Manzoni, 32 – 20052 Monza (Mb)

ufficio.comunicazione@africa70.org

 

 

grazie