Cambogia, ucciso attivista per i diritti dell’ambiente

Chut Wutty, noto attivista per i diritti dell’ambiente della Cambogia, è stato ucciso il 26 aprile, insieme a un agente della polizia militare, nella provincia di Koh Kong. Amn…

Cambogia: direttore del carcere ha torturato e ucciso 14 mila persone: ora chiede l’assoluzione

I legali di Kaing Guek Eav, 67enne, noto come il ”compagno Duch”, condannato un mese fa a 30 anni di prigione per i crimini commessi durante il regime dei Khmer rossi in Cambogia, hanno depositato oggi il ricorso contro la sentenza, chiedendo l”assoluzione dell”imputato in appello.

””Una figura di rango secondario, come lo era lui, non avrebbe dovuto essere giudicata””, ha dichiarato l”avvocato cambogiano Kang Ritheary, uno dei due legali di Duch, nominato recentemente in sostituzione di un francese licenziato dall”ex Khmer rosso.
Anche l”accusa, settimana scorsa, aveva fatto ricorso contro il verdetto, giudicato troppo mite. Grazie agli undici anni già passati in detenzione, l”ex responsabile del carcere di Tuol Sleng – dove 14mila persone furono uccise dopo orrende torture – potrebbe tornare in libertà già nel 2029, nonostante la condanna per crimini di guerra e contro l”umanità. Duch ha collaborato con la giustizia, si è dichiarato pentito e ha sempre sostenuto la tesi di aver obbedito a ordini superiori, altrimenti sarebbe stato ucciso.

it.peacereporter.net

grazie