NL ASSOCIAZIONE COMUNI VIRTUOSI

Cara Amica, caro amico,

a Te la nuova newsletter dell’Associazione dei Comuni Virtuosi

Ti segnaliamo che:

Sabato 6 luglio, presso il Comune virtuoso di Camigliano (CE), nell’ambito della manifestazione “Dalla bellezza alla monnezza”, andrà in scena la prima edizione al Sud della nostra “Scuola di Altra Amministrazione”.

Racconteremo e presenteremo i progetti dei comuni di Ponte nelle Alpi (BL), Corchiano (VT) e Mirabello Monferrato (AL), grazie alla presenza dei loro amministratori.

Il costo a persona per l’intera giornata formativa (comprensiva del pranzo) è di € 50,00, info, programma e modulo di iscrizione on-line qui: http://www.altramministrazione.it

 

(NOTA: LE EVIDENZIAZIONI SONO DEL WEBMASTER COMITATO QUARTIERE S.ALBINO)

News dai Comuni Associati

• Tariffa puntuale: i risultati italiani e europei presentati al convegno di Capannori
Il Festival Abbracciamondo sbarca a Malegno
Viaggio nell’Italia della buona politica
Progetto “Ri-vestiamoci” a Malegno. Adesione a Rifiuti Zero
Un contenitore di passioni
Il Comune di Malegno aderisce alla campagna 365 GIORNI NO alla violenza contro le donne
Busseto: un piano partecipato
Corchiano 100% rinnovabile!
Oriolo Romano: un caso che può far scuola
Il Comune di Novellara per la riduzione delle emissioni di CO2
Sardara: cento scuole per l’ambiente
Come sfruttare la luce naturale
Le lampade ad induzione del Comune di Oriolo Romano
Corchiano: adotta un cane, avrai uno sconto sulla tassa rifiuti
Weis Markets crea valore dal rifiuto organico che diventa un prodotto a marchio
Al via la tariffa puntuale a Colorno
Cesano Boscone: vai in elettrico!!
La Carta della Partecipazione di Canegrate
Casola Valsenio: campagna amica
Erbe in fiore

 

News dal mondo

Scala dei Turchi, addio all’ecomostro
Il grande spreco
Edifici ad Energia Quasi Zero: ora tocca all’Italia
Si sciolgono i ghiacci, evacuata la stazione polare russa
Aea, Ue taglia 18,4% CO2 in 2011
Quinto conto energia: raggiunto tetto massimo di spesa, presto stop agli incentivi
Il Social App Italia a Comuni-chiamo
CO2 nel sottosuolo: conviene o no?
Al Comune veneto di Rubano il montepremi di 20.000 euro di “Sfida all’ultima sporta”
Trashed
Vienna, “Velo-city”: attesi 1.200 partecipanti nonostante il cattivo tempo
Potocnik dalla Green Week: lo smog ci costra troppo: 12 miliardi l’anno…
A Grosseto primo bus tutto elettrico nell’Ue
Biodiesel: scattano i dazi anti-dumping
Mobilità urbana sostenibile
Cresce la rete delle Smart City spagnole: già 41 le città aderenti
La tua casa a Latronico
La rivoluzione urbana delle banlieues parigine
Detrazione 55%, proroga e aumento al 65%
Piccoli consiglieri crescono
La remunerazione del capitale

 

 

……..

16/6 A CONCOREZZO TORNA IL BARATTO

CONCOREZZO – In tempi di crisi economica come questi occorre ingegnarsi, anche nello shopping.Sta tornando di moda il riciclo, gli oggetti vintage ancora in buono stato, i mercatini dell’usato che…

Ius Soli. C’è una convergenza tra i partiti

La riunione di questa mattina dell’Intergruppo sulla cittadinanza è stata molto fruttuosa. Tutti i partiti ( tranne la Lega) concordano che la legge della cittadinanza vada cambiata.Ecco la sinte…

Uguali e diverse, sono le italiane 2.0

 

MILANO
02.05.2013 – INTEGRAZIONE

Uguali e diverse, sono le italiane 2.0

 

 

A Milano nasce una piattaforma di studentesse cristiane e musulmane per discutere i temi della migrazione

ROBERTA PACIFICO (MAGZINE)
 
 
 
 
……..
 
 

 

JACOPO FO E FRANCA RAME

"Fuori dal liceo Mamiani di Roma è apparsa una scritta che diceva grossomodo: “Franca Rame ha goduto a essere stuprata”. Si tratta di un antico insulto alle donne vittime di violenza sessuale. Vuol dire che sei tanto troia che ti piace comunque. Chi ha scritto questa frase evidentemente non ha idea di molte cose. Mia madre fu ustionata con le sigarette accese e tagliata con le lamette. La perizia medica misurò tra l’altro una ferita lunga quasi 30 centimetri. Poi fu violentata dai componenti del commando fascista che l’aveva sequestrata armi alla mano. L’aggressione fu talmente disumana che perfino uno dei membri del commando, disgustato, chiese agli altri di smetterla e ricevette per questo un ceffone che lo riportò all’ordine. Ora io mi chiedo che idea del sesso abbia uno che è convinto che una donna possa godere ad essere violentata. E mi chiedo che piacere sessuale possano trarre le donne che si accoppiano con questo individuo. E mi chiedo di che dimensioni sia il deserto interiore di questo maschio rampante, e quanta paura debba avere di non essere all’altezza di un vero incontro d’amore e di passione. Forse se entrasse nelle scuole una buona educazione al sesso e ai sentimenti questo vuoto esistenziale potrebbe essere colmato nelle generazioni future. La malattia dell’Italia non è solo politica, è morale, filosofica e sentimentale. Molti non sanno neppure cosa siano i sentimenti. Vivono tenendo carcerate le loro emozioni. (…) Io non credo che l’Italia cambierà seguendo chi è bravissimo a denunciare la corruzione e la violenza del capitalismo ma si dimentica di parlare di amore, amicizia, tenerezza, sesso, parto dolce, sentimenti, emozioni, ascolto di sé, educazione non autoritaria, scuola comica, arte, valore della vita, necessità di dare un senso anche alla morte. Il futuro migliore lo si costruisce casa per casa, migliorando i nostri baci e smettendo di consumare energia elettrica prodotta dal petrolio. E scendendo per strada a distribuire abbracci gratis. La mancanza d’amore si cura aumentando l’amore.."
Jacopo Fo
/si ringrazia Renato che ha recuperato il testo/
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
da Daniela Bastianoni
 
“Fuori dal liceo Mamiani di Roma è apparsa una scritta che diceva grossomodo: “Franca Rame ha goduto a essere stuprata”. Si tratta di un antico insulto alle donne vittime di violenza sessuale. Vuol dire che sei tanto troia che ti piace comunque. Chi ha scritto questa frase evidentemente non ha idea di molte cose. Mia madre fu ustionata con le sigarette accese e tagliata con le lamette. La perizia medica misurò tra l’altro una ferita lunga quasi 30 centimetri. Poi fu violentata dai componenti del commando fascista che l’aveva sequestrata armi alla mano. L’aggressione fu talmente disumana che perfino uno dei membri del commando, disgustato, chiese agli altri di smetterla e ricevette per questo un ceffone che lo riportò all’ordine. Ora io mi chiedo che idea del sesso abbia uno che è convinto che una donna possa godere ad essere violentata. E mi chiedo che piacere sessuale possano trarre le donne che si accoppiano con questo individuo. E mi chiedo di che dimensioni sia il deserto interiore di questo maschio rampante, e quanta paura debba avere di non essere all’altezza di un vero incontro d’amore e di passione. Forse se entrasse nelle scuole una buona educazione al sesso e ai sentimenti questo vuoto esistenziale potrebbe essere colmato nelle generazioni future. La malattia dell’Italia non è solo politica, è morale, filosofica e sentimentale. Molti non sanno neppure cosa siano i sentimenti. Vivono tenendo carcerate le loro emozioni. (…) Io non credo che l’Italia cambierà seguendo chi è bravissimo a denunciare la corruzione e la violenza del capitalismo ma si dimentica di parlare di amore, amicizia, tenerezza, sesso, parto dolce, sentimenti, emozioni, ascolto di sé, educazione non autoritaria, scuola comica, arte, valore della vita, necessità di dare un senso anche alla morte. Il futuro migliore lo si costruisce casa per casa, migliorando i nostri baci e smettendo di consumare energia elettrica prodotta dal petrolio. E scendendo per strada a distribuire abbracci gratis. La mancanza d’amore si cura aumentando l’amore..”
Jacopo Fo
/si ringrazia Renato che ha recuperato il testo/

2/6 Emergency a S.Anna di Stazzema

Domenica 2 giugno, Emergency incontra S. Anna di Stazzema.

 

Emergency partecipa alla Festa della Repubblica in un luogo simbolo ricordandone i ‘mai più’ che ne hanno caratterizzato la nascita, in cammino attraverso i sentieri del piccolo borgo di Sant’Anna.

 

Programma:

ore 11.00 – dal parcheggio: passeggiata per conoscere la storia di S. Anna di Stazzema con lo spettacolo di Elisabetta Salvatori “Scalpiccii sotto i Platani”, che si snoderà lungo i luoghi più significativi del paese.

ore 13.00 – pranzo al sacco

ore 15.00 – visita al Museo della Resistenza, con il contributo di storici e con le testimonianze di superstiti che ci racconteranno la storia dell’eccidio attraverso il proprio concreto vissuto.

Interventi di Alessandro Bertani, Vicepresidente di Emergency, Michele Silicani, Sindaco di Stazzema, Dott. Gianluca Fulvetti; Istituto storico della resistenza

SO-STARE o non SO-STARE NEL CONFLITTO?

SO-STARE o non SO-STARE NEL CONFLITTO®?

 

Investi un anno della tua vita per scoprire come gestire efficacemente i conflitti di tutti i giorni senza subirli, e per riqualificarti imparando a trarne nuove competenze e risorse.

 

Cosa faccio quando devo prendere decisioni che i miei collaboratori non condividono e so già che si creeranno diversi conflitti?

Come reagisco quando mia moglie mi comunica serafica: «Domenica siamo a pranzo da tua madre» ed è l’ennesima volta che organizza senza consultarmi?

Come esco dall’aula dopo un’ora intera passata con alunni che fanno di tutto per farmi passare la voglia di insegnare?

Come affronto il mio collega che esordisce con: «Guarda! Hai sbagliato tutto!»?

Cosa rispondo alla socia della mia cooperativa che, dopo avermi provocato, conclude: “… in fondo la nostra è una grande famiglia!»

 

 

Mi arrabbio? Urlo? Scappo? Mi abbatto? Mi segno tutto in attesa della rivincita?

So-stare nei conflitti è una grande competenza. E si può imparare.

 

Scopri SO-STARE NEL CONFLITTO®

il corso annuale in gestione maieutica dei conflitti

XVII edizione, da giugno 2013 a marzo 2014, Piacenza

 

Questo corso annuale è una delle due annualità obbligatorie

della Scuola Triennale di Formazione Maieutica

 

 

Per ulteriori informazioni:

info@cppp.it

tel. 0523.498594