GANDHI – La Grande Anima

 Mahatma

 

New Delhi. 30 Gennaio 1948. Ore 17.00. Nathuram Godse, un indù radicale, è di fronte a Gandhi. Lo saluta con reverenza e poi, con tre colpi di pistola, lo uccide.

Atene. 399 a.C. “Uccidendo un uomo, non si uccide, insieme a lui, l’idea che ha creato e che ha portato in atto” : è una delle ultime frasi pronunciate da Socrate, qualche ora prima di ingurgitare la cicuta. Due personalità così distanti nel tempo e nello spazio, l’ateniese e l’indiano, ma così vicini nel destino e, per certi aspetti, anche nel pensiero.

Leggi online.