le ambiguità della giornata del ricordo

solo il titolo sopra è mio (Paolo). Il contributo sotto è di Saverio Tommasi

—————————————

Apriti tombino

 

 
 
Oggi alle 17:00 i giovani della destra – da Casapound a Casaggì, passando per il Pdl – metteranno in scena a Firenze il solito finto corteo per ricordare i morti delle foibe. L’obbiettivo è appropriarsi di quei morti per utilizzarli come contropartita politica, accreditandosi come “responsabili bipartisan”. Ma ormai sappiamo che l’orrore delle foibe non ha niente a che fare con i giovani e vecchi fascisti, a partire da quelli di Casapound, che si definiscono, parole loro, “fascisti del terzo millennio”. I morti delle foibe sono un tragico e terribile atto che però non possiamo ricordare nella stessa piazza di chi, ancora oggi, non è in grado di seppellire il fascismo nella pattumiera della storia. Lo scorso anno entrai nel corteo e feci qualche domanda. Ecco: http://www.youtube.com/watch?v=OO6vpk2a_MA
 
Saverio Tommasi