GUIDO ROSSA, UNO DEI NOSTRI EROI

 


 
Io oggi ricordo Guido Rossa, operaio comunista e sindacalista della Cgil a Genova che fu assassinato il 24 Gennaio del 1979 dai terroristi delle Brigate Rosse, perchè aveva lottato contro le Brigate Rosse in fabbrica e denunciato un collega brigatista. A Sabina sua figlia e mia collega il mio abbraccio affettuoso. A tutti noi l’obbligo di fare memoria della sua vita per ricordarci che si può e si deve sempre dire di no, a qualsiasi sopruso, a qualsiasi violenza, a qualsiasi fascismo, anche colorato di rosso.
 
 
 
MI ASSOCIO: PAOLO
 
 
 
VEDETE ANCHE:
 
 
  1. Guido Rossa, mio padre – Fasanella Giovanni; Rossa Sabina – Libro

    www.ibs.it/code/9788817010658/fasanella…/guidorossamio.html

    Guido Rossa, mio padre è un libro di Fasanella Giovanni; Rossa Sabina pubblicato da BUR Biblioteca Univ. Rizzoli nella collana Futuropassato.

  2.  

    Guido Rossa, mio padre – aNobii

    www.anobii.com/…/Guido_Rossa,_mio_padre/…/01ba25944f4c0a70…

    È l’alba del 24 gennaio del 1979. Le Brigate rosse uccidono il sindacalistaGuido Rossa, che aveva provato a rompere il clima di omertà che regnava

  3.  

    Guido Rossa, mio padre – La clé des langues

    cle.ens-lyon.fr › ItalienBibliothèqueFiches

    Il 24 gennaio del 1979 alle 6,30 del mattino, a Genova, Guido Rossa, sindacalista e operaio all’Italsider viene prima gambizzato e poi ucciso dalle Brigate rosse,

 

….

Cogito, ergo sum – idee e riflessioni contemporanee – n° 160

dalla Fondazione Roberto Franceschi

_________________________________________________________

 

Eugenio Scalfari: L’estremista Golia e il David moderato

Futuro, pane, lavoro, diritti, civismo. Questo dovrebbe essere il patto generazionale che coinvolga le forze sindacali, l’imprenditoria, gli artigiani, le partite Iva, gli agricoltori, gli studenti, i docenti, l’impiego pubblico e privato.

Luigi Spaventa: Produttività e debito le due sfide perse

L´agenzia di rating Standard & Poor, pur non abbassando il voto assegnato all´Italia, ha espresso una valutazione negativa sulle prospettive economiche del nostro paese.

Tito Boeri: II costo della rivolta contro i test Invalsi

Solo a settembre sapremo quali sono le conseguenze della “rivolta” contro i test Invalsi nelle scuole superiori, quanti esami sono stati consegnati in bianco, quanti studenti hanno disertato le prove.

Guido Rossi: Il potere (indisturbato) delle banche

Saranno comunque una volta ancora i centri del potere finanziario anche internazionali a decidere sul salvataggio, sulla povertà e sulla miseria dei cittadini di quegli Stati in decozione.

Paul Krugman: Atene non è Buenos Aires

Uscire dall’euro potrebbe produrre per la Grecia sul lungo periodo danni molto più seri di quelli che la svalutazione ha prodotto per l’Argentina.

Lucia Annunziata: Senza slanci emotivi

Il tanto atteso intervento del Presidente degli Stati Uniti sul Medioriente, arrivato nel pieno di grandi eventi, forse non passerà alla storia.

Nadia Urbinati: Saper perdere nelle democrazie

La grandezza della democrazia moderna sta proprio nella capacità di mandare a casa con un voto chi non vorrebbe mai lasciare

Chiara Saraceno: Un paese alla rovescia

L´atteggiamento della Chiesa contro l’omosessualità trova terreno fertile nella grettezza morale e nella incultura di questa classe politica

Benedetto Vecchi: Uomo Economico

Nel corso degli ultimi trent’anni l’egemonia neoliberista ha puntato a costruire un «uomo nuovo», cioè quell’«uomo economico » che definisce il suo stare in società secondo la fredda contabilità dei costi e dei ricavi.

Agi Berta: L’altro….

Storie di vita vissuta. Napoli 2001

Barbara Spinelli: Dostoevskij nella suite

Interrogativi sulla vicenda Strass-Kahn

Luigi Zingales: Strauss-Kahn e il primato dei più deboli

In America a scuola si insegna a chiedere conto anche ai propri superiori delle loro azioni

Lucia Annunziata: In discussione una certa idea del potere

Dalla vicenda Strauss-Kahn qualche buona notizia per le donne

Carlo Modonesi: Sui sistemi energetici, impariamo dalla natura

Il messaggio che arriva dalla natura è chiaro: per avere benessere, bisogna avere buon senso.

Slavoj Zižek: Come cominciare dall’inizio

L’idea di comunismo

Martha Nussbaum: Il fascino di vedere il mondo con gli occhi degli altri

La mancanza di una coscienza critica danneggia anche l’attività economica

Riccardo Petrella: Beni comuni, tra governo e governance, gratuità e monetizzazione

Abbandonare la monetizzazione dei beni comuni pubblici e reinventare sistemi basati sul principio di gratuità

Leonardo Becchetti: La finanza “radioattiva”: come fermarla ?

Un’alleanza tra industria, politica e società civile

Gianni Parrini: Così ci attraversano i neutrini

L’esperimento «Borexino»

Ignazio Licata: Energia. Il mito della fonte unica

La crisi energetica permanente, con nuove guerre al seguito, il terremoto giapponese ed il danno alle centrali nucleari, hanno riportato l’attenzione sul problema del futuro energetico.

Antonio Gnoli: La potenza di Eros tra istinti e ragione

Nel suo nuovo libro “Scuote l´anima mia Eros” lo scrittore e giornalista Eugenio Scalfari riflette su desiderio e condizione umana

Carlo Galli: Perché bisogna continuare a difendere la libertà della ricerca

Il grottesco paradosso dei “manuali di Stato”

Tzvetan Todorov: La legge del desiderio

Perché così fan tutti. Il piacere secondo Mozart

Corrado Stajano: Rossa, l’operaio che denunciò le Br

Giovanni Bianconi ricostruisce la vita del comunista genovese e quella del suo killer

Letizia Paolozzi: La cura: una scelta, non solo un destino

Il lavoro di riproduzione della vita, che è giudicato marginale, residuale entra sempre di più nell’orizzonte della scelta.