India, la detenzione di Soni Sori è una vergogna

Le autorità dell’India devono rilasciare immediatamente Soni Sori, un’attivista adivasi, insegnante, sostenitrice della protesta non violenta ghandiana, in carcere dal 4 ottobre…

India, a 10 anni dai crimini del Gujarat, la giustizia si fa ancora attendere

A distanza di 10 anni, dall’assalto di una folla di musulmani a un gruppo di pellegrini indù, che si trovavano sul treno, e alle violenze che ne seguirono, le autorità del Guraj…

India, oggi è Ganesh Chaturthi: la festa del dio elefante diventa eco-sostenibile

India, oggi è Ganesh Chaturthi: la festa del dio elefante diventa eco-sostenibile

 
 
 
È detta Ganesh Chaturthi o Vinayaka Chaturthi. Questo è il nome di una festa tanto attesa in India. Sono previste due intere settimane dedite a festeggiamenti, processioni e contemplazioni. Si celebra la nascita del dio elefante, molto amato dal popolo indiano ma in particolare da parte della città di Mumbai. Nel corso di molti giorni grandi […]

«Aarakshan»: film indiano censurato,tratta della «Reservation»

«Aarakshan»: film indiano censurato,tratta della «Reservation»

 
 
 
di Martina Strazzeri Aarakshan: è il titolo di un un film indiano, che è uscito da pochi giorni e non è stato ancora riprodotto nelle sale cinematografiche indiane, dal momento che la sua riproduzione è stata vietata non solamente nello stato più popoloso dell’India, l’Uttar Pradesh, ma anche in Panjab e in Andhra Pradesh. Numerose […]

sostenitori di Anna Hazare

La foto del giorno – 20 agosto 2011

REUTERS/Jayanta Dey

Agartala, capitale dello stato di Tripura, nord-est dell’India. Alcuni sostenitori di Anna Hazare, attivista sociale e anarco-pacifista indiano, “indossano” il suo ritratto durante una protesta contro la corruzione.

L’uomo (il suo vero nome è Kisan Baburao Hazare) simbolo dell’indignazione pubblica nei confronti della corruzione, è stato arrestato mercoledì a New Delhi mentre preparava uno sciopero della fame. Rilasciato dalla polizia, ha ottenuto dal governo il permesso di effettuare pubblicamente uno sciopero della fame nei prossimi 15 giorni.

Appena scarcerato, Hazare ha guardato la folla, urlando: “Vittoria per la madre India!”

I più di 2600 arresti preventivi mostrano chiaramente che il governo indiano mal sopporta la protesta anti-corruzione, ormai diffusa su gran parte del territorio.

da global voices (in italiano)

Stefano Ignone 15 novembre alle ore 10.47

Un saluto agli 845 iscritti alla newsletter di Global Voices in italiano! Questa settimana ci occupiamo di Myanmar, Giordania, Haiti, Costa Rica e Nicaragua, India, Georgia e del concorso video “One Minute Jr”.

Prima di passare agli articoli, vi segnaliamo questo post apparso sul nostro sito-partner Voci Globali: la nostra Gaia Resta scrive dei network che aggregano gli italiani espatriati all’estero. Lo trovate a quest’indirizzo:
http://vociglobali.it/lespatrio-in-presa-diretta-grazie-agli italiani-nel-mondo/

Ecco gli articoli di questa settimana:

1. Myanmar: brogli e violenze nelle prime elezioni degli ultimi vent’anni
Come previsto, in queste elezioni “libere” il partito sostenuto dalla giunta militare al Governo ha ottenuto più dell’80% dei seggi in Parlamento. L’opposizione, però, denuncia brogli – e non mancano i rilanci online.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/myanmar-brogli-e-violenze-nelle-prime-elezioni-degli-ultimi-ventanni/

2. Giordania: la cronaca delle ultime turbolenti elezioni viaggia su Twitter
Durante le elezioni generali del 9 novembre scorso, un utente di Twitter ha fornito aggiornamenti in tempo reale sulle voci che riportavano notizie di violenze e brogli – poi integrati dai rilanci di altri utenti.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/giordania-la-cronaca-delle-ultime-turbolenti-elezioni-viaggia-su-twitter/

3. Haiti: un video per aiutare ad arginare l’epidemia di colera
Jan Gurley, medico e blogger, è alla sua seconda visita ad Haiti come volontaria; per arginare la recente epidemia di colera, ha deciso di realizzare in proprio un video che illustra come reidratare e aiutare chi ne è affetto.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/haiti-un-video-per-aiutare-ad-arginare-lepidemia-di-colera/

4. Conflitto alla frontiera tra Costa Rica e Nicaragua
Quella che era iniziata come una semplice operazione di dragaggio del fiume San Juan, frontiera naturale dei due Paesi, sembra portare verso un aperto confronto diplomatico e finanche militare. Parecchi i blogger che commentano, invitando alla calma…
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/conflitto-alla-frontiera-tra-costa-rica-e-nicaragua/

5. India: bufera su Arundhati Roy dopo le affermazioni sull’indipendenza del Kashmir Recentemente l’appoggio espresso dalla nota scrittrice indiana Arundhati Roy alla causa separatista del Kashmir ha provocato reazioni discordanti nel Paese, dai media tradizionali alla blogosfera e su Twitter, fino agli ambienti istituzionali.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/india-bufera-su-arundhati-roy-dopo-le-affermazioni-sullindipendenza-del-kashmir/

6. Georgia: riflessioni sul progetto per la diffusione dell’inglese nelle scuole locali
Teach and Learn with Georgia è un progetto governativo mirato a reclutare 1000 persone di madrelingua inglese interessate all’insegnamento di questa lingua nelle scuole locali. Molti dei primi insegnanti assunti curano dei blog dove raccontano esperienze personali e discutono temi locali.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/georgia-riflessioni-sul-progetto-teach-and-learn-per-la-diffusione-dellinglese/

7. Video: ecco i candidati al concorso ‘One Minute Jr’ 2010
Carrellata sui brevi filmati in concorso realizzati dopo un workshop di 5 giorni, sotto il patrocinio dell’Unicef, dedicato a ragazzi emarginati e svantaggiati tra i 12 e 20 anni provenienti da vari Paesi.
http://it.globalvoicesonline.org/2010/11/video-ecco-i-candidati-al-concorso-one-minute-jr-2010/

Con questo si conclude la newsletter di questa settimana: se avete gradito, condividete il nostro gruppo con i vostri contatti! Potrete trovare nuovi articoli ogni giorno all’indirizzo:
http://it.globalvoicesonline.org/
Per seguire i blog dal mondo anche nel progetto partner di Voci Globali, in collaborazione con La Stampa, andate all’indirizzo:
http://www.lastampa.it/vociglobali
Inoltre, vi ricordiamo che sta per concludersi il nostro progetto di raccolta fondi su YouCapital.it: è possibile contribuire con donazioni da 5 euro in su. Trovate tutte le informazioni per contribuire a questo indirizzo: http://www.youcapital.it/?p=1006

Alla prossima settimana con una nuova newsletter!

ARUNDHATI ROY: L’IMPERO E IL VUOTO

Arundathi Roy è una scrittrice indiana (keralese), autrice del best seller “Il dio delle piccole cose” in cui denuncia l’insensatezza delle divisioni castali. Molto del suo impegno civile è speso all’interno del movimento no global mondiale.

“L’Impero e il vuoto” è uno dei libri dedicati a  questo tema.

Clicca sui file allegati :

Limperoeilvuoto1.doc.doc 

limperoeilvuoto_2.doc.doc

 

 

grazie

 

 

                                

ALTRI LIBRI PER INDIANOFILI

Vi segnalo una serie di libri di romanzieri indiani che meritano di esser letti. Sono diversi  e trovo inutile anticiparvi notizie sui contenuti. Tutti condividono alcuni aspetti specifici della letteratura indiana che vi butto lì sommariamente.

E’ l’incontro con un universo antropologico incredibile e caleidoscopico (lingue, etnie, caste, professioni, tradizioni diversissime) che la letteratura indiana ci restituisce con una incredibile dovizia di particolari (minuziose descrizioni di abbigliamento, riti, cibi, sapori, profumi, odori…).

E’ un mondo a volte astorico, sospeso nella dimensione del racconto mitico. I personaggi spesso  fluttuano in questo spazio di sogno. Ma poi in questi luoghi sospesi in una dimensione atemporale irrompe la storia coi suoi conflitti devastanti: le feroci lotte nate dalla spartizione, la guerra con la Cina , i conflitti per il Kashmir, la guerriglia fra indu’ e mussulmani degli anni 90. C’è l’India arretrata e lenta dei villaggi e l’ammassarsi spaventoso ma vitalissimo degli uomini nelle metropoli come Bombay. C’è la vena distaccata di chi ridimensiona gli eventi quotidiani e li legge all’interno di una visione ciclica della vita umana  e del cosmo. C’è una passione tutta indiana per l’ironia. C’è l’eroico impegno di molti operatori sociali che spendono la vita per combattere la discriminazione e la povertà. C’è la famiglia, cardine della società. Ma la famiglia spesso impone anche tradizioni ingiuste. C’è una spaventosa corruzione e una contraddizione stridente fra nuovi modelli di sviluppo ed una cultura millenaria.

Soprattutto ci sono migliaia di storie!!!!

Insomma…cercate questi libri e leggeteli!

 

per trovare i titoli clicca su: LIBRI INDIANOFILI.doc

           

GRAZIE

.