PASOLINI: IL RAZZISMO

Il razzismo come cancro morale dell’uomo moderno, e che, appunto come il cancro, ha infinite forme. È l’odio che nasce dal conformismo, dal culto della istruzione, dalla prepotenza della maggioranza. È l’odio per tutto ciò che è diverso, per tutto ciò che non rientra nella norma, e che quindi turba l’ordine borghese. Guai a chi è diverso! questo il grido, la formula, lo slogan del mondo moderno. Quindi odio contro i negri, i gialli, gli uomini di colore: odio contro gli ebrei, odio contro i figli ribelli, odio contro i poeti.

Pier Paolo Pasolini

 

Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Lido di Ostia, 2 novembre 1975) è stato un poeta, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paroliere e scrittore italiano. È considerato uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del XX secolo. Dotato di un’eccezionale versatilità culturale, si distinse in numerosi campi, lasciando contributi come poeta, romanziere, drammaturgo, linguista, giornalista e cineasta. Attento osservatore della trasformazione della società dal dopoguerra sino alla metà degli anni settanta, suscitò spesso forti polemiche e accesi dibattiti per la radicalità dei suoi giudizi, assai critici nei riguardi delle abitudini borghesi e della nascente società dei consumi italiana, come anche nei confronti del Sessantotto e dei suoi protagonisti.

CASSAZIONE: BLOG RAZZISTA E’ ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE

Fabrizio Casavola e Wikirom hanno condiviso un link.

Blog razzista, associazione a delinquere

networkedblogs.com

Segnalazione di Ignazio Marino – Patrizia Maiocchi – 1 agosto 2013 Il blog razzista è un’associazione per delinquere. Per la Corte di Cassazione le pene per i reati associativi, previsti dalla legge 654/1975 in linea con la Convenzione di New 

Cheikh Tidiane Gaye: Presidente Grasso, da che parte sta?

NEI MIEI PANNI – UN GIOCO CONTRO IL RAZZISMO

“Ogni anno in Italia sono migliaia gli atti di razzismo. Donne e uomini discriminati per etnica, lingua o condizione sociale. Ma tu non sei uno di loro, vero? Prova a metterti Nei Miei Panni…”giò


Nei Miei Panni
 
Gioca nei panni di Modou, Ahmed e Katerina per provare a vivere un mese come uno straniero in Italia, sulla base delle ricerche di UNAR – Ufficio Nazionale
 
 
 
 
…..

Arrestati estremisti di destra che progettavano incendi e stupri “etnici”

Succede in Italia, succede davvero…

Tra i progetti di alcuni esponenti della destra estrema indagati nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura di Napoli per degli scontri in piazza , c’era anche quello di dar fuoco ad un negozio di oreficeria di un cittadino ebreo e anche quello di usare violenza sessuale nei confronti di una studentessa sempre ebrea.

È quanto emerso da alcune intercettazioni di conversazioni nelle quali si pianificavano episodi di violenza nei confronti di chi venisse considerato come ‘diversò. Le indagini condotte dai carabinieri del Ros sia in Campania che nel Lazio, che hanno portato a dieci provvedimenti cautelari, hanno evidenziato come nelle intenzioni degli indagati ci fosse non solo l’incendio dell’oreficeria ma anche l’ipotesi di molestare una studentessa chiedendosi come fosse «possibile che potesse frequentare l’università e come questa potesse avere rapporti ‘normalì con gli altri».

 
 

TAHAR LAMRI: LE VIE DEL RAZZISMO SONO IMPERSCRUTABILI…

  •  
    La recente dichiarazione del ministro per la Cooperazione internazionale e l’integrazione Andrea Riccardi “Diritto alla cittadinanza basato sulla cultura…tra ius solis e ius sanguinis credo che si possa trovare una via di mezzo e cioè il diritto di cultura”, mi ha turbato non poco. Ho pensato che le vie del razzismo sono imperscrutabili. C’è il razzismo tout court e più o meno sappiamo che fattezze ha, poi c’è il razzismo sostenibile, quello dal volto umano e questo è più inafferrabile.

    www.ravennaedintorni.it

    Le parole del ministro Ricciardi mi hanno turbato non poco, il razzismo segue davvero vie imperscrutabili

contro le discriminazioni – prorogati i termini del concorso

Più tempo contro le discriminazioni

di Roberta Lunghini
July 11, 2011
Tags: Il termine di scadenza per la partecipazione al concorso “Basta Un Minuto!” è stato prorogato al 22 luglio 2011. Fino a questa data, quindi, è possibile inviare video originali sul tema della lotta al razzismo e alle discriminazioni.

 

grazie