morire di carcere

CARCERE. Ristretti orizzonti: da inizio anno 138 morti

07 settembre 2011

  • Segnala a un amico

     

     
  • Stampa articolo

    • Twitter 
    • Facebook 
    • Ok Notizie 
    • Reddit 
    • friendfeed 
    • Google 
    • Rss

E’ quanto emerge dal dossier «Morire di carcere»

 

Da inizio agosto nelle carceri italiane sono stati registrati 12 decessi, dei quali 10 causati da suicidio e 2 da malattia. Si sono tolti la vita 5 detenuti e 2 persone appena scarcerate, ma anche una ‘testimone di giustizia’, un condannato in attesa di affidamento ai servizi sociali e la compagna di un carcerato, disperata per il suo arresto.

E’ quanto emerge dal dossier ‘morire di carcere’, pubblicato dall’Osservatorio permanente sulle morti in carcere. Salgono cosi’ a 45 i detenuti suicidi da inizio anno, mentre il numero complessivo dei decessi in carcere arriva a 138. Il dossier prende in considerazione gli ultimi casi tragici legati alle carceri italiane come quello capitato a Paliano, provincia di Frosinone, il 10 agosto quando un collaboratore di giustizia, legato prima dell’arresto al Clan dei Casalesi, muore in cella a causa di un infarto: ancora nessun familiare, pur essendo stato avvertito dalla direzione carceraria del decesso, si e’ fatto avanti per la restituzione del cadavere.

A Caltanissetta il 2 settembre scorso un giovane, da poco arrestato, viene ritrovato morto a causa di un’encefalite. Il giorno successivo a Macerata un 35enne esce dal carcere, scopre di avere una malattia infettiva e si impicca nel bagno dell’ospedale. Un suicidio proprio come quello del 22 agosto a Reggio Calabria, quando una testimone di giustizia rifiuta il ‘piano di protezione’ e si uccide bevendo acido muriatico.

 

Tag associati all’articolo: Ristretti OrizzontiCarcere

 

grazie

51 detenuti suicidi da inizio anno… ma c’è qualcuno a cui importa?

 

dietro le sbarre un inferno ignorato

 Ristretti – Carcere