Gioventù sprecata? Le proposte di Sbilanciamoci

Gioventù sprecata? Le proposte di Sbilanciamoci

 
 
 

Quest’anno il Forum di Sbilanciamoci, che si svolge dal 1° al 3 settembre a Lamezia Terme, è focalizzato suigiovanidisoccupati nel 29,4% dei casi; mentre gli universitari possono vantare un record negativo per le borse di studio ma “positivo” per gli affitti in nero che devono pagare per studiare fuori sede. Sbilanciamoci scende in campo per parlare – a loro e con loro – di un altro futuro. E di una nuova Italia.

Dal 1° al 3 settembre 2011 a Lamezia Terme (Cz), Sbilanciamoci organizza il forum annuale dal titolo “Gioventù sprecata? La crisi, l’economia e le sfide per il futuro”: una tre giorni di dibattiti, conferenze, gruppi di lavoro per parlare di economia, modelli di sviluppo, welfare e sostenibilità legati al problema della precarietà e della crisi che i giovani vivono quotidianamente. La sede di Lamezia Terme è stata scelta come simbolo della rinascita sociale e democratica della Calabria, e di resistenza alla ‘ndrangheta, per stimolare la crescita del mondo associativo e della società civile.

Il Forum di quest’anno è dunque dedicato alla questione giovanile, inserita in un contesto storico che ha sempre penalizzato le prospettive di vita e di futuro delle nuove generazioni. Come sottolineano gli organizzatori: “Oggi la condizione dei giovani nel nostro paese è particolarmente drammatica e la crisi economica degli ultimi tempi ha accentuato le difficoltà, che in Italia sono strutturali e ben più marcate che nel resto dell’Unione europea”.

L’urgenza della questione giovanile è ben espressa dai dati riportati da Sbilanciamoci29,4% di disoccupazione nei ragazzi di età compresa tra i 15 e i 24 anni; calo dell’8% dell’occupazione tra gli stessi; accesso per solo il 25% dei giovani a un contratto a tempo indeterminato e per solo l’8% a borse di studio (contro l’oltre 25% di Francia e Germania); e ben il 41% degli studenti fuori sede costretto ad affitti “in nero”.

Tra le iniziative più interessanti del Forum: la proiezione della puntata di Report Generazione a perdere” curata da Michele Buono, che tanta eco sta avendo tra i giovani italiani, e numerosi incontri dedicati al Mezzogiorno, alle possibilità di sviluppo, alle difficoltà che i giovani incontrano in misura maggiore nei paesi del sud Italia. Sbilanciamoci darà inoltre spazio alla discussione di temi quali l’economia verde, l’emigrazione, il binomio pace e cooperazione e al ruolo dei giovani nella società civile.Infine, la mattinata di sabato 3 settembre sarà dedicata allo sviluppo di un possibile piano per i giovani legato ai temi del lavoro, del disagio sociale e della formazione.

Oltre 50 i relatori che interverranno a questa kermesse: ricercatori, esponenti delle organizzazioni della società civile, sindacalisti. Del modello di sviluppo nel Mezzogiorno parleranno docenti universitari e ricercatori come Piero Bevilacqua – professore ordinario di storia contemporanea alla Sapienza di Roma – Tonino Perna, docente ordinario di sociologia economica presso l’Università degli studi di Messina. Esponenti delle organizzazioni della società civile interverranno invece sui temi della crisi e delle risposte alla globalizzazione neoliberista: da Giulio Marcon, esperto di politiche per la pace e risoluzione dei conflitti internazionali e ora portavoce della campagna Sbilanciamoci, ad Alex Zanotelli, il celebre missionario comboniano. Poi ancora giornalisti comeGiuliana Sgrena, imprenditori, responsabili di associazioni del terzo settore e ong.

La società civile diventa così la protagonista indiscussa, animando il dibattito sugli scenari e le possibilità future che si dischiudono per il nostro paese, e per quelli che saranno gli adulti di domani.

Info e programma sono reperibili qui e sul sito del Comune di Lamezia Terme. Per contattare Sbilanciamoci scrivere a info@sbilanciamoci.org oppure telefonare allo 06-8841880.