“Libertà di fundraising”

DA VALERIO MELANDRI:

Esce il mio nuovo libro “Libertà di fundraising”

Data:9 maggio 2011

Uscirà in occasione del festival, il mio nuovo libro “libertà di fundraising”, frutto del lavoro di quest’anno e dei tanti stimoli che ho ricevuto nei miei incontri con i fundraiser di tutto il mondo, e in particolare canadesi.

Affronto il tema delle costrizioni al nonprofit.

Retribuzioni basse, riduzione della libertà di rischiare, mancata visione a lungo termine, restrizioni nell’uso della pubblicità e del marketing, valutazione delle performance solo in base ai costi generali: queste sono solo alcune delle costrizioni a cui il nonprofit italiano è sottoposto. Per superarle, dobbiamo trovare il coraggio di cambiare mentalità, dobbiamo definire un nuovo paradigma etico premiando coloro che ottengono più risultati e non coloro che spendono meno.

Ecco la copertina! si compra in libreria e da www.philanthropy.it

GRAZIE


Ricerca sul lavoro dei fundraiser italiani

DA VALERIO MELANDRI (www.valeriomelandri.it)
Data:22 marzo 2010
cfre_logoUn’altra ricerca che ho potuto realizzare presso Philanthropy Centro Studi, insieme all’organizzazione CFRE (l’ente di certificazione americano della professione di fundraiser) e sempre grazie alla collaborazione di tanti fundraiser italiani che hanno compilato il questionario che ho elaborato personalmente per la versione italiana della ricerca.

Trovate gli esiti cliccando qui: credo che più di tutto sia interessante però leggere alcune considerazioni inserite dai fundraiser italiani nella ricerca ed inserite nel file che vi ho allegato. Tutte queste considerazioni sembrano avere un filo comune: la certezza che il fundraising crescerà, che dovrà aumentare la professionalità dei suoi operatori, che è necessario fare “sistema”, “squadra”.