TRE, scritti coi postumi – di Federico Valera (Vololibero, 2012)

un libro geniale, divertente (va beh…un pò…demenziale) (del mio ex collega Federico). Non mancate alla lettura…  

VI DO QUALCHE ANTEPRIMA:

ECCO QUALCHE TITOLO SUGGERITO E DEBITAMENTE RECENSITO DAL VALERA (CHE FA IL LIBRAIO):

“COME USCIRE DAL CORPO DURANTE LE RIUNIONI DI LAVORO” 

“COME USCIRE DAL CORPO DELLA TUA PARTNER”

“COME USCIRE DAL CORPO FORESTALE”

“URINOTERAPIA E ALITOSI: QUALE RAPPORTO?”

“CURARE LE PIANTE DEL VICINO CON L’URINOTERAPIA DEL DOTT. WILLHELMSON”

“REINCARNAZIONE: ASPETTI FILOSOFICI E FISCALI”

“CUCINARE ALL’ANTICA GRAZIE AI CIBI SCADUTI”

“CURARSI CON I SEMI DI LINOLEUM”

“ILLUMINAZIONE  CREATIVA DEL COLON: ASPETTI MEDICO-LUDICI”

 

E PER FINIRE L’IRRINUNCIABILE ” DEPILARSI CON I PETARDI”….

 

HO RESO L’IDEA? PAOLO

 

 

 

TRE, scritti coi postumi – di Federico Valera (Vololibero, 2012)

Inizio: 
 Giovedì, 22 Marzo, 2012 – 21:30 – 23:30

IN SCIGHERA
tre.jpg

La Scighera, Radio Bandita, collettivo artistico Baravaj, Wu-Minga
con la partecipazione dal gran consiglio degli Zanfatù
e l’Alto Patrocinio del Gran Mogol
presentano:

TRE, scritti coi postumi – di Federico Valera (Vololibero, 2012)

Era l’ottobre del 2004 e una piccola webradio clandestina dal nome un po’ naif, Radio Bandita, ospitava nei suoi studi un giovane e promettente scrittore di talento: Federico Valera! Ta-daa! Va be’…
Nessuno poteva immaginare cosa avrebbe riservato il futuro a questo virgulto della letteratura, come a nessun altro dei presenti del resto. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, ma se come è prevedibile questo nome non vi dice niente è perchè le sue opere sono rimaste nel circuito underground (vale a dire in cantina) e lui continua a spaccarsi la schiena in una libreria invece di godere del plauso e dei lauti proventi che meriterebbe un artista di tale fatta.
Ma non si è arreso: forte di un pugno di sostenitori appassionati ai limiti del fanatismo (i suoi nerboruti fratelli), prima con il gruppo Wu-Minga, poi con i Baravaj, ha continuato a portare le sue opere là dove nessuno ne voleva sapere. E ovunque ha suscitato reazioni entusiastiche, ai limiti dell’isteria, complice la presenza minacciosa dei suoi maneschi sostenitori.
Un sapiente uso dei Social Network (dopo appena due anni il gruppo facebook dei Wu-Minga conta ben 25 iscritti, non tutti fratelli ma comunque nerboruti) ha fatto il resto: nell’agosto 2011 un piccolo editore dal nome un po’ naif si introduce nella cantina del Valera in cerca di refrigerio, passando dalla finestrella grazie alle sue dimensioni ridotte, e lì scopre pile e pile di quaderni riempiti di una calligrafia un po’ naif, quasi fanciullesca. Di fronte agli occhietti attoniti del minuscolo individuo si spalanca un mondo poetico e letterario che lo cattura e lo avvince: storie di profeti farfuglianti parabole oscure, ma cariche di significati reconditi e pelopiù inconoscibili; elenchi di libri come “Le dieci piccole cose che puoi fare ad un riccio” o “Urinoterapia e alitosi: quale rapporto?”, mai pubblicati se non in mondi paralleli dove le parole volano, finalmente libere dalle costrizioni del senso; bestiarii popolati da creature fantastiche, come il famigerato Belzuino Satanasso, su cui si posa lo sguardo estatico e un po’ astigmatico di un esploratore mai pago di meraviglie; le mirabolanti avventure di fantomatici ricercatori, come lo zoologo marino Cornelius J. Ryan, che ha passato gli ultimi vent’anni ad osservare un rinoceronte morto. La decisione è immediata: quegli scritti diventeranno un libro, perchè tutta l’umanità ne tragga beneficio!
In questa serata, nel circolo più naif della città, festeggeremo la pubblicazione di “Tre – scritti coi postumi”, con un Radio-Spettacolo nella migliore tradizione di Radio Bandita: la redazione al gran completo con Giucas, Marcolfo, Dinone e Patchinko, i Wu minga col fratello n.1 e i Baravaj con Laila Sage e il fraello n.2, Fabio Wolf a completare il delirio con un florilegio del meglio della canzone demenziale.
Tre! Ciapel gh’el g’é!

ingresso libero con tessera Arci (o Anpi-Gay)

TRE, scritti coi postumi – di Federico Valera (Vololibero, 2012)ultima modifica: 2012-03-20T18:28:00+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento